The Handmaid’s Tale, ecco il nuovo trailer della seconda stagione!

The Handmaid’s Tale, disponibile il nuovo trailer della seconda stagione, in arrivo il 25 aprile. È questo l’aspetto che ha la libertà?, si chiede June nelle nuove immagini.

A questo assomiglia la libertà? Con queste parole si apre il nuovo trailer della seconda stagione di The Handmaid’s Tale, serie pluripremiata basata sull’omonimo romanzo della scrittrice femminista Margaret Atwood. Continua il conto alla rovescia e l’attesa è tanta: i nuovi episodi della serie distopica con Elisabeth Moss arriveranno il 25 aprile sulla piattaforma di streaming Hulu e su TIMVision in Italia. Vi abbiamo già parlato di cosa ci aspetta in questa nuova stagione, ora il nuovo trailer aggiunge altri inquietanti dettagli e ulteriori domande su quale sarà il futuro di June e del suo bambino. I nuovi episodi riprenderanno fedelmente il romanzo atwoodiano, espandendone però la narrazione e approfondendo la maternità della protagonista e la sua lotta per ritrovare la figlia, rapita dal governo di Gilead. Saremo catapultati però in nuovi mondi di cui impareremo regole e dinamiche: dalle Colonie, dove è stata mandata Emily (Alexis Bledel), al Canada e in particolare Little America, dove arrivano i rifugiati scappati da Gilead e dove troviamo Moira (Samira Wiley) che cerca di ricostruirsi una vita, tra proteste e una ritrovata e libera sessualità.

The Handmaid's Tale

Il trailer è adrenalina pura e le immagini incalzano, accavallandosi l’una sull’altra, lasciandoci con il solito senso di angoscia e incredulità. In una scena vediamo le ancelle sul patibolo, con il cappio al collo, pronte ad essere impiccate, mentre zia Lydia (Ann Dowd) incalza con i soliti discorsi fatalisti di giudizio e punizione divina. Vediamo ancora il Comandante Waterford (Joseph Fiennes) mentre punta una pistola alla tempia di qualcuno (chi sarà?) in un bosco sperduto. E la Signora Waterford (Yvonne Strahovski) crede ancora nella causa di Gilead o sta tornando indietro sui propri passi? Diventerà consapevole di aver contribuito a creare un sistema in cui, in fondo, anche la sua voce vale meno? La vediamo intenta a protestare, circondata da sole donne, ma non sappiamo se sia il presente o un flashback del passato, ma sicuramente Serena continuerà ad avere un ruolo importante. Insomma, le domande sono tante. Per le risposte, dobbiamo aspettare ancora qualche settimana. Nel frattempo, vi lasciamo con la nostra recensione di tutta la prima stagione di The Handmaid’s Tale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here