Venezia 77: Leone d’Oro a Nomadland, Piefrancesco Favino miglior attore

Venezia 77 - Pierfrancesco Favino vince Coppa Volpi
Venezia 77 - Pierfrancesco Favino vince Coppa Volpi

Alla 77ª Mostra del Cinema di Venezia vince il Leone d’Oro Nomadland di Chloé Zhao, mentre Pierfrancesco Favino e Vanessa Kirby conquistano la Coppa Volpi; premiato anche Pietro Castellitto, ecco tutti i vincitori

Dopo i vari premi collaterali, assegnati i premi principali della 77ª Mostra del Cinema di Venezia 2020, un’edizione ridotta a causa del covid ma che è riuscita a portare a termine la sua mission di ripartenza. Ecco i vincitori proclamati durante la cerimonia di premiazione, condotta dalla madrina Anna Foglietta.

Venezia 77

La Giuria di Venezia 77, presieduta da Cate Blanchett e composta da Matt Dillon, Veronika FranzJoanna HoggNicola LagioiaChristian Petzold e Ludivine Sagnier, dopo aver visionato i 18 film in competizione ha deciso di assegnare i seguenti premi:

Vince il Leone d’Oro per il miglior film di Venezia 77 Nomadland di Chloé Zhao, con Frances McDormand, David Strathairn, Linda May, Swankie, Bob Wells.

Il Gran Premio della Giuria se lo aggiudica il film Nuevo Orden di Michel Franco. Il Leone d’Argento per la miglior regia è andato a Kiyoshi Kurosawa per il film Wife of a Spy (Spy No Tsuma)

Pierfrancesco Favino si aggiudica la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile nel film Padrenostro di Claudio Noce. La Coppa Volpi per la miglior attrice va invece a Vanessa Kirby per Pieces of a Woman di Kornél Mundruczó.

Il premio per la migliore sceneggiatura è andato a Chaitanya Tamhane per The Disciple, mentre il Premio Speciale della Giuria se l’è aggiudicato Cari compagni! (Dorogie tovarishchi) di Andrei Konchalovsky.

Il Premio Marcello Mastroianni per un giovane attore emergente l’ha vinto Rouhollah Zamani per Sun Children (Khorshid) di Majid Majidi.

Orizzonti

La Giuria Orizzonti, presieduta da Claire Denis e composta da Oskar Alegria, Francesca ComenciniKatriel Schory e Christine Vachon, dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, ha assegnato:

Il Premio Orizzonti per il miglior film è andato all’iraniano The Wasteland (Dashte Khamoush) di Ahmad Bahrami. Il premio per la miglior regia è andato invece al filippino Lav Diaz (già Leone d’oro per The Woman Who Left – La donna che se ne è andata) per Genus Pan (Lahi, Hayop).

Premio Speciale della Giuria Orizzonti a Listen della portoghese Ana Rocha, che si aggiudica anche il Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” (e i relativi 100 mila dollari).

I migliori attori di Orizzonti sono Khansa Batma per Zanka Contact di Ismaël El Iraki e  Yahya Mahayni per The Man who Sold His Skin di Kaouther Ben Hania.

Pietro Castellitto, figlio di Sergio e prossimo protagonista della serie tv Speravo de morì prima nei panni di Francesco Totti, vince il premio per la miglior sceneggiatura per il suo I predatori.

Il miglior cortometraggio di Orizzonti è il colombiano Entre tù y milagros di Mariana Saffon, mentre The Shift della portoghese Laura Carreira vince la nomination per gli EFA 2020.


Tutti i vincitori della 77ª Mostra del Cinema di Venezia

La Giuria di VENEZIA 77, presieduta da Cate Blanchett e composta da Matt Dillon, Veronika FranzJoanna HoggNicola LagioiaChristian Petzold e Ludivine Sagnier, dopo aver visionato i 18 film in competizione ha deciso di assegnare i seguenti premi:

LEONE D’ORO per il miglior film a:
NOMADLAND
di Chloé Zhao (USA)

LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:
NUEVO ORDEN
di Michel Franco (Messico, Francia)

LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:
Kiyoshi Kurosawa
per il film SPY NO TSUMA (MOGLIE DI UNA SPIA) (Giappone)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:
DOROGIE TOVARISCHI! (CARI COMPAGNI!)
di Andrei Konchalovsky (Russia)

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Chaitanya Tamhane
per il film THE DISCIPLE (India)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione femminile a:
Vanessa Kirby
nel film PIECES OF A WOMAN di Kornél Mundruczó (Canada, Ungheria)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione maschile a:
Pierfrancesco Favino
nel film PADRENOSTRO di Claudio Noce (Italia)

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI
a un giovane attore o attrice emergente
 a:
Rouhollah Zamani
nel film KHORSHID (SUN CHILDREN) di Majid Majidi (Iran)

ORIZZONTI

La Giuria Orizzonti, presieduta da Claire Denis e composta da Oskar AlegriaFrancesca ComenciniKatriel Schory e Christine Vachon, dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, assegna:

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:
DASHTE KHAMOUSH (THE WASTELAND)
di Ahmad Bahrami (Iran)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:
Lav Diaz
per il film LAHI, HAYOP (GENUS PAN) (Filippine)

il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a:
LISTEN
di Ana Rocha de Sousa (Regno Unito, Portogallo)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Pietro Castellitto
per il film I PREDATORI (Italia)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE a:
Khansa Batma
nel film ZANKA CONTACT di Ismaël El Iraki (Francia, Marocco, Belgio)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE a:
Yahya Mahayni
nel film THE MAN WHO SOLD HIS SKIN di Kaouther Ben Hania (Tunisia, Francia, Germania, Belgio, Svezia)

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
ENTRE TÚ Y MILAGROS
di Mariana Saffon (Colombia, USA)

il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2020 a:
THE SHIFT
di Laura Carreira (Regno Unito, Portogallo)

PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA

La Giuria Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, presieduta da Claudio Giovannesi e composta da Rémi Bonhomme e Dora Bouchoucha, assegna il:

LEONE DEL FUTURO
PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS” a:
LISTEN
di Ana Rocha de Sousa (Regno Unito, Portogallo)
ORIZZONTI

nonché un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.

VENICE VR EXPANDED

La Giuria Venice VR Expanded, presieduta da Céline Tricart e composta da Asif Kapadia e Hideo Kojima, dopo aver visionato i 31 progetti in concorso, assegna:

il GRAN PREMIO DELLA GIURIA PER LA MIGLIORE OPERA VR IMMERSIVA a:
THE HANGMAN AT HOME – AN IMMERSIVE SINGLE USER EXPERIENCE
di Michelle e Uri Kranot (Danimarca, Francia, Canada)

il PREMIO MIGLIORE ESPERIENZA VR IMMERSIVA a:
FINDING PANDORA X 
di Kiira Benzing (USA)

il PREMIO MIGLIORE STORIA VR IMMERSIVA a:
SHA SI DA MING XING (KILLING A SUPERSTAR)
di Fan Fan (Cina)

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui