Disney+ e Pixar, diffuso il trailer del documentario A Spark Story

Disney+ e Pixar Animation Studios diffondono il trailer di A Spark Story: in arrivo su Disney+ dal 24 settembre, il nuovo documentario racconta il lavoro dei registi dei nuovi corti Pixar Nona e Vent’anni

Disney+ e Pixar Animation Studios hanno diffuso il trailer del nuovo documentario A Spark Story, una co-produzione tra Pixar e Supper Club che offre uno sguardo approfondito sul processo di creazione dei corti SparkShorts di Pixar, mostrando come i due registi si impegnino a portare sullo schermo le loro visioni uniche e personali. Diretto da Jason Sterman e Leanne Dare di Supper Club (Chef’s Table), e prodotto da Sterman, Brian McGinn e David Gelb in collaborazione con Pixar, A Spark Story arriverà su Disney+ il 24 settembre 2021. Jason Sterman ha dichiarato: “Penso che gli spettatori saranno molto sorpresi da quanto la narrazione personale sia parte integrante del processo di creazione dei film Pixar. Ci vogliono davvero tante persone per dare vita a uno di questi film e si può sentire il tocco personale dei registi in ogni aspetto. Mi auguro che A Spark Story riesca a dare al pubblico un maggiore consapevolezza sulle persone e le personalità che danno vita a questi film”.

A Spark Story presenta al pubblico Aphton Corbin (regista di Vent’anni) e Louis Gonzales (regista di Nona) mentre affrontano le difficoltà legate al nuovo ruolo di leadership e alla responsabilità di ispirare il proprio team. Offrendo uno sguardo esclusivo e coinvolgente sui registi e sui loro film, il documentario esplora la filosofia creativa che rende unica Pixar. “Come Louis e Aphton, questa era la nostra prima volta come registi, quindi potevamo identificarci in molte delle esperienze che stavano vivendo”, ha affermato Leanne Dare. “Abbiamo vissuto le stesse situazioni cercando di trovare la nostra storia e di capire come guidare la nostra squadra, affidandoci al nostro istinto e compiendo dei salti nel buio, consapevoli del fatto che avremmo capito come affrontare il tutto. Questo ci ha aiutato a connetterci con le loro storie e ad apprezzare i loro approcci unici allo storytelling”.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui