Filming Italy Los Angeles 2022 conclusa, ospiti e foto: da Gabriele Muccino a Salvatore Esposito

Filming Italy - Los Angeles - Tiziana Rocca
Filming Italy - Los Angeles - Tiziana Rocca

Si è conclusa la settima edizione del Filming Italy Los Angeles: oltre 50 film, serie e documentari e tanti ospiti a partire da Gabriele Muccino e Il Volo fino a Salvatore Esposito e Joe Manganiello

Si è conclusa la settima edizione del Filming Italy Los Angeles che si è tenuto dal 28 febbraio fino al 3 marzo 2022 a Los Angeles, in collaborazione con APA (Associazione Produttori Audiovisivi) e sotto gli auspici del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles. Creato e organizzato da Tiziana Rocca, Agnus Dei e dall’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles, il Filming Italy Los Angeles oltre a promuovere l’Italia come set cinematografico e ponte tra la cultura italiana e americana, sostiene la crescita culturale italiana attraverso il suo cinema, l’internalizzazione dei prodotti dell’audiovisivo italiani e supporta le relazioni interculturali tra i vari registi, produttori ed artisti.

Il presidente onorario di questa edizione è stato Giancarlo Giannini. Per il grandissimo attore, orgoglio del Cinema Italiano, nel 2020 proprio il Filming Italy Los Angeles si è fatto promotore dell’assegnazione della stella – la XVI italiana – sulla Walk of Fame di Hollywood. A presiedere il comitato d’onore è stata l’icona del cinema e della bellezza italiana, Gina Lollobrigida.

Tiziana Rocca, che è anche Direttore artistico del Festival, ha dichiarato: «Sono molto felice dei risultati del Filming Italy Los Angeles di quest’anno, che edizione dopo edizione raggiunge dei traguardi sempre più inaspettati. In un momento difficile e complicato come questo, in particolare, le sfide sono state molteplici, in primis quella di tornare a organizzare un evento dal vivo e in presenza, a riempire una sala con il pubblico e condividere l’emozione sul palco di tanti artisti che dall’avvento della pandemia hanno visto messo a repentaglio il proprio lavoro e la propria arte. È con gioia che mi sento di affermare che questa enorme prova è stata finalmente superata e vinta».

Filming Italy - Los Angeles - Il Volo
Filming Italy Los Angeles – Il Volo

Per celebrare uno dei registi più talentuosi del nostro paese, è stato dedicato un omaggio a Gabriele Muccino, una maratona in cui il regista ha presentato la sua autobiografia La vita addosso. Io, il cinema e tutto il resto, oltre alle proiezioni del suo ultimo film, Gli anni più belli e delle prime puntate della sua prima serie A casa tutti bene. A Muccino, il cui lavoro è apprezzato e amato anche dal pubblico internazionale, è stato consegnato il Filming Italy Achievement Award per la sua strabiliante carriera costellata di successi dalle mani della star hollywoodiana Rosario Dawson.

Tra i primissimi eventi a ripartire in presenza a Los Angeles e con tantissimi ospiti dal vivo, inaugurando così la film awards season del 2022, il Filming Italy Los Angeles si è aperto con un’esibizione live de Il Volo sul palco dell’Harmony Gold Theater, un recital dedicato al Maestro e compositore premio Oscar Ennio Morricone. Per il loro ultimo album che ripercorre le melodie leggendarie del Maestro, Il Volo ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Music Award.

Spazio anche ad apprezzati artisti del panorama cinematografico italiano, come Salvatore Esposito, che per la serie Gomorra ha ricevuto il Filming Italy Best Movie Award, il riconoscimento in collaborazione con Best Movie – Box Office che viene assegnato agli attori che si sono distinti durante l’anno; e Pio e Amedeo che, in occasione della proiezione del loro film Belli ciao, hanno ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Comedy Award.

Una grandissima promozione del cinema italiano, con più di 50 titoli – tra film, serie televisive, cortometraggi e docu-film italiani, visti durante l’ultima stagione cinematografica e molti ancora inediti a livello mondiale – che sono stati resi disponibili e visionabili sulla piattaforma realizzata esclusivamente per il Filming Italy Los Angeles.

Filming Italy - Los Angeles - Tiziana Rocco e Joe Manganiello
Filming Italy Los Angeles – Tiziana Rocco e Joe Manganiello

Questi tutti gli artisti coinvolti durante il festival: il produttore e regista premio Oscar Nick Vallelonga; i pluripremiati attori Joe Cortese e John SavageMarta Milans, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Pomellato Award per la serie tv Netflix White Lines; Benjamin Mascolo, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles International Award per il film Time is up; Kasia Smutniak, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Actress Tv Series per Domina; Raoul Bova, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Sport Award per il docu-film Ultima gara; Vincenzo Salemme, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award per il film da lui diretto e interpretato Con tutto il cuore; Anastacia, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award Best Original Song per la colonna sonora del film American Night; Alessandro Siani, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Comedy Director Award per Chi ha incastrato Babbo Natale?.

Jeremy Piven, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Achievement Award; in collaborazione con EDI, è stato consegnato il Filming Italy Los Angeles Award “Visual Effects” a Stefano Leoni in qualità di Supervisore e ad Elisabetta Rocca come VFX Producer per Freaks Out; Vanessa Hudgens e Luisa Ranieri hanno ricevuto il Filming Italy Los Angeles Woman Power Award; per il loro continuo sostegno e aiuto alle donne che subiscono violenza, il Women Power Award è stato consegnato anche a Cecilia Peck e Inbal Lessner, rispettivamente regista e produttrice di Seduced: Inside the NXIVM Cult, un documentario in quattro parti che tratta di temi sensibili come lo stupro; Teresa Saponangelo, che ha parlato del suo ruolo in È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, ma anche delle altre donne nel film.

Frank Matano, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award per Una notte da dottore; Massimiliano Bruno, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award Best Director per Ritorno al crimine; Volfango De Biasi ha presentato Una famiglia mostruosa insieme a Massimo Ghini, che per lo stesso film ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles AwardJoe Manganiello, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Creativity AwardPif, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award Best Original Script per E noi come stronzi rimanemmo a guardare; Andrea Morricone, a cui è stato consegnato il Filming Italy Los Angeles Best Music Award in tributo ad Ennio Morricone; Alba Amira Ramadani, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Spotlight Award per American Night.

Filming Italy - Los Angeles - Salvatore Esposito
Filming Italy Los Angeles – Salvatore Esposito

Alessio Della Valle, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Award per American Night; Marina Cicogna, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Documentary AwardGabriele Mainetti, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Director Award per Freaks Out e anche il Premio Lazio Terra di Cinema, consegnatogli da Luciano Sovena, Presidente della Fondazione Roma Lazio Film Commission. Stefano Sardo ed Elena Radonicich hanno presentato al pubblico americano il loro ultimo film, Una relazione; Edoardo Falcone ha presentato Io sono Babbo Natale; Stefano Lodovichi ed Edoardo Pesce hanno presentato la serie di Sky Original, Christian; Remo Girone ha presentato Il diritto alla felicità; Paola Cortellesi e Riccardo Milani hanno presentato il loro ultimo film, Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto.

Il Festival quest’anno è stato dedicato alla memoria di Serge Rakhlin, Chairman of the Foreign Film Committee della HFPA e membro del comitato d’onore del Filming Italy sin dalle prime edizioni; un premio particolare di questa edizione, invece, è stato dedicato a Carla Fracci: a suo marito Beppe Menegatti è stato consegnato il Filming Italy Best Movie Award alla memoria dell’étoile più luminosa di tutti i tempi.

In collaborazione con Joel Rondi e Umberto Rondi, è stato assegnato il Premio Gian Luigi Rondi 100 per il centenario dell’illustre critico cinematografico italiano (dicembre 1921-dicembre 2021) alle opere di Paolo e Vittorio Taviani, quali nobilissimi esempi e modelli per ogni generazione di un cinema di alto profilo linguistico, culturale, emotivo e civile. Un cinema originale che fonde con uno stile classico e modernissimo la grande letteratura e l’epica popolare, esprimendo i fermenti più nuovi e propulsivi delle istanze sociali con un linguaggio nuovo e sorprendente, attraverso una cifra poetica e narrativa universalmente comprensibile come in Padre padrone o ne La notte di san Lorenzo (sulla lotta al nazifascismo), opera definita proprio da Gian Luigi Rondi, critico ma anche ex partigiano: “Il film della mia vita”.

Filming Italy - Los Angeles - Tiziana Rocca, Gabriele Muccino e Rosario Dawson
Filming Italy Los Angeles – Tiziana Rocca, Gabriele Muccino e Rosario Dawson

Si sono tenuti anche due panel istituzionali. Il primo dal titolo “Film, fiction, intrattenimento, documentari, animazione: in epoca di post-pandemia, l’industria mette al centro i contenuti e gli spettatori”, durante il quale diversi rappresentanti dell’industria audiovisiva italiana ed internazionale hanno avuto modo di discutere dei contenuti del settore cinematografico e d’intrattenimento e degli effetti della pandemia nei comparti e nei segmenti della filiera di produzione. Il 3 marzo invece, la giornata di chiusura del festival, è stato organizzato in collaborazione con ITA il secondo panel dal titolo “Women In Entertainment: The Next Steps” con la collaborazione di Alessandra Rainaldi, Trade Commissioner Los Angeles Office di ITA.

I temi che il festival ha approfondito quest’anno sono stati i diritti umani, il futuro dei giovani, le pari opportunità con la valorizzazione delle donne nel mondo del Cinema e la ripartenza della macchina cinematografica e televisiva dopo il lockdown. Confermata anche in questa edizione la collaborazione con Women in Film, TV & Media – Italia Los Angeles. Nato a Los Angeles, WIF sostiene le donne che lavorano nel mondo del cinema e dietro la macchina da presa dal 1973. Oggi le organizzazioni WIF in tutto il mondo stanno lavorando per un settore più equo attraverso programmi di sensibilizzazione, incentivi e sostegno legale. Proprio per supportare le donne del mondo del cinema – che il Filming Italy Los Angeles premia con il “Woman Power Award” – in questa occasione, Women in Film, Television & Media Italia ha presentato 3 cortometraggi/opera prima di alcune sceneggiatrici, attrici e produttrici di talento: Captain Didier di Margherita Ferri; Haiku on a Plum Tree di Mujah Maraini Melehi; La Napoli di mio Padre di Alessia Bottone.

Filming Italy - Los Angeles - Tiziana Rocca (2)
Filming Italy Los Angeles – Tiziana Rocca (2)

«Quest’anno abbiamo ricevuto le candidature di molte opere interessanti che ci hanno fatto scoprire vite reali o immaginate, accomunate tutte dalla ricerca della propria strada e della propria coerenza, nonostante gli ostacoli posti, in primo luogo, da società culturalmente arretrate. La scelta non è stata facile, a riprova della creatività delle autrici e creatrici che Women in Film, Television & Media Italia vuole supportare con opportunità come questa che unisce paesi che da sempre si vedono e si interpretano attraverso gli schermi. È fondamentale che proprio gli schermi, fisici o digitali, possano accogliere la maggiore varietà di sguardi e di storie e che l’interesse per le professioniste che li rendono visibili venga sostenuta e cresca. Le autrici devono diventare patrimonio comune e non solo femminile» ha detto Domizia De Rosa, Presidente di Women in Film, Television & Media Italia.

Durante il Festival la Titanus ha presentato cinque opere in versione restaurata (grazie ad un’accurata opera di adattamento ai formati audiovisivi contemporanei) che rappresentano un vero e proprio patrimonio culturale non solo per il nostro Paese, ma anche a livello internazionale. Sodoma e Gomorra, Il Gattopardo, L’Armata Brancaleone, La Ciociara e Phenomena sono infatti opere che hanno fortemente condizionato la cinematografia internazionale, ispirando registi, sceneggiatori, attori e gli stessi produttori sino ai giorni nostri, e questo le rende ancora storie attuali, potenti e indimenticabili. Con una library di 374 titoli che spaziano da capolavori del neorealismo italiano a trasposizioni cinematografiche di romanzi letterari di successo, l’azienda intende oggi avviare una nuova produzione di film e serie televisive nazionali e internazionali.

Il Filming Italy Los Angeles, in modalità 50% live e 50% digitale, si è tenuto sulla piattaforma streaming MyMovies, che ha creato per l’occasione una sala virtuale per il pubblico statunitense, che comprende anche produttori, distributori, artisti e dipartimenti di italiano e cinema di università locali.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui