Shawn Mendes – The Album: recensione della nuova raccolta di Shawn Mendes.

SM Banner

Shawn Mendes è il nuovo album del non ancora ventenne cantautore canadese Shawn Mendes appunto. Nella tracklist spazio ai due singoli di lancio dell’album usciti nel mese di marzo In my blood e Lost in Japan.

La continua ricerca della perfezione

Shawn Mendes si colloca come il terzo album in studio della popstar canadese in cui le quattordici tracce riassumono le tendenze, le abilità e i gusti di un ragazzo la cui notorietà è stata dapprima raggiunta attraverso il canale web per poi perseguire nel panorama musicale internazionale. Questo iter può sembrare una naturale preparazione del terreno attraverso il percorso del web, apparentemente la via più facile per farsi conoscere, per poi approdare nelle sale d’incisione e sui palchi da concerto. Sembra che Shawn abbia riconosciuto che va bene la notorietà ma questa deve essere continuamente confermata perché, e l’ultimo album ne è un valido esempio, non è la pratica a garantire la perfezione bensì la pratica della perfezione a rendere l’individuo perfetto.

Varietà di stati d’animo

Rispetto ai lavori precedenti, nel suo album omonimo Shawn Mendes decide di provare ad asciugare il proprio sound. Così sono nati brani come Perfectly WrongWhen You’re ready, Fallin’ all in you caratterizzate dalla semplicità con cui la linea melodica vocale viene leggermente sostenuta dagli accordi arpeggiati della chitarra. Qualcosa del passato resta come in Like to be you, dove la componente ritmica è focalizzata sull’impiego di un iterato percussivo folk sul quale giocano i colori vocali del cantante e di Julia Michaels in duetto. La varietà che permea il profilo estetico dell’album non manca in In My blood, uno dei singoli di lancio, dove si verifica una classica ma sempre efficace fusione delle sonorità più classiche del rock e del pop.

Carrellata di collaborazioni

L’ascolto dei 14 brani dell’album Shawn Mendes evidenzia come il cantante, riconoscendo di essere ancora “inesperto” e giovane, non abbia manifestato timore nell’affidarsi a diverse consulenze di gente del mestiere. Il brano Youth, un misto di contemporary R&B e di elementi soul, è eseguito in duetto con il cantante Khalid; il testo è una risposta emotiva concentrato sullo stato d’animo dell’essere umano dopo gli attacchi terroristici subiti dall’Inghilterra nella metropoli Manchester e nella capitale Londra. Ryan Tedder, leader dei One Republic, cura le risposte vocali in controcanto di Particular Taste mentre romantico Ed Sheeran non poteva fare altro che collaborare ad un brano che più strappalacrime non si può: Fallin’ all in you

Maturità?

Comprensibile con la giovane età e l’inesperienza in un mondo così complicato come quello della discografia musicale la sensazione è che Shawn Mendes non abbia ancora deciso da che parte stare. Non si può chiedere molto, comunque, ad un ragazzo non ancora ventenne in cerca non solo di un percorso professionale ma, forse, anche di un tracciato che riguarda più da vicino la sfera privata. Shawn Mendes non è ma può arrivare ad essere l’album di inizio della svolta per il cantante. Un lavoro in cui la ricerca musicale avviene in modo sapiente e maturo per un cantante alla sua terza raccolta completa.

Shawn Mendes – The Album è il nuovo album del cantante canadese Shawn Mendes. Nella tracklist spazio ai due singoli di lancio usciti nel mese di marzo In my blood e Lost in Japan. L’album è uscito il 25 maggio distribuito dalla Island Records.

Tracklist

  1. In my blood
  2. Nervous
  3. Lost in Japan
  4. Where were you in the morning?
  5. Like to be you – feat. Julia Michaels
  6. Fallin’ all in you
  7. Particular taste
  8. Why
  9. Because I had you
  10. Queen
  11. Youth – feat. Khalid
  12. Mutual
  13. Perfectly Wrong
  14. When You’re Ready

[yasr_overall_rating]

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui