Ennio, recensione: il genio di Morricone nell’entusiasmante documentario di Tornatore

Ennio - Ennio Morricone
Ennio - Ennio Morricone.

La nostra recensione di Ennio, entusiasmante documentario di Giuseppe Tornatore che celebra il genio e la maestosità di Ennio Morricone, attraverso immagini di repertorio e interviste inedite a grandi del cinema e della musica da Tarantino a Zimmer, Piovani e Springteen

Poche figure provenienti dal mondo delle maestranze cinematografiche, la cui immagine non giganteggia sugli schermi o la cui voce non riecheggia nei set, sono state in grado di raggiungere un’iconicità paragonabile all’indelebile impronta che Ennio Morricone ha lasciato nell’immaginario collettivo di cinefili e non. Il più grande compositore di musica da film (e non solo) del ‘900, a più di un anno dalla sua dolorosa scomparsa, viene raccontato e celebrato in Ennio, l’entusiasmante documentario di Giuseppe Tornatore, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Legato al Maestro da un’amicizia e una collaborazione che risale ai tempi di Nuovo Cinema Paradiso, Tornatore costruisce un impianto maestoso attorno ad una figura leggendaria.

Ennio - Giuseppe Tornatore
Ennio – Giuseppe Tornatore

L’uomo, il compositore, il genio, la leggenda 

Attraverso una vastissima selezione di immagini d’epoca e contributi originali di artisti cinematografici e musicali come Nicola Piovani, Hans Zimmer, John Williams, Bruce Springsteen , Quentin Tarantino, Clint Eastwood e tantissimi altri, Ennio delinea il ritratto di un genio poliedrico, artista indomabile, uomo brillante e compositore rivoluzionario. Dall’approccio alla musica grazie al padre trombista, agli studi in conservatorio con Goffredo Petrassi, alla carriera di arrangiatore per la RCA fino all’esordio al cinema e alla composizione delle colonne sonore più iconiche degli ultimi decenni. A tenere il filo della narrazione è l’intensa intervista al Maestro, da cui traspare tutta la genuinità, la briosità e la commozione di un uomo umile.

Ennio - Ennio Morricone
Ennio – Ennio Morricone

La grande eccezione a tutte le regole 

Ennio trabocca di aneddoti e curiosità che rivelano la grandezza dell’uomo e la fantasia dell’artista. Dal tenero amore che lo ha legato a sua moglie, prima ascoltatrice e giudice del suo lavoro, al viscerale e quasi metafisico rapporto con la musica, che sgorgava dalla sua mente in maniera naturale, quasi si manifestasse da sè. Sperimentatore eclettico e musicista anticonvenzionale, Morricone ha vissuto la propria scrittura come una rivincita sulla colpevolezza (attribuitagli e sentita intimamente) di essersi allontanato dalla perfezione accademica, fino a diventare l’artefice della convergenza della musica assoluta e della musica da cinema. Dagli interventi e dagli accostamenti musicali presenti nel documentario si evidenzia come, ergendosi a grande eccezione di tutte le regole, il Maestro sia divenuto punto di riferimento imprescindibile per le generazioni di musicisti successivi (non solo compositori cinematografici) che lo omaggiano, lo citano e, probabilmente, non esisterebbero senza il suo lavoro.

Ennio - Ennio Morricone
Ennio – Ennio Morricone

Morricone è la musica 

La potenza emotiva di un documentario come Ennio sta nella sua capacità di rendere un omaggio grandioso e travolgente al Maestro, senza risultare esageratamente enfatico o esasperato. Perché è lo stesso Morricone ad essere eccezionale. Risulta allora particolarmente felice la scelta di infondere al racconto un ritmo tutto cinematografico, in cui la commozione, la tensione e la catarsi si alternano come in un film fiction. O una sinfonia perfettamente orchestrata. Ennio è una partitura musicale e di immagini eccezionale, animata da un montaggio intelligente e da una impeccabile scelta dei materiali. I capolavori di Morricone risuonano impetuosi mentre sullo schermo si rincorrono scene di capolavori della storia del cinema in un’esplosione travolgente. E intanto, come un contrappunto, le battute, le smorfie, le rivelazioni sprezzanti e le più emozionanti di Ennio permettono a Morricone di giganteggiare. C’è affetto sincero, stima inenarrabile e profonda devozione in Ennio, l’omaggio maestoso ad un artista monumentale.

Ennio. Regia di Giuseppe Tornatore. Con Ennio Morricone, Quentin Tarantino, Clint Eastwood, Oliver Stone, John Williams, Hans Zimmer, Barry Levinson, Dario Argento, Bernardo Bertolucci, Giuseppe Tornatore, Quincy Jones, Bruce Springsteen, Vittorio Taviani, Nicola Piovani. In anteprima il 29 e 30 gennaio, al cinema dal 17 gennaio, distribuito da Lucky Red.

VOTO:

4 stelle

 

2 Commenti

  1. Un documento che entrerà nella storia della cinematografia italiana.
    Grazie a Tornatore e al grande maestro Ennio. Morricone

  2. “Ennio”, film-documentario di Tornatore su Morricone che ho visto di recente, è stato un “ripasso” della mia vita cinematografica: da “Sacco e Vanzetti” a “Per un pugno di dollari” ho potuto invertire il punto di vista: non il film, ma la musica in primo piano. Non più vedere, ma ascoltare e comprendere le sfumature è stato bellissimo.

    Chiarisco subito che i troppi e ripetuti commenti di attori e registi hanno un po’ annebbiato la magia dell’ascolto, così come una eccessiva celebrazione di cui non c’era affatto bisogno: Morricone fu grande e sarà per sempre nella storia. L’asteroide 152188 con il suo nome è nel firmamento.

    L’inizio del film è seducente: il metronomo è una metafora della vita, della musica di Ennio. La parte più affascinante è la sua storia: Ennio bambino, in un certo senso costretto a suonare la tromba, scopre un mondo che modifica a suo piacimento. Gli inserti sono altrettanto affascinanti e il racconto che Morricone fa della costruzione dei suoni, della contaminazione tra musica classica e “rumori” lo è altrettanto. Mi spiace di non possedere una cultura musicale profondissima per poter cogliere i dettagli, ma da quando ho visto il film continuo a riascoltare la sua musica attenta alle tonalità di ogni colonna sonora.

    Commovente il rapporto con la moglie Maria, sua musa, a cui dedica l’Oscar alla carriera ricevuto nel 2007.🌸

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome