Il Festival di Sky Arte approda a Palermo per ventiquattro ore intense di incontri, concerti e cultura

Festival Sky Arte Palermo- Banner

Il 12 e il 13 ottobre, approda a Palermo,Capitale Italiana della Cultura 2018, il Festival di Sky Arte. Ventiquattro ore intense di incontri,concerti e cultura, nei luoghi più suggestivi della città. Tra gli ospiti Brunori Sas, Isabella Ragonese,Oliviero Toscani e Manuel Agnelli.

È Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018 e sede della biennale europea d’arte nomade contemporanea Manifesta 12, a ospitare oggi e domani (12 e 13 ottobre) attività, incontri, proiezioni e concerti in alcuni dei luoghi più significativi e suggestivi della città, per il  Festival di Sky Arte. Una grande occasione di coinvolgimento culturale, che porta nel capoluogo siciliano alcuni dei protagonisti della scena artistica, musicale e sportiva italiana, con eventi aperti alla città a titolo gratuito. Il cuore di queste numerose iniziative è la Kalsa, quartiere ricco di storia e a due passi dal mare, autentico e affascinante nel suo duplice aspetto di quartiere popolare e di luogo che conserva ancora testimonianze di sfarzo. La cornice ideale per un Festival dedicato all’arte, grazie al suo mix di vicoli suggestivi, ricchissimi palazzi nobiliari, spazi pubblici recuperati al degrado e ritornati a far parte della vita culturale della città.

La chiesa cinquecentesca Santa Maria dello Spasimo - una delle suggestive location del Festival Sky Arte
La chiesa cinquecentesca Santa Maria dello Spasimo – una delle suggestive location del Festival Sky Arte

Si apre il sipario oggi, venerdì 12 ottobre alle 20.30 presso il Teatro Al Massimo, con la proiezione in prima visione del documentario Palermo. Capitale del Mediterraneo prodotto da Sky Arte. Alle 21.30 Brunori Sas omaggerà Lucio Dalla con una rivisitazione di Com’è profondo il mare, in un concerto-evento ideato in esclusiva per la città. Sabato 13 si svolgeranno diversi incontri nella suggestiva location della chiesa cinquecentesca Santa Maria dello Spasimo, dove dalle 11 si alterneranno tantissimi artisti, tra cui: l’attrice palermitana Isabella Ragonese, lo scrittore Carlo Lucarelli che presenterà per la prima volta Inseparabili, il suo nuovo progetto per Sky Arte, e la pluripremiata attrice napoletana Iaia Forte, che leggerà alcuni brani tratti dal romanzo Caffè Amaro di Simonetta Agnello Hornby, il celeberrimo fotografo Oliviero Toscani, il conduttore, attore e regista palermitano Pif che intervisterà la comica Geppi Cucciari, e l’ospite d’eccezione Richard Brown, produttore di serie tv che hanno rivoluzionato il genere come l’apprezzatissima True Detective. Il Teatro Garibaldi sarà l’altra straordinaria sede scelta per il Festival dove dalle 10.30 sempre di sabato 13 si alterneranno incontri, interviste e proiezioni di filmati e documentari dedicati alla città di Palermo e non solo.

Manuel Agnelli - uno degli ospiti che interverrà al Festival Sky Arte
Manuel Agnelli – uno degli ospiti che interverrà al Festival Sky Arte

Tra gli ospiti Manuel Agnelli, giudice a X Factor, che con Rodrigo D’Erasmo, suo compagno negli Afterhours, presenterà la seconda edizione di 33 giri Italian Master, produzione originale di Sky Arte. Inoltre Agnelli racconterà in anteprima Afterhours vs Forum, il film sul concerto del trentesimo anniversario della band milanese. Tra i protagonisti della giornata di sabato al Teatro Garibaldi anche l’attrice siciliana Tea Falco, che con Isabella Arnaud introdurrà il suo eccentrico documentario Ceci n’est pas un Cannolo, e il giornalista Antonio Monda che discuterà de Il Gattopardo con il regista palermitano Roberto Andò. Gli eventi diffusi nella città troveranno la loro conclusione sabato sera nei giardini dell’Orto Botanico con il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e i Deproducers, che porteranno sul palco Botanica, il progetto di musica, testo e immagini sulla magia del mondo vegetale co-ideato e co-prodotto con Aboca. Nel corso del Festival di Sky Arte a Palermo, Piazza del Parlamento e Palazzo Reale ospiteranno uno straordinario progetto di arte pubblica, grazie all’installazione Inside Out: Restiamo Umani dell’artista francese JR, che con una raccolta di oltre quattromila volti, lancia un forte messaggio di integrazione e di rinascita culturale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here