Giochi di potere, recensione: un thriller politico che non molla la presa

Giochi di potere 2018 recensione

Giochi di potere è un thriller politico da manuale, caratterizzato da uno scandalo realmente avvenuto e arricchito dalla presenza di attori quali Theo James, Ben Kingsley e Jacqueline Bisset.

La storia di Michael Soussan

Michael (Theo James) è un giovane idealista che da sempre desidera ripercorrere la carriera diplomatica del padre. Dopo aver tentato più volte di entrare alle Nazioni Unite, il suo sogno si avvera: farà parte del progetto Oil for Food, teoricamente nato per aiutare l’Iraq con la fornitura di cibo e medicinali. Piano piano tuttavia si palesa uno scenario ben diverso, fatto di corruzione ai piani alti dell’organizzazione. Dopo i primi sospetti il ragazzo decide di confidarsi con il suo capo e mentore Pasha (Ben Kingsley), ma l’uomo sembra propenso a far cadere i sospetti anziché scavare più a fondo. La tenacia della coordinatrice Mrs Dupre (Jacqueline Bisset, vista di recente in Doppio Amore) e della traduttrice curda della quale si innamora (Nashim, interpretata da Belçim Bilgin) aiuteranno Michael a trovare il coraggio di fare la cosa giusta, per quanto complessa possa essere.

Oil for food

Quello dell’Oil for Food (letteralmente “Petrolio in cambio di cibo”) rappresenta il più grande scandalo finanziario delle Nazioni Unite. Le sovvenzioni all’Iraq si sono infatti rivelate un modo per sfruttare le risorse petrolifere di un Paese già dilaniato dalla guerra e dalla dittatura di Saddam Hussein. I buoni propositi hanno lasciato il posto ad una fitta rete di interessi, compromessi e tangenti che hanno coinvolto le più grandi potenze europee. La realtà è venuta a galla nel 2002 grazie alla testimonianza di Michael Soussan, il quale ha deciso di denunciare ciò che aveva visto con i propri occhi sulle pagine del Wall Street Journal e nel libro Backstabbing for Beginners: My crash course in International diplomacy (biografia dalla quale è tratto Giochi di potere).

Giochi di potere: Michael (Theo James) e Pasha (Ben Kingsley) hanno un duro confronto
Michael (Theo James) e Pasha (Ben Kingsley) hanno un duro confronto

Un protagonista integerrimo

Il personaggio di Micheal, interpretato con talento dal giovane James, piace per i suoi valori e per la sua trasparenza. Il giovane non scende facilmente a compromessi e si dimostra pronto a rinunciare a tutto ciò che si è costruito con fatica pur di rendere onore alla verità e alla giustizia. In Iraq non esita ad esporsi pur di vedere con i propri occhi ciò che arriva realmente alle varie regioni del Paese, inoltre risponde con un secco rifiuto a chiunque gli proponga danaro in cambio di silenzio. Questo eroe della porta accanto avvicina lo spettatore alla storia: dalla poltrona non si può che ammirare un ragazzo disposto a sacrificare lavoro, amore, carriera e persino la sua stessa vita in nome di un’integrità morale che ormai non si è più abituati a dare per scontata.

Regia vivace che risucchia nella storia

La regia di Per Fly – che ricopre anche il ruolo di co-sceneggiatore – va apprezzata per il ritmo incalzante e per la capacità di combinare semplicità narrativa e una buona esecuzione stilistica. Gli intrighi e la fitta rete di corruzione che si celano dietro all’Oil for Food vengono resi con immediatezza, riuscendo così a non annoiare mai. Al contrario, al pubblico viene il desiderio di andare a fondo nelle vicenda e di scendere in campo al fianco di Michael tra intrighi, mosse e contromosse. La pellicola scorre via in modo piacevole, merito che va ovviamente diviso tra regia, sceneggiatura e cast: quando si può contare su due veterani quali il premio Oscar Ben Kingsley e Jacqueline Bisset, accanto a giovani di talento come Theo James e Belçim Bilgin, ogni impresa diventa immediatamente molto meno ardua.

Giochi di potere arriva nelle sale italiane l’11 luglio 2018 distribuito da M2 Pictures. Nel cast tecnico anche Daniel Pyne e Lars Knudsen, rispettivamente co-sceneggiatore e produttore della pellicola.

VOTO:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui