Le Stagioni Russe, on-line balletti e opere: prima Romeo e Giulietta, poi I solisti di Mosca

Le Stagioni Russe, on-line balletti e opere: prima Romeo e Giulietta, poi I solisti di Mosca

Stay home with Russian Seasons: il progetto culturale internazionale Le Stagioni Russe continua la propria attività on-line e trasmette le più belle storie d’amore. Mercoledì 8 aprile è la volta di Romeo e Giulietta, venerdì 10 tocca invece a I solisti di Mosca.

Il progetto culturale internazionale Le Stagioni Russe continua la propria attività on-line. Nell’ambito del progetto Stay home with Russian Seasons vengono resi accessibili i materiali video delle compagnie artistiche russe e degli enti di cultura importanti che hanno preso parte delle “Stagioni Russe-2020” e delle sue edizioni precedenti. La terza settimana del progetto “Stay home with Russian Seasons” è dedicata agli eventi più brillanti di “Le Stagioni” svoltesi in Italia e Germania; il programma verrà realizzato con il supporto dei social come “Vkontakte” e “Odnoklassniki” nell’ambito della “Maratona dell’Arte”.

Mercoledì 8 aprile alle 19:00 gli ammiratori della cultura russa potranno assistere on-line al grandioso balletto sul ghiaccio di Il’ja Averbukh Romeo e Giulietta, (quello che è stato presentato su uno dei palchi scenici più famosi d’Europa – sull’Arena di Verona – nell’ambito delle “Stagioni Russe” in Italia). “Per me lo spettacolo ‘Romeo e Giulietta’ ha rappresentato la conferma del fatto che ormai abbiamo raggiunto un livello veramente nuovo nel mettere in scena gli show sul ghiaccio; è infatti uno show di altissimo livello mondiale. Siamo riusciti a creare un balletto che per le sue dimensioni, per le soluzioni visuali e scenografiche ardite supera in grande misura tutto cio’ che era stato creato prima di esso”, − osserva Il’ja Averbukh.

Allo spettacolo sul ghiaccio Romeo e Giulietta partecipano i pattinatori russi più famosi: le parti dei protagonisti sono assegnate a ben sei olimpionici, tra cui Tatiana Volossozhar e Maxim Tran’kov, Alexej Jagudin e Roman Kostomarov. Le parti di Romeo e della Giuletta verranno interpretate dai campioni olimpici, pentacampioni europei, due volte campioni del mondo Tatiana Tot’mjanina e Maxim Marinin. Il balletto è creato a base dei pezzi musicali di Prokofjev, Mozart, Bach, Mendelsson e dei brani originali creati dal famoso autore russo dei musical, il compositore Roman Ignat’jev. Lo svolgimento dello spettacolo di Il’ja Averbuch su uno dei palchi scenici più importanti del mondo, nell’ex anfiteatro romano nel pieno centro della città riuscì nonostante il brutto tempo. Anche se l’amministrazione municipale dispone tassativamente di cancellare gli spettacoli nel caso di pioggia, l’Arena di Verona quel giorno ebbe un pienone. Questo è solo un esempio del bel legame instauratosi tra i due Paesi.

Allo spettacolo sul ghiaccio Romeo e Giulietta partecipano i pattinatori russi più famosi: le parti dei protagonisti sono assegnate a ben sei olimpionici, tra cui Tatiana Volossozhar e Maxim Tran'kov, Alexej Jagudin e Roman Kostomarov
Allo spettacolo sul ghiaccio “Romeo e Giulietta” partecipano i pattinatori russi più famosi: le parti dei protagonisti sono assegnate a ben sei olimpionici, tra cui Tatiana Volossozhar e Maxim Tran’kov, Alexej Jagudin e Roman Kostomarov

Venerdì 10 aprile alle 19:00 il programma culturale della terza settimana del progetto Stay home with Russian Seasons terminerà con il concerto della compagnia di camera I solisti di Mosca diretta da Yurij Bashmet svoltosi nell’ambito del concerto della chiusura solenne del progetto delle «Stagioni Russe» in Germania. Nella celebre Elbphilarmonie – Sala filarmonica sull’Elba – i musicisti hanno eseguito i pezzi musicali di Alfred Shnitke (“Sonata in trio per l’orchestra d’archi”), Kuz’ma Bodrov (“Cinque riflessi sul tema del capriccio di Paganini”), Piotr Ciajkovskij (sestetto d’archi “Souvenir de Florence”). E’ degno di nota che l’evento abbia avuto luogo nell’anno dell’85º anniversario della nascita di A. Shnitke. Si ricorda che quella sera alla Elbphilarmonie erano presenti anche molti personaggi importanti, tra cui l’ex Cancelliere federale tedesco Gerhard Schröder che ha elogiato con tanta ammirazione l’esecuzione musicale del collettivo russo. Grazie al progetto Stay home with Russian Seasons la registrazione ufficiale del concerto è accessibile a tutti gli amanti della musica classica.

“Il progetto delle «Stagioni» ha superato i confini nazionali e statali. L’idea di creare un servizio online ha gia’ trovato sostenitori negli Ambasciatori plenipotenziari dei Paesi che partecipano direttamente al progetto, nonche’ tra gli esponenti della cultura. Stiamo continuando la nostra attività e prepareremo degli eventi speciali interessanti per chi ci segue. La nostra missione comune, nel superare le odierne difficoltà, è quella di coltivare la bellezza, sostenerci a vicenda, conservare i legami culturali e conoscere meglio l’un l’altro”, – sostiene il direttore dell’Ente autonomo non commerciale “Le Stagioni Russe” Alexej Lebedev.

Per saperne di più

Le Stagioni Russe (qui la pagina Facebook ufficiale) è un grandioso progetto che mira a far conoscere la cultura russa agli spettatori europei. Nel programma del festival che sarà attivo per tutto il 2020 in Francia, Belgio e Lussemburgo ci sono mostre, spettacoli teatrali, concerti di musica sinfonica, balletti, progetti sull’arte cinematografica, tournée delle famose compagnie di arte tradizionale, festival del circo e dell’arte. Nel 2017 le Stagioni Russe si sono svolte ad altissimo livello in Giappone dove ben 250 eventi hanno collegato 40 città. Nel 2018 le “Stagioni Russe” hanno “conquistato” l’Italia con 310 eventi ospitati da 74 citta’. Nel 2019 in 90 citta’ della Germania si sono svolti 437 eventi delle “Stagioni Russe”.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui