Come ti divento bella, recensione della commedia femminista con Amy Schumer

Come ti divento bella Locandina

Come ti divento bella, nelle sale italiane la commedia contro gli stereotipi fisici e il body shaming interpretato dalla travolgente Amy Schumer e da una sorprendente Michelle Williams.

Specchio specchio delle mie brame

In Come ti divento bella Renée Bennett (Amy Schumer), trentenne newyorkese sovrappeso perennemente in conflitto con il suo aspetto fisico, gestisce il sito web dell’azienda di cosmetici dell’icona glamour Lily LeClaire (Lauren Hutton) nel sotterraneo di un ufficio di Chinatown. Il suo più grande desiderio è arrivare ai piani alti della sede principale della LeClaire, situata in un lussuoso grattacielo nel cuore di Manhattan, ma la sua fisicità non conforme agli standard canonici delle riviste patinate non le permettono di varcare la soglia del tanto agognato edificio. Un giorno, dopo un grottesco incidente durante una lezione di spinning, batte la testa e perde i sensi, risvegliandosi poi perdutamente innamorata della sua immagine allo specchio, evento che la porterà a cambiare radicalmente il suo stile di vita.

Amy Schumer e Rory Scovel in una scena
Amy Schumer e Rory Scovel in una scena

Femminismo e lotta al bullismo

Come ti divento bella (sgraziata traduzione italiana del più consono originale I Feel Pretty) arriva nelle sale al momento giusto, proprio quando la nuova ondata di femminismo sta facendo tremare le poltrone dei potenti e il movimento #MeToo sta cambiando le regole dello showbiz e del cinema stesso. La commedia affronta con intelligente leggerezza l’orrendo fenomeno mediatico del body shaming, prendendosene gioco e veicolando l’importante messaggio che nessuno può essere ridotto a mero contenitore, ma che ogni essere umano ha un potenziale inespresso pronto a esplodere nel momento in cui abbandona i costrutti sociali, accettandosi così com’è e credendo in se stesso.

Amy e le altre

Non a caso, per il ruolo della protagonista è stata scelta la comica Amy Schumer (star della serie tv Inside Amy Schumer e interprete di Quel disastro di ragazza e Fottute) nuova voce della comicità femminista ed ex vittima di bullismo; una vera forza della natura che non ha paura di usare l’esilarante verve della propria fisicità, espediente che fino a qualche tempo fa era esclusivamente ad appannaggio dei colleghi maschi. La Schumer con la sua prorompente vitalità, riesce a tenere in piedi una storia banale e in alcuni passaggi forse un po’ troppo buonista e stucchevole, supportata dall’ottima spalla Michelle Williams, la ormai cresciuta e affermata ex Jen di Dowson’s Creek, che si cala perfettamente nel suo primo ruolo comico regalando un risultato sorprendente. Da menzionare anche i cameo di Naomi Campbell, Emily Ratajkowski e Lauren Hutton che denigrano brillantemente tutto ciò che incarnano.

Naomi Campbell e Michelle Williams in una scena
Naomi Campbell e Michelle Williams in una scena

I riferimenti cinematografici

In questa favola comica dei giorni nostri i riferimenti a opere precedenti non mancano, primo fra tutti Big con Tom Hanks, che gli sceneggiatori Abby Kohn e Marc Silverstein (già autori di La verità è che non gli piaci abbastanza e Single ma non troppo) hanno omaggiato inserendo la scena in cui il piccolo Josh esprime il desiderio di diventare adulto. Inoltre sembra evidente che attorno all’insicura e goffa Renéè aleggi l’ombra dell’antesignana Bridget Jones, personaggio iconico dell’inadeguatezza fisica e sociale, alla perenne ricerca del vero amore e continuamente in lotta per l’affermazione professionale.

Il caso mediatico negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti Come ti divento bella è diventato un vero e proprio caso mediatico: infatti oltre ad aver incassato 48 milioni di dollari, ha anche contribuito a incoraggiare migliaia di americane a mostrarsi sui social senza filtri o ritocchi, permettendo così di sdoganare timori e imbarazzi e di combattere gli stereotipi che ogni giorno ingabbiano tutte le donne del mondo nella costante e disperata ricerca della perfezione fisica. Quindi al di là della trama inflazionata e scontata, la vera ragione per non perdersi questo film è racchiusa nella lezione di autostima e di amore verso se stessi che ludicamente insegna.

Come ti divento bella (titolo originale I Feel Pretty) diretto da Abby Kohn e Marc Silverstein, con Amy Schumer, Michelle Williams, Lauren Hutton, Naomi Campbell, Emily Ratajkowski, Busy Philipps, Rory Scovel e Tom Hopper, è nelle sale italiane dal 22 agosto distribuito da Lucky Red.

Voto

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui