Coronavirus, 11 aprile: 619 decessi, ancora 4.694 nuovi casi in Italia

Coronavirus, diramato il bollettino dell’11 aprile con il numero dei morti in Italia, i nuovi contagi e i guariti delle ultime 24 ore. Gli aggiornamenti del capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, accompagnato dal prof. Alberto Villani, Presidente della Società italiana di Pediatria.

Aggiornata la situazione Coronavirus (qui tutte le news sull’emergenza). Nel corso della quotidiana conferenza stampa il capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha ufficializzato il numero dei morti, dei nuovi contagi e dei guariti in Italia alla data dell’11 aprile 2020. Accanto a lui il prof. Alberto Villani, Presidente della Società italiana di Pediatria. Nel corso dell’ultima giornata i dimessi guariti sono stati 2.079, per un totale di 32.534. Il numeri di nuovi contagi è pari a 4.694, i quali aumentano i casi attivi di 1.996 unità, arrivando così a 100.269 (152.271 in tutto). Di questi 68.744 si trovano in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 3.381 sono in terapia intensiva e sub-intensiva mentre (-116 rispetto al giorno precedente), 28.144 sono ricoverati con dei sintomi (-98 rispetto al giorno precedente). Si registrano infine 619 decessi, per un totale di 19.468.

In campo ci sono 20.616 volontari della Protezione Civile (numero più alto registrato dall’inizio dell’emergenza), ai quali si aggiungono i vigili del fuoco, le forze armate e le forze di polizia, oltre al personale sanitario e al personale delle regioni. 88 infermieri/e hanno raggiunto le regioni del Nord maggiormente bisognose di supporto, mentre un altro gruppo della task force ha raggiunto in nottata l’Abruzzo e le Marche. A tutti loro Borrelli ha rinnovato la sua gratitudine. Il conto corrente della Protezione Civile conta 116 milioni di euro (25 milioni sono stati impiegati nella giornata odierna), che verranno utilizzati per l’acquisto di dpi e ventilatori per la terapia intensiva, nonché per il potenziamento delle strutture sanitarie. Per quanto riguarda i tamponi, in Italia ne sono stati fatti oltre 963mila (57mila nelle ultime 24 ore).

Il prof. Alberto Villani, Presidente della Società italiana di Pediatria, per un focus su Coronavirus e bambini
Il prof. Alberto Villani, Presidente della Società italiana di Pediatria, per un focus su Coronavirus e bambini

Focus: Coronavirus in età pediatrica

Il prof. Villani ha esposto un focus epidemiologico sui bambini dagli 0 ai 18 anni, dividendo l’età pediatrica in fasce (0-1 anni, 2-6 anni, 7-11, 12-18). Per ciascuna fascia d’età sono stati registrati circa 400 casi di Coronavirus, ad eccezione della fascia 12-18 in cui se ne contano circa 900. Di fatto, le ospedalizzazioni sono state solo 44 nella fascia 0-1 e una trentina per ciascuna delle altre fasce. Solo il 7% dei pazienti in età pediatrica viene ospedalizzato. I dati si riferiscono all’Italia e questo ottimo risultato è legato al distanziamento sociale adottato dai cittadini. Infine, il prof. Villani ha assicurato che il percorso nascita è sicuro e garantito sia alle pazienti positive al Coronavirus che a quelle negative. Alcune strutture permettono alle partorienti di essere accompagnate, altre invece non lo consentono affinché al loro interno transiti il minor numero di persone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome