Al via il 69° Festival di Sanremo con i 24 big, superospiti della prima serata Giorgia e Andrea Bocelli

Dal 5 al 9 febbraio su Rai1 il 69° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il direttore artistico Claudio Baglioni che per il secondo anno consecutivo sarà di nuovo all'Ariston con al suo fianco Virginia Raffaele e Claudio Bisio. Quest'anno ci sarà una sola categoria e ventiquattro sfidanti per il podio finale, che saliranno tutti sul palco questa sera, superospiti musicali Giorgia e Andrea Bocelli.

Dal 5 al 9 febbraio su Rai1 il 69° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il direttore artistico Claudio Baglioni che per il secondo anno consecutivo sarà di nuovo all’Ariston con al suo fianco Virginia Raffaele e Claudio Bisio. Quest’anno ci sarà una sola categoria e ventiquattro sfidanti per il podio finale, che saliranno tutti sul palco questa sera, superospiti musicali Giorgia e Andrea Bocelli.

Alla conferenza stampa di presentazione questa mattina la direttrice di Rai1 Teresa De Santis ha ringraziato e salutato Rocco Papaleo, attore che condurrà il Dopofestival, e ha ricordato lo sforzo di Radio 2 (radio ufficiale del Festival) e della radiofonia in generale, con appuntamenti come Agorà e I fatti vostri. La giornata si è aperta con il ricordo di Fabrizio Frizzi che oggi avrebbe compiuto 61 anni e di Giampiero Artegiani, appena scomparso ieri a 63 anni, musicista dei Semiramis e autore con Marcello Marrocchi di Perdere l’amore, con cui Massimo Ranieri vinse il Festival nel 1988, tra le altre.

Sanremo
Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio

La scaletta di stasera prevede tutti i 24 big, che saranno votati per il 30% dalla sala stampa, il 30% dalla giuria demoscopica e per il 40% dal televoto. Nella prima serata ci saranno due ospiti musicali importanti: Andrea Bocelli col figlio Matteo e Giorgia. Previsto inoltre il ritorno degli attori Pierfrancesco Favino e di Claudio Santamaria con un omaggio al Quartetto Cetra. La serata finirà all’1.15, subito dopo ci sarà il Dopofestival con Rocco Papaleo e Anna Foglietta. Papaleo ha ricordato di aver partecipato al Premio Tenco (sempre sul palco dell’Ariston) e i suoi duetti con Bollani e Caparezza. Confessa che di notte si può essere se stessi e lasciarsi andare, poi con amici come Anna Foglietta si sente a suo agio come se fosse a casa. Accanto a loro ci sarà anche Melissa Greta Marchetti che Papaleo definisce “una ragazza esorbitante, effervescente, naturale”, poi ci saranno i musicisti della superband che lo stanno trascinando nel rock, fate attenzione perché succederanno cose clamorose. Anna Foglietta dice che si trasformeranno tutti in licantropi e ululeranno alla luna, il sottotitolo del Dopofestival è The dark side of SanremoAvere dei super musicisti è il valore aggiunto del Dopofestival, Melissa ricorda che ci saranno esibizioni inedite tra artisti e ospiti. Ci saranno anche Anna Ferzetti (la moglie di Favino) e Simone Montedoro che sono qui dal 25 gennaio per la diretta dal Red carpet. La loro missione è portare il divertimento anche a casa, si definiscono “bonificatori”, ieri c’è stata la prima diretta.

La scenografa Francesca Montinaro è la prima donna che ha firmato la scenografia nel 2013 e il regista Duccio Forzano l’ha rivoluta anche quest’anno. Baglioni le ha chiesto di rappresentare l’armonia, la scenografia è un lavoro di prestigiatori, c’è una struttura computerizzata che costruisce per ogni artista un ambiente personalizzato, la percezione è che il teatro Ariston sia più grande rispetto alle edizioni precedenti, grazie a un trucco scenico. Le telecamere saranno più dettagliate, il trampolino è la metafora di Sanremo. Federico Poggipollini (storico chitarrista di Ligabue) è uno dei componenti della superband con Sergio Carnevale (Bluvertigo), Enrico Gabrielli (Calibro 35), Roberto Dellera (Afterhours) e Beatrice Antolini (della band di Vasco Rossi), che faranno ascoltare versioni inedite di brani italiani e internazionali.

Sanremo
Enrico Gabrielli, Federico Poggipollini e Roberto Dell’Era

Nelle canzoni si parla anche di attacco alla scuola, stupri in famiglia, giovani e padri egoisti, di amore che fa male alle donne, di un malato terminale, ecc. e alla domanda se questo sia un festival politico Teresa De Santis risponde che “il personale è politico”, la complessità e diversità dei testi la vede come un segnale che può essere raccolto, siamo in una fase politica complessa di transizione. Ma se la politica è così importante perché l’osservazione semplice e condivisibile di Baglioni sui migranti ha creato tanti problemi? L’anno prossimo ci sarà la celebrazione dei 70 anni di Sanremo e sarà un’edizione corale, la direttrice di Rai1 non si occupa di conflitti d’interesse ma dell’aspetto artistico e culturale. Assante ha scritto che forse bisogna prendere un fornaio per non avere conflitti d’interesse. Che faranno le due Anna e Rocco al dopofestival? Canteranno, l’anno scorso la Foglietta ha duettato con Barbarossa in Passame er sale. Rocco Papaleo rivendica la sua trasversalità di cantautore (mai preso in gara al festival), attore e conduttore, condivide l’idea di poliedricità.

Sanremo
Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Melissa Greta Marchetto (foto ANSA)

Per quanto riguarda la scaletta stasera si esibiscono i 24 con un criterio artistico e una rotazione che ci sarà per ogni serata, ciascun cantante avrà una sua sessione di voto. A Sanremo non si possono applicare i criteri delle normali serate, sarà una night line, all’1.15 partirà il Dopofestival, uno dei tre conduttori farà un’incursione sul palco dell’Ariston. Nel cast di quest’anno ci sono proposte molto diverse, nei 24 ci sono anche i due giovani selezionati a dicembre. Rai Italia per la prima volta trasmette in diretta il festival in tutto il mondo, “mai dare uno share” dice il direttore, la De Santis si aspetta grandi risultati e fa gli scongiuri di rito. Rocco Papaleo consiglia di prendersi meno sul serio, senza trascurare i temi importanti ma pensando di più alla poesia, quindi recita Piaceri di Bertolt Brecht che elenca una serie di piaceri e si chiude con “essere gentili”. Fegiz in chiusura ricorda l’anomalia della Friends and Partners di Salzano e dice che la Rai dovrebbe fare una joint venture per avere una parte, la De Santis risponde che dovranno riconsiderare il rapporto con le esternalizzazioni e smentisce la notizia di Dagospia secondo cui Baglioni avrebbe nei giorni scorsi presentato le dimissioni. Tra gli ospiti di domani possiamo anticipare Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Michele Riondino e Laura Chiatti, Marco Mengoni, Michelle Hunziker, Ivo Amedeo, sarà assegnato anche il premio alla carriera a Pino Daniele, purtroppo postumo. 

I 24 big in gara questa sera:

Nek Mi farò trovare pronto
Nino D’Angelo e Livio Cori Un’altra luce
Ultimo I tuoi particolari
The Zen Circus L’amore è una dittatura
Federica Carta e Shade Senza farlo apposta
Arisa Mi sento bene
Simone Cristicchi Abbi cura di me
Achille Lauro Rolls Royce
Negrita I ragazzi stanno bene
Einar Parole nuove
Patty Pravo con Briga Un po’ come la vita
BoomDaBash Per un milione
Anna Tatangelo Le nostre anime di notte
Mahmood Soldi
Paola Turci L’ultimo ostacolo
Daniele Silvestri con Rancore Argento vivo
Ex-Otago Solo una canzone
Motta Dov’è l’Italia
Loredana Bertè Cosa ti aspetti da me
Enrico Nigiotti Nonno Hollywood
Irama La ragazza col cuore di latta
Ghemon Rose viola

Per tutti gli speciali sul Festival di Sanremo potete cliccare QUI.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui