Roma: Autori ed esercenti contro la vittoria del Leone d’Oro del film targato Netflix

Alfonso Cuaròn regista di Roma

Il Leone d’Oro assegnato alla Mostra di Venezia 2018 a Roma di Alfonso Cuarón fa già discutere. Le associazioni di autori ed esercenti in rivolta contro la vittoria del film prodotto dalla piattaforma Netflix.

Alla 75° Mostra del Cinema di Venezia l’assegnazione del Leone D’Oro a Roma, il film di Alfonso Cuaron prodotto da Netflix, ha scatenato la rivolta di autori ed esercenti. L’Anac (Associazione Nazionale Autori Cinematografici), ha infatti pubblicato sul suo profilo Twitter, un comunicato spiegando quanto sia da ritenere iniquo che il marchio della Biennale diventi veicolo di marketing della piattaforma Netflix, dato che con risorse ingenti sta mettendo in difficoltà il sistema delle sale cinematografiche italiane ed europee. Inoltre, sottolinea anche che il Leone d’Oro dovrebbe essere alla portata di tutti e non dei soli abbonati alla piattaforma. Una posizione, questa, abbracciata anche da Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e Acec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema).

Sulla questione è intervenuto anche il direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Alberto Barbera, che a margine della cerimonia di premiazione ha detto: «Bisogna guardare avanti, siamo in un periodo di transizione. Bisogna prendere atto delle nuove realtà come Netflix, Amazon e altri operatori analoghi che verranno. Io sono d’accordo con David Cronenberg, quando dice che tutte le polemiche di oggi sulle trasformazioni che il cinema sta subendo sono solo l’effetto di una nostalgia». Ma le associazioni di autori ed esercenti chiedono a Barbera di rivedere le sue posizioni in merito alla questione almeno per la prossima edizione della Mostra, e al Ministro della Cultura di varare una normativa che regoli un’equa cronologia delle uscite sui diversi media, come è successo al Festival di Cannes, che ha bandito Netflix e le altre piattaforme di distribuzione online dal concorso, proprio per non daneggiare le sale cinematografiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here