La Versiliana 2022, le novità e il programma con Orsini, Sgarbi, l’omaggio a Bigazzi

La Versiliana
La Versiliana

Presentato il programma del Festival de La Versiliana 2022 con gli spettacoli di Alessandro Orsini, Vittorio Sgarbi, la serata omaggio a Giancarlo Bigazzi e molto altro

Divertente e foriero di leggerezza, ma al tempo stesso profondo nella sua portata culturale, ricchissimo nella sua pluralità di eventi e costellato dai più grandi artisti del panorama italiano e internazionale così come di nuovi talenti. Sarà tutto questo insieme il Festival La Versiliana 2022 di Marina di Pietrasanta che accenderà i riflettori sulla sua 43° edizione a partire dal 10 luglio fino alla fine agosto.
Sono infatti ben 43 gli spettacoli che – tra prosa, danza, spettacoli di comicità, musical, e concerti – costituiscono il vasto cartellone di spettacoli confezionato da Massimo Martini consulente artistico della rassegna e che confermano il Festival come il più lungo dell’estate italiana, il suo carattere multidisciplinare e la sua capacità di proporre eventi diversi quasi ogni sera per tutta l’estate. Promosso e organizzato dalla Fondazione Versiliana in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e sostenuto dalla Regione Toscana attraverso Toscana Promozione Turistica , il festival amplierà il proprio perimetro e – novità di questa edizione – si articolerà su tre diversi palcoscenici:
  • il grande teatro all’aperto “La Versiliana”, tradizionale location degli spettacoli del Festival che grazie al certosino lavoro del presidente Alfredo Benedetti è stato ampliato e per la prima volta potrà ospitare fino a 2000 persone.
  • il “Giardino Barsanti” del Chiostro di Sant’Agostino, nel centro storico di Pietrasanta, dove per la prima volta il festival si produrrà nella nuova sezione “Versiliana Contemporary Theatre” dedicata al nouveau cirque, al teatro e alla danza contemporanea, con una particolare attenzione al mondo degli under 30 e ai talenti emergenti.
  • E il giardino del Palazzo Mediceo di Seravezza dove la Fondazione porterà una mini rassegna di teatro per bambini.
Il cartellone del 43° anno del Festival è incentrato sulla multidisciplinarietà e sulla contemporaneità– spiega il Consulente artistico Massimo Martini – Il pubblico cerca nel teatro, oggi più che mai, una cultura che emozioni, nuovi linguaggi e nuovi interpreti.
Non solo riflessione, ma anche leggerezza, ironia e innovatività è quello su cui ho puntato anche per la nuova sezione del Festival “Versiliana Contemporary Theatre” che, tra prosa, danza e circo contemporaneo, sarà una sorta di viaggio pieno di emozioni, e perché no anche di risate, nei nuovi linguaggi e nella nuova drammaturgia. Questa nuova sezione così come la sua location, il Giardino Barsanti nel Chiostro di Sant’Agostino, è parte integrante dell’idea di un “Festival diffuso” che spero possa ogni anno svilupparsi in nuove declinazioni, con l’intento di valorizzare anche i giovani talenti e le novità che si stanno affermando nella prosa, nella danza contemporanea e nel circo contemporaneo. I musical, gli one man show e le grandi produzioni di danza che saranno rappresentate nel Teatro grande completano questo vasto cartellone che ci ha permesso quest’anno di poter tornare a partecipare alla domanda di contributo ministeriale del FUS che un festival come la Versiliana, con la sua lunga storia e la sua forte valenza culturale, sicuramente merita”.
Un Festival che continua a crescere e fa crescere non solo il prestigio e l’appeal turistico di Pietrasanta, ma della Versilia intera – commenta il Sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti – e si pone come presidio di garanzia, per qualità e occasioni di spettacolo, nella ricca estate toscana. Una crescita che si misura anche nello spazio: con grande soddisfazione ho accolto e sposato l’idea dell’originale mini-festival al Giardino Barsanti, nel chiostro di Sant’Agostino, dedicato anche agli spettatori più giovani e ai talenti emergenti. Arte e cultura non hanno età e si respirano, per natura, in tutta Pietrasanta: questo “ponte” fra centro storico e Marina, che avevamo già inaugurato con la via dell’Arte a Tonfano, viene oggi ulteriormente consolidato e arricchito grazie alla Versiliana”.

Versiliana Contemporary Theatre”: un festival nel festival

Sarà proprio nel giardino Barsanti nel Chiostro di Sant’Agostino con la sezione “Versiliana Contemporary Theatre” ( 12 spettacoli ) che il Festival si inaugurerà il 10 luglio (ore 22.00) con lo strepitoso quartetto di mimi ucraini “Dekru” nell’ironico e delicato “Anime leggere” per il genere nouveau cirque e sempre in questo ambito la rassegna ospiterà anche gli sketch magici e clowneschi del duo Lucchettino – Luca Regina e Tino Fimiani – ( 16 luglio) con le loro performance che hanno incantato tutto il mondo così come il pubblico di Zelig Circus, gli Okidok in “Slips Inside” (20 luglio) ovvero due clown vestiti solo con buffi mutandoni che si sfidano in un’esilarante gara di salti mortali sbagliati ed equilibrismo surreale, il comedy show “ Il meglio di Marcel e Philippe “ (9 agosto) con Andrea Ginestra e Gianluca Castellano, e le clownerie musicali degli armeni Jashgawronsky Brothers in “Popbins” (17 agosto) .
Per il teatro contemporaneo sarà in scena l’11 luglio “Apocalisse Tascabile” di e con Niccolò Fettarappa Sandri e con Lorenzo Guerrieri, due giovanissimi under30 che con il loro spettacolo hanno fatto incetta di premi ed in scena ci sarà anche il pluripremiato “La rivoluzione delle sedie” (13 luglio) di Matteo Nicoletta e Massimiliano Aceti ambientato in un supermercato Eurospin. In “prima nazionale” la rassegna proporrà “Sognando con Tabucchi” da “Sogni di Sogni “ (14 luglio), reading concerto con Graziano Piazza, musica dal vivo Cristiano Califano e Fabio Lorenzi e la cura registica Teresa Pedroni. Il 18 luglio invece saremo trasportati sugli spalti di uno stadio con “Non plus ultras” di Adriano Pantaleo e Gianni Spezzano che ci farà scoprire la mentalità degli Ultras.
Per la sezione danza contemporanea la compagnia Opus Ballett di Rosanna Brocancello presenterà “Le Quattro Stagioni” con le coreografie di Aurelie Mounier (17 luglio) , mentre Emox Balletto proporrà “Profili di donna” con la partecipazione dell’attrice Martina Benedetti (13 agosto) ed infine sarà Versiliadanza a concludere la rassegna ( 20 agosto) con una serata di musica e danza “Riflesso Schubert“ con il Duo pianistico Caterina Pagnini – Marta Poggesi e la danza e coreografia di Angela Torriani Evangelisti.

Il Teatro all’aperto della Versiliana: Grande, anzi …molto più grande!

Per la 43° edizione del Festival il grande teatro della Versiliana si presenta più grande e con un nuovo look: salgono infatti a 2.000 i posti a sedere, 500 in più rispetto al passato; nuove sono le poltroncine che accoglieranno gli spettatori, nuovo il gigantesco sipario che si aprirà sul boccascena, blu il colore dominante degli arredi.
Il Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti ha pensato infatti a tutti i dettagli per dare il miglior benvenuto al pubblico del Festival: “L’esigenza di ampliare il teatro – spiega il presidente Benedetti – mi è stata subito chiara fin dal mio insediamento ed oggi sono orgoglioso che sia una realtà. 500 posti in più possono fare la differenza sulla possibilità di accogliere o meno alcuni tipi di spettacolo e il mio obiettivo è stato quello di non precludere più alcuna strada. Ovviamente ci sono dei limiti naturalistici che non abbiamo né voluto né potuto superare: il teatro sorge in una meravigliosa area boschiva che ne è caratteristica principe ed il nostro impegno è anche quello di salvaguardare pini e lecci che rendono unica la cornice del teatro. Abbiamo però lavorato sugli arredi sostituendo le sedute delle poltroncine e acquistandone di nuove, così come il sipario che è bellissimo e imponente. Abbiamo oggi la struttura idonea per fare una bella edizione ed un ottimo programma, del quale ringrazio Massimo Martini per aver con infinita pazienza e professionalità trovato la giusta chiave per coniugare le istanze ministeriali con la popolarità della proposta, mantenendo sempre alta l’asticella della qualità artistica. Il mio ringraziamento va anche a tutto il Consiglio di Gestione che mi affianca in tutte le decisioni e soprattutto al Sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti che ci sostiene e con il quale condividiamo le attività e i programmi.”
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi

La prosa e gli show tra ironia, satira e risate, ma anche momenti di riflessione

Saranno ben 29 gli spettacoli in scena al teatro ed anche qui leggerezza, ironia, divertimento e risate sono garantiti a partire da “Riunione di Famiglia”, primo spettacolo in programma al teatro il 15 luglio (ore 21.30) con Katia Ricciarelli, Pino Quartullo, Nadia Rinaldi e Claudio Insegno, con la regia di Pino Quartullo. Risate garantite con la satira di Federico Palmaroli, autore del fenomeno social “Le più belle frasi di Osho” che tradurrà in uno spettacolo dal vivo il 5 agosto. Leggerezza ed eleganza anche con la campionessa di incassi Drusilla Foer che torna acclamatissima in Versiliana, con il suo “Eleganzissima Estate” il 6 agosto. Serate da ridere con i Legnanesi in scena con “Canta e Ridi” insieme all’Orchestra di Matteo Bensi (8 agosto), con il grande show di Giorgio Panariello in “La favola mia” il 14 agosto e con la comicità di Maurizio Battista in “Tutti contro tutti” ( 24 agosto).
Tra i protagonisti del Festival ci sarà anche Vittorio Sgarbi che porterà in prima nazionale il suo “Pasolini Caravaggio” (23 luglio) con le musiche dal vivo di Valentino Corvino che ci condurrà in un’inedita simmetria tra le vite e nelle opere rivoluzionarie di questi due grandi maestri i quali, sebbene vissuti a quattrocento anni di distanza l’uno dall’altro, lottarono contro analoghi ostracismi pagando il caro prezzo della vita in cambio della propria libertà intellettuale.
In programma anche “I due papi” ( 18 agosto) di Anthony McCarten con la traduzione Edoardo Erba e la regia di Giancarlo Nicoletti , commedia di straordinaria forza emotiva con protagonisti due grandi attori del nostro panorama, Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo, per raccontare il complesso rapporto tra Joseph Ratzinger e Jorge Mario Bergoglio, appena prima delle dimissioni di Benedetto XVI e della successiva elezione di Francesco nel 2013.

I musical e la danza

I musical saranno tra i grandi protagonisti del Festival con ben 3 spettacoli di questo genere amato dalle famiglie: in programma ci saranno infatti “Mamma mia!” ( 30 e 31 luglio) nel nuovo imponente allestimento firmato da Massimo Romeo Piparo con Luca Ward, Paolo Conticini Sergio Muniz, Sabrina Marciano e con l’Orchestra dal vivo, “Forza Venite gente” ( 10 agosto) musical incentrato sulla vita di San Francesco d’Assisi scritto da Mario e Piero Castellacci con la Regia di Ariele Vincenti ed infine il musical della Compagni delle Formiche “Alice nel Paese delle meraviglie “ ( 21 luglio) di Andrea Cecchi e Alessio Fusi con le musiche di Lapo Ignesti e Elisa Bisceglia.
Da sempre palcoscenico d’elezione per i grandi balletti e le più celebri compagnie di danza, il Festival 2022 manterrà fede alla sua vocazione ospitando sulle tavole del teatro le più importanti compagnie italiane ed internazionali, in una celebrazione della creatività coreutica e musicale del nostro tempo, con ospiti di alto profilo artistico, provenienti da ogni latitudine del pianeta.
In programma ci sarà infatti la strabiliante danza acrobatica dei Momix di Moses Pendleton nel nuovo spettacolo “Back to Momix” il 2 e il 3 agosto e quella ipnotica degli Evolution Dance Theatre del coreografo americano Anthony Heinl, che il 17 agosto porteranno “Blu Infinito” : qui i performer tra Illusioni ottiche performance antigravitazionali, strutture telescopiche e l’incredibile tecnologia del Light Wall, ci trasporteranno in un blu misterioso dove fluttuano luminescenti creature, in un mondo in cui non esistono confini all’immaginazione con creature fantastiche, animali acquatici e alghe marine.
Di acrobazie ed un’ incursione nel mondo del nouveau cirque saranno protagonisti i Black Blues Brothers, 5 strabilianti acrobati kenioti che proporranno il loro “Let’s Twist Again!, “(17 luglio), spettacolo acrobatico comico musicale, con una colonna sonora indimenticabile che accompagna un repertorio dinamico e divertente fatto di piramidi, salti mortali, esercizi con la corda e molto altro.
3 saranno i grandi GALA DI DANZA in programma quest’anno, tutti e tre da non perdere, perché vedranno la presenza delle migliori compagini del mondo : parliamo dei Les Italiens de L’Opera di Parigi diretti da Alessio Carbone, che tornano acclamati per il terzo anno consecutivo e saranno protagonisti il 25 luglio, dei solisti e i primi ballerini Ucraini che sempre con la direzione artistica di Alessio Carbone si esibiranno nel gala dal titolo “Notte di Stelle” ( 13 agosto), ed infine i solisti ed i primi ballerini del Teatro alla Scala che per la prima volta danzeranno sul palco della Versiliana ( 20 agosto).
In programma in prima nazionale anche “Le quattro stagioni” ( 11 agosto) del Balletto del Sud con le coreografie di Fredy Franzutti e le musiche di Antonio Vivaldi e John Cage , una performance di teatro, danza e musica in cui insieme alle coreografie articolate e post-classiche nutrite di assoli, duetti e intense parti corali troviamo le parole del premio Pulitzer W.H. Auden recitate da Andrea Sirianni e l’imponente impianto scenico firmato da Isabella Ducrot.
Danza unita alla prosa sarà anche quella che poterà in scena Emox Balletto di Beatrice Paoleschi insieme ad un partner d’eccezione, Neri Marcorè artista tra i più versatili del panorama italiana, protagonisti insieme sul palco nella prima nazionale di “Profumo di Tango” ( 7 agosto) spettacolo che attraverso le coreografie inedite di Beatrice Paoleschi Matteo Zamperin e con la sceneggiatura di Ilaria Cipriani narrerà l’affascinante mondo del Tango, la sua storia e la sua filosofia di vita.
Menzione speciale merita il gala di danza, musica e lirica “Consonanze artistiche” (4 agosto), una grande serata delle arti in prima nazionale con artisti di caratura internazionale: grandi Étoille della danza del calibro di Liudmila Konovalova e Dinu TamazlacaruMaria Eichwald e Alessandro Staiano e Rachele Buriassi,  accompagnati dal primo pianista della Wiener Staatsoper Igor Zapravdin. assieme alle voci del soprano Yolanda Auyanet, del tenore Celso Albelo e del mezzosoprano Raffaella Lupinacci, magicamente accompagnati dalle note del pianista Roberto Barrali, intrecceranno la loro arte con quella dei ballerini, proponendoci le più belle arie del repertorio operistico. Giovani e straordinari strumentisti contribuiranno ad arricchire questo momento d’arte: Valentina Ciardelli al contrabbasso, Andrea Belfiore alla batteria, Ioan Bodnarciuc al clarinetto ed Eleonora Podestà al violino. Lo spettacolo sarà ulteriormente arricchito dalla presenza del famoso attore-regista Augusto Fornari. Nel ricordo di George Bodnarciuc – Étoille della danza e maître du ballet – e dell’imprenditore Vando D’Angiolo, sarà conferito in anteprima il premio internazionale “Consonanze artistiche” realizzato dalla scultrice giapponese Aki Mimura.

La musica

In un ampio cartellone come quello della Versiliana non mancherà certamente la musica che sarà protagonista con i Gemelli di Guidonia , ovvero Gino, Eduardo e Pacifico Acciarino che con le loro tre voci che si intersecano in maniera splendida, si esibiranno dal vivo in “Tre x 2 – tra radio e TV” ( 22 luglio) con gag, canzoni, imitazioni e con tanti dei personaggi della loro trasmissione di successo su Rai Radio 2. Musica e comicità coinvolgenti per uno show effervescente con la regia di Mariano D’Angelo.
In programma anche la serata “Note d’Autore” ( 24 luglio) tributo alla musica di Giancarlo Bigazzi nel decennale della scomparsa. A far rivivere la grande produzione musicale del Maestro Bigazzi saranno grandi artisti della canzone italiana insieme a telentuosi esordienti tra cui Matteo Bocelli, Michele Zarrillo, Aleandro Baldi, Giovanni Caccamo, Francesca Alotta, il M. Marco Falagiani, Fellow, Valentina Galasso e Cecille insieme all” Orchestra Ritmico Sinfonica del Maestro Diego Basso. Presenta: Leonardo Fiaschi.
A portare sul palco il pop e il soul ci penserà Mazy (9 agosto) la giovanissima cantautrice toscana, che dopo il successo dei singoli “Serpente” e “Vorrei” farà la sua prima grande apparizione pubblica al teatro della Versiliana nel concerto “Mazy and Friends”, eseguendo i brani del suo repertorio di cui tre inediti in anteprima, più alcune cover, accompagnata sul palco da un gruppo di musicisti di straordinario talento: Ugo Bongianni alle tastiere, Pablo Gigliotti alla chitarra, Leonardo Badiali alla batteria e Andrea Cozzani al basso. Lo spettacolo, inoltre, sarà arricchito dalle splendide coreografie di Giulia Turchi con 12 ballerini della Scuola di Danza Eden di Livorno
Sul palco della Versiliana ci sarà anche la musica dei Queen, Pink Floyd e U2 con le migliori tribute band : il 16 agosto è infatti in programma il concerto degli “Achtung Babies”, tribute band degli U2 più famosa al mondo, con migliaia di concerti all’attivo, mentre il 19 agosto la musica sarà quella dei Pink Floyd con i Wit Matrix, tra le più longeve tribute band dei Pink Floyd, con suggestive scenografie, filmati video, effetti speciali pirotecnici per ricreare le particolari atmosfere della band britannica. Special guest sarà CESAREO il chitarrista e compositore degli “Elio e le storie Tese” (considerato tra i più grandi chitarristi italiani). IL 22 agosto il sipario della Versiliana si alzerà invece per far rivivere la favola di Freddie Mercury con i “Queen Mania”, e il loro frontman Sonny Ensabella protagonista di “Rhapsody”. Musica e festa anche il giorno di ferragosto con i Vintage ’80.
Completano il programma 2 eventi speciali che la Versiliana proporrà allo Spazio Caffè :
il 16 luglio sarà in scena ‘Meretrix / Donna Proibita’, viaggio nell’universo femminile in un raffinato e intrigante spettacolo musicale interpretato da Barbara Begala, eclettica attrice e cantante, conduttrice televisiva e cagliaritana, che  presta volto e voce alle “scandalose” e trasgressive eroine della letteratura e del mito, del teatro e del melodramma, nonché del grande e del piccolo schermo, che esercitano, per necessità più che per “vocazione”, il “mestiere più antico del mondo”.
Il 18 luglio, sarà invece sul palco intitolato a Romano Battaglia il prof. Alessandro Orsini nel monologo “Ucraina – Le cause della guerra” in cui esporrà le sue tesi: dalle cause profonde dell’invasione russa alla manipolazione dell’informazione in Occidente, Orsini svela le forze nascoste che spesso muovono il mondo in direzioni catastrofiche. Ancorato al realismo di Machiavelli e di Pareto, ma nemico di ogni complottismo, Orsini mostra le strategie con cui le persone vengono tenute all’oscuro di ciò che il potere politico-economico non vuole far sapere.
Alessandro Orsini
Alessandro Orsini

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui