Arena Suzuki dai 60 ai 2000, seconda serata con Kool & The Gang, Blue, Lorella Cuccarini

Arena Suzuki 2023 - Amadeus - Ennevi foto
Arena Suzuki 2023 - Amadeus - Ennevi foto

Su Rai1 la seconda serata di Arena Suzuki dai 60 ai 2000 con Kool & The Gang, Blue, Lorella Cuccarini e molti altri

Stasera mercoledì 27 settembre, andrà in onda su Rai1 (ore 21.25) la seconda delle tre serate dall’Arena di Verona Arena Suzuki dai 60 ai 2000, con Amadeus e le canzoni più iconiche di cinque decenni di musica italiana e internazionale interpretate dagli artisti originali! Amadeus, nel ruolo di padrone di casa e di dj, insieme a dj Massimo Alberti, farà ballare il pubblico da casa dalla ormai iconica super consolle.

Arena Suzuki dai 60 ai 2000, cast della seconda serata

Ospiti speciali i Kool & The Gang, il gruppo statunitense simbolo del mitico Studio 54 di New York che spazia dal jazz al soul, dal funk alla disco, con le hit “Celebration” e “Fresh”. Sul palco Gala e la sua celebre “Freed From Desire”, Lorella Cuccarini che accende l’Arena con l’intramontabile “La notte vola”, The Rubettes (“Sugar Baby Love”), Orietta Berti con “Quando l’amore diventa poesia” e il gran successo “Fin che la barca va”, il ritorno in Italia dei Blue con “One love” e “A chi mi dice”, Jimmy “Bo” Horne con “Gimme Some” e “Dance Across The Floor”, Ice Mc “It’s A Rainy Day” e “Think About The Way”.

Amedeo Minghi si esibisce in “1950” e a sorpresa, dopo più di 30 anni, torna in duetto con Mietta cantando la celebre “Vattene amore” con cui salirono sul palco del Festival di Sanremo nel 1990! E ancora Plastic Bertrand (“Ça Plane Pour Moi”), Jalisse con “Fiumi di parole”, Alexia con il medley “Hu la la la – Happy – Summer is crazy” e “Dimmi come”,  Laid Back  (“Sunshine Reggae”), Whigfield con “Saturday Night”,  Mietta (“Angeli noi”)  e il gran finale con Haiducii e la sua “Dragostea Din Tei”.

Come è nata questa manifestazione e il suo obiettivo

Le tre serate, nate da un’idea di Amadeus, sono un viaggio nel tempo attraverso ricordi indelebili e canzoni simbolo di più generazioni, con gli artisti originali e i loro successi immortali che hanno fatto la storia degli anni ’60 ’70 ’80 ’90 e 2000. Un appuntamento che si ripete con successo dal 2021, quando nella prima edizione Arena Suzuki ’60 ’70 ’80 Amadeusper la prima volta alla conduzione sul palco dell’Arena nella “sua” Verona, era tornato dietro la consolle per condurci in un viaggio musicale attraverso le grandi canzoni che hanno conquistato più generazioni. La prima puntata, andata in onda il 23 settembre, ha portato l’hashtag #ArenaSuzuki in trend topic su Twitter. L’ultima messa in onda sarà mercoledì 4 ottobre, sempre su Rai 1. Radio 2 è la radio ufficiale. L’evento è prodotto da Arcobaleno Tre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome