Fast & Furious – Hobbs & Shaw, la recensione dell’elettrizzante spin-off

Fast & Furious Hobbs & Shaw, la recensione

Fast & Furious – Hobbs & Shaw segna il ritorno di Dwayne Johnson e Jason Statham in un film meno noir del solito, trasformatosi in una commedia ricca di battute in cui l’azione non manca. Film divertente ma finale da rivedere.

Tornano dopo due anni Hobbs e Shaw, gli agenti segreti dalle personalità diametralmente opposte che nel nuovo capitolo della saga di Fast & Furious saranno costretti a lavorare in sinergia per salvare il mondo. Nell’ultimo film Dwayne Johnson e Jason Statham si erano scontrati, nei panni rispettivamente di Luke Hobbs e Deck Shaw: il primo è un agente segreto del DSS e il secondo un ex agente dell’esercito inglese. Apparentemente due personalità impossibili da conciliare, costretti poi a collaborare quando il folle Brixton (Idris Elba) tenta di rubare un virus letale dall’MI6 all’agente Hattie Shaw (Vanessa Kirby), sorella di Deck. Per evitare che cada nelle mani sbagliate la coppia Hobbs e Shaw dovrà superare diversi complicati ostacoli..

Regia lineare e all’altezza delle aspettative

Fast & Furious – Hobbs & Shaw è diretto da David Leitch, regista di Deadpool 2 e Atomica Bionda. Anche in questo film emergono le sorprendenti abilità registiche di uno che ha lavorato per anni tra gli stuntman e che quindi conosce bene l’arte coreografica di inseguimenti ed esplosioni, con la non scontata (per un action) cura di fotografia, primi piani e dettagli, che contribuiscono all’ottima riuscita dal punto di vista visivo.

Fast & Furious Hobbs Shaw: Statam e Johnson
Fast & Furious – Hobbs & Shaw: Jason Statam e Dwayne Johnson

Addio action e noir, benvenuti commedia e road-movie

Il nuovo spin-off nella saga si colloca “fuori dagli schemi” confronto ai precedenti: abbandonati definitivamente l’azione e il noir serioso (e noioso), il film si indirizza verso la commedia esilarante. Hobbs e Shaw fanno sorridere lo spettatore, litigano e battibeccano continuamente anche nei momenti più concitati. Non manca nemmeno la l’ormai tipica piega road-movie; i protagonisti infatti partono da Londra giungendo fino alle isole Samoa e toccando anche per la Russia. Una scelta di sceneggiatura ultimamente di moda nelle produzioni americane (basti pensare all’ultimo Hellboy o a Man In Black: International).

Un finale deludente per un film elettrizzante

La delusione arriva nel finale. Dopo un movimentato combattimento, il tema che porta lo spettatore alla riflessione è che, in un modo o nell’altro, l’umanità si oppone e rifiuta il potere della tecnologia, tema diventato ormai un cliché. Fast & Furious – Hobbs & Shaw resta comunque un film adrenalinico dai ritmi elettrizzanti. Presente il controfinale al termine dei titoli di coda (durante i quali si spoilera il finale di Game of Thrones!), che apre la porta ad un nuovo sequel, mentre ci si aspettano grandi risultati al box office per la coppia Hobbs e Shaw, dopo i quasi 3 miliardi di dollari incassati nel mondo dagli ultimi due capitoli di Fast & Furious.

Fast & Furious – Hobbs & Shaw, diretto da David Leitch con Dwayne Johnson, Jason Statham, Vanessa Kirby, Idris Elba, Eddie Marsan, Stephanie Vogt uscirà nei cinema l’8 agosto 2019, distribuito da Universal Pictures.

Voto

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui