Anche Bryan Singer, regista degli X-Men, sotto accusa per abusi su minori

Bryan Singer

Il regista degli X-Men, Bryan Singer, finisce nell’occhio del ciclone per le ennesime gravi accuse di molestie su minori, ormai all’ordine del giorno ad Hollywood.

Singer e gli scandali

Bryan Singer, il famoso regista de I soliti sospetti e della saga degli X-Men, finisce anche lui sotto accusa per delle presunte molestie commesse in passato. Il caso di Harvey Weinstein ha sconquassato il mondo del cinema portando alla luce vicende di cui si è spesso vociferato, ma che nessuno aveva il coraggio di denunciare. James Toback, Brett RatnerKevin Spacey sono solo alcuni degli personaggi accusati di molestie che, proprio al protagonista di House of Cards, sono costati anche l’Emmy che aveva vinto per il suo valore attoriale e morale.

Le accuse

Bryan Singer, oggetto da anni di querele e di denunce, torna sulla cresta dell’onda per delle voci che lo vedono come predatore sessuale di ragazzi minorenni. Il caso sarebbe esploso per il suo documentario An Open Secret del 2014, disponibile in rete. Nonostante queste gravi accuse alla sua persona, il regista ha continuato a dirigere film di rilievo a Hollywood, almeno fino ad oggi. Il suo ingombrante passato è diventato noto a tutti a causa di alcuni tweet di Justin Smith che racconta di averlo frequentato col proprio compagno e di esser stato ripetutamente molestato da lui.

Bryan Singer
Il regista Bryan Singer

Le orge

Smith aggiunge anche di aver visto cose che si pente di non aver denunciato durante le famose orge tenute a casa di Bryan Singer. Molti giovanissimi aspiranti attori e modelli, sarebbero stati drogati e successivamente stuprati dal regista e da alcuni produttori, complici del fatto.

Il caso di Collins e i tweet 

Solo Marc Collins-Rector è stato processato e condannato per i suoi abusi che non ha mai scontato, scappando in Inghilterra, dove tuttora vive. Bryan Singer nel 2014 era stato accusato di stupro da Michael F. Egan III, quindicenne all’epoca dei fatti. In quel periodo aveva respinto con sdegno le accuse e non aveva partecipato alla promozione di X-Men: Giorni di un futuro passato, per l’apparente rammarico per l’accusa. Nel mutato clima generale di adesso e in conseguenza dei tweet che l’hanno chiamato in causa, Singer ha cancellato il proprio account su Twitter, chiudendosi nel silenzio.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui