Moeh presenta il singolo Cosce e il suo progetto artistico

Moeh
Moeh

Vi presentiamo la nostra intervista a Moeh, cantautore che ha pubblicato il nuovo singolo Cosce ma scopriamo insieme la scelta del nome e alcune informazione del suo progetto

Moeh. Il nome ha un significato particolare? 

Beh sì, nasce tempo fa. Avevo bisogno di trovare un nome d’arte per un evento musicale al quale dovevo partecipare. In quel periodo, molto confusionario per me, ero in fissa per due cose: sognare e partire per le Hawaii a cercare la pace. Così scrissi su Google traduttore  sognare, impostai l’ hawaiano ed uscì Moe. Successivamente decisi di aggiungere -h, perché è una lettera in cui mi rivedo molto. Silenziosa, ma dura quando serve. Comunque oggi sto in fissa per altri luoghi, ma quella di sognare ce l’ho ancora.

Cosce 🙁 è un singolo in cui passato e presente si stritolano, una corsa faticosa in cui ci si accorge di essere fermi sul tapis roulant. Come nasce l’idea del brano? 

Più che idea é un bisogno, uno stato d’animo. Avevo necessità di esprimerlo per liberarmene. Quando l’ho scritto ero esattamente al centro tra passato e presente, un posto in cui la malinconia, mista alla paura, era padrona di me. Mille voci dentro, voci contrastanti: amare o tagliare la corda. L’ho scritta di botto come tutte le volte che compongo. Tutta d’un fiato, con un peso nel petto. Quando la canto penso sempre a quel fiato, e sento quel peso quasi leggero, quasi.

Sei un romantico, lo abbiamo capito. Quanto sono importanti per te i sentimenti?

 Si lo sono e so pure che é un pregio ed allo stesso tempo un difetto. Camminano di pari passo con le emozioni che per me sono il motore della mia quotidianità, sono l’unica cosa che continua a legarmi a ciò che mi circonda. Ho, però, anche attimi in cui fuori non trovo nulla che li azioni, allora mi chiudo in me stesso. Cerco vibrazioni e sentimenti direttamente dentro di me o dentro chi mi fa stare bene. Con loro alla guida  viaggio dal mondo esterno al mio mondo in un battito di ciglia.

“Chiudimi tra le cosce, prima che scappi come le altre volte”. Alla fine, è rimasta?

Alla fine, io, come tutte le altre volte sono scappato via. Spero che un giorno impari a conoscermi. Anzi meglio di no, é figo così.

C’è qualche artista in particolare al quale ti ispiri? 

A dire il vero, non ho un’artista in particolare da cui prendo ispirazione. Ma se dovessi dirne uno.. Beh.. Kanye West. Per la sua genialità, per come ha rivoluzionato la musica, la moda. Da 0 a 100 da solo. Per me è un’artista a 360 gradi.

Il brano anticipa qualche progetto più grande? Magari, un album? Puoi svelarci qualcosa?
Domanda impegnativa. Ok , Forse si, non lo so. Posso dire di esser pronto a regalare tante mie storie , tanti miei momenti. Un po’ di malinconia mista ad egocentrismo sano. Sto aprendo cassetti nascosti che facevo finta di non vedere, e lo sto facendo con della buona musica in sottofondo.  Vedremo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome