Un uomo tranquillo, recensione: Liam Neeson, da pavido cittadino modello a vendicatore spietato

Un uomo tranquillo - Liam Neeson è Nels Coxman.

Un uomo tranquillo è un prodotto originale che sfrutta le atmosfere tipiche del thriller per saturare la vicenda di una comicità surreale e sfrontata.

Violenza tra i ghiacci del Colorado

Nels Coxman (Liam Neeson) è un uomo semplice, fiero di essere un diligente cittadino della sua città nel Colorado, dove ha vinto il premio dell’anno per l’impegno nel suo lavoro di spazzaneve. Improvvisamente la sua vita viene sconvolta quando il figlio viene ucciso da un potente boss della droga locale soprannominato il Vichingo. Alimentato dal bisogno di vendetta e armato di artiglieria pesante, questo improbabile eroe si propone di smantellare il cartello con estrema precisione, nel tentativo di arrivare al vertice della catena che ha ucciso suo figlio.

Prima o poi arriva per tutti

In Un uomo tranquillo, Liam Neeson rimane saldo al suo stile, a metà tra The Grey e Taken, procedendo come un tristo mietitore nel suo desiderio di vendetta, per arrivare al vertice più alto ed uccidere l’uomo responsabile di tutto. I momenti di azione sono cadenzati in base alle svolte della vicenda, che assume un aspetto sempre più grottesco e surreale man mano che Coxman continua la sua caccia, donando una comicità nervosa alla folle ricerca di violenza, per creare un personaggio che fa della sua apparente immobilità, l’elemento vincente su cui poggia l’intero film.

Un uomo tranquillo - Liam Neeson è Nels Coxman.
Un uomo tranquillo – Liam Neeson è Nels Coxman.

Indiani vs Vichinghi

Ebbene si non è una puntata alla Back to the future di Ciao Darwin ma è un contrasto concreto, motivato e relativamente soddisfacente, che fa a capo ai vertici di queste due diverse comunità. Da un lato abbiamo un capotribù forte e inevitabilmente contemporaneo, costretto a combattere da tutta la vita con le violenze e le tensioni razziali per la sua gente; dall’altro uno spietato uomo d’affari, mentalmente instabile, violento e avido, che vuole impossessarsi della città, per diventare il nuovo boss della droga. Tra le due fazioni si scatenerà una guerra tra bande senza esclusione di colpi in cui il “quieto” cittadino Neils Coxman si ritroverà irrimediabilmente coinvolto, nella sua scalata al colpevole.

Risate ad memoriam

Un uomo tranquillo è un prodotto originale ed audace in cui possiamo sicuramente notare una volontà di porsi diversamente rispetto ai classici filoni di genere, sfruttando una comicità surreale e cinica per saturare le vicende di scene assurde e no-sense che non guastano la visione generale ma bensì fanno emergere una particolare attenzione nella messa in scena, studiata sfortunatamente solo a metà. La caccia all’uomo di Coxman si conclude così in una progressiva resa dei conti in cui non si risparmiano colpi e battute ma dopo aver tinto la neve di rosso con il sangue dei colpevoli, non resta nient’altro da fare se non tornare al lavoro, in un’epicità che attraverso la quotidianità e l’ordinario diventa narrazione.

Un uomo tranquillo uscirà al cinema il 21 febbraio, distribuito da Eagle Pictures. Un film di Hans Petter Moland con Liam Neeson, Laura Dern ed Emmy Rossum.

Voto

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here