Un viaggio a quattro zampe, recensione: film alternativamente on the road

Un viaggio a quattro zampe, recensione: film alternativamente on the road

Un viaggio a quattro zampe è un film pronto a regalare emozioni forti e piacevoli a qualsiasi amante degli animali: nonostante qualche passaggio troppo romanzato, la pellicola si propone davvero come una divertente avventura on the road con una protagonista davvero alternativa.

Un viaggio ‘on the road’… alternativo

Lucas (Jonah Hauer-King) è un amante della animali, pronto a tutto pur di difendere i loro diritti. Impegnato nel salvaguardare la sopravvivenza di una cucciolata di gatti randagi, si imbatte in un cucciolo di cane cui è stata portata via la mamma. Il feeling è immediato e la cagnolina – Bella, per l’esattezza – trascorre serenamente i suoi primi anni di vita con Lucas e sua madre Terri (Ashley Judd). Purtroppo il fervore animalista gli Lucas dà fastidio al proprietario di quel terreno, che decide di denunciare Bella: se verrà trovata fuori casa, verrà soppressa. Per salvarla Lucas è costretto a mandarla momentaneamente da alcuni parenti che vivono fuori città, ma il cane scappa via: direzione, casa. Peccato che ci siano 400 miglia da percorrere (oltre 640 chilometri), tra nuovi amici e terre sconosciute. Nulla, però, potrà scoraggiare la tenace Bella.

Tratto dal romanzo di William Bruce Cameron

Un viaggio a quattro zampe è tratto dal romanzo di William Bruce Cameron. La sceneggiatura è frutto del lavoro dello scrittore e di Cathryn Michon. Non è la prima volta che i libri di Cameron danno vita a pellicole cinematografiche e in ognuna i protagonisti appartengono al mondo animale. Che questo sia il genere preferito dallo scrittore è lampante: la sua visione pende sempre in loro favore, dimostrando un legame che va ben oltre le ragioni puramente professionali. L’attaccamento agli animali che compaiono nella storia (per i quali non si è risparmiata la computer grafica) regala un’anima tenera e sentimentale alla storia, capace di far sorridere (ma anche di commuovere) tutta la famiglia. Impossibile non tifare per Bella, costretta ad affrontare una sfida proibitiva. Durante il cammino si presentano soluzioni alternative per l’adorabile cagnolina (quale ad esempio un nuovo padrone pronto ad occuparsi di lei con amore), ma nel suo cuore esiste solamente una decisione possibile: tornare da Lucas, costi quel che costi.

Un viaggio a quattro zampe: Bella tra le braccia del suo Lucas, interpretato da Jonah Hauer-King
Bella tra le braccia del suo adorato Lucas (Jonah Hauer-King)

Un guinzaglio invisibile fatto d’amore

Il vero e unico protagonista di Un viaggio a quattro zampe è l’amore incondizionato che lega un cane al suo umano. Bella è distante centinaia di chilometri da casa ma sente il richiamo di un guinzaglio invisibile che la spinge a superare ogni ostacolo, lontananza compresa. La pellicola prova ad immaginare i sentimenti provati dall’animale in ciascuna situazione – peccando a volte di eccessiva lacrimevolezza o di eccesso di buonismo – ma può essere perdonato proprio in virtù dell’intento finale: sublimare la felicità che prova qualsiasi animale nel ritrovare il proprio umano. Non si tratta semplicemente di una cuccia, ciotole piene di acqua e cibo o un rifugio sicuro: quella persona è ormai parte integrante della sua quotidianità e nulla può prenderne il posto. Chiunque si sia mai preso cura di un animale domestico, cani in primis, non potrà che concordare.

La splendida anima di un cane speciale

Un viaggio a quattro zampe pone l’accento sul rapporto cane-uomo in maniera romantica e coinvolgente. Lo spettatore assiste con emozione al momento in cui il cane sceglie l’umano e l’umano accetta di portare a casa con sé quel cucciolo così bisognoso d’affetto. Allo stesso modo, dalla poltrona è impossibile non comprendere a pieno il dolore di entrambi nel momento della separazione. La lacrima è dietro l’angolo ma ogni scena è pronta ad insegnare qualcosa a grandi e piccoli: gli uomini dovrebbero imparare dagli animali e questo assunto non potrebbe essere più imperativo. Nel film diretto da Charles Martin Smith, sono gli animali ad uscire vincitori su tutta la linea: se le difficoltà nascono dal desiderio di vendetta dell’uomo, le soluzioni provengono direttamente dal grande cuore degli animali.

Un viaggio a quattro zampe arriva nelle sale italiane il 14 marzo 2019 distribuito da Sony Pictures Italia e Warner Bros. Pictures Italia. La voce di Bella, nella Version e originale, è dell’attrice Bryce Dallas Howard.

VOTO:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome