Venezia 75, 18 film in concorso visibili in streaming con Sala Web

Con Sala Web alla 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è possibile guardare in streaming 18 dei film in concorso.

Una selezione di 18 lungometraggi, di cui 11 della sezione Orizzonti, 2 di Biennale College-Cinema, 3 di Sconfini e 2 Fuori Concorso, formano il ricco programma in prima visione mondiale della Sala Web della 75ª Mostra Internazionalee d’Arte Cinematografica di Venezia 2018. Dopo il grande successo delle edizioni precedenti, per il settimo anno, la Sala Web di Venezia permette la visione online in tutto il mondo, raggiungibile dal sito www.labiennale.org, di film significativi della selezione ufficiale della Mostra del Cinema, per cinque giorni, a partire da quello in cui vengono presentati in prima mondiale al Lido.

È possibile acquistare il biglietto o il pass digitale per i 18 film della Sala Web, a partire da oggi 21 agosto sul sito della Biennale di Venezia www.labiennale.org. Fra i titoli disponibili online sono inclusi 6 attesi film italiani. Si tratta dei seguenti: La profezia dell’armadillo di Emanuele Scaringi, Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio (entrambi della sezione Orizzonti); Il ragazzo più felice del mondo di Gipi, Camorra di Francesco Patierno, Arrivederci Saigon di Wilma Labate (tutti di Sconfini) e 1938, Diversi di Giorgio Treves (Fuori concorso).

La profezia dell'Armadillo
Una scena del film La profezia dell’Armadillo di Emanuele Scaringi

Per la sezione Orizzonti, la programmazione della Sala Web, si arricchisce, tra gli altri, di registi come il francese Mikhaël Hers, già in concorso a Locarno, che qui presenta il film Amanda, e l’indonesiano Garin Nugroho, il cui musical Requiem from Java era in Orizzonti nel 2006, e che quest’anno presenta Memories of my Body. Nella programmazione sono inclusi due titoli realizzati nell’ambito di Biennale College–Cinema, il laboratorio di alta formazione per lo sviluppo e la produzione di lungometraggi a micro-budget, che dal 2012 ha lanciato talenti emergenti quali Duccio Charini con Short Skin nel 2014, Anna Rose Holmer con The Fits nel 2015 e Alessandro Aronadio con Orecchie nel 2016. Quest’anno saranno presenti Deva di Petra Szöcs (Ungheria) e Yuva di Emre Yeksan (Turchia).

Memories of My Body
Una scena del film Memories of My Body di Garin Nugroho

Le proiezioni, per conto della Mostra, saranno, per il territorio internazionale, sul sito protetto operato da Festival Scope (www.festivalscope.com), mentre per quello geolocalizzato al territorio italiano, da MYmovies.it e Repubblica.it sulla piattaforma MYmovieslive-Nuovo Cinema Repubblica: il link. Per le proiezioni sul territorio internazionale sarà possibile acquistare il biglietto sia sul sito web della Biennale www.labiennale.org, a partire dal 21 agosto, e sia sul sito www.festivalscope.com. Si potrà accedere alla proiezione del film prescelto dopo aver effettuato una registrazione, pagato il biglietto singolo (4 €) oppure un pass per 5 film (10 €) che consentirà una visione non ripetibile per ogni film.

Ciascun titolo (in versione originale con sottotitoli in inglese) sarà disponibile per la visione in streaming a partire dalle ore 21 (ora italiana), del giorno della presentazione ufficiale del film al Lido, e fino al 19 settembre. Per accedere invece alle versioni sul territorio italiano pubblicate su MYmovieslive–Nuovo Cinema Repubblica (con i sottotitoli in italiano) basterà attivare un abbonamento Mymovies.it (che darà accesso a tutti i film della Sala Web) nella fascia di prezzo a partire da 17,90 €, collegandosi a questo indirizzo link.

Il programma della Sala Web

Orizzonti: Amanda di Mikhaël Hers (Francia, 107’, v.o. francese, sott.li italiano/inglese) dal 31 agosto; Deslembro di Flavia Castro (Brasile, Francia, Qatar, 105’, v.o. portoghese, francese e spagnolo, sott.li italiano/inglese) dal 31 agosto; Anons (The Announcement) di Mahmut Fazil Coskun (Turchia, Bulgaria, 95’, v.o. turco sott-li italiano/inglese) dall’1 settembre; Yom Adaatou Zouli (The Day I Lost My Way) di Soudade Kaadan (Siria, Libano, Francia, Qatar, 94’, v.o. arabo sott.li italiano/inglese) dal 3 settembre; La profezia dell’Armadillo di Emanuele Scaringi (Italia, 99’, v.o. italiano e francese sott.li inglese/italiano) dal 3 settembre; Tchelovek Kotorij Udivil Vseh (The Man Who Surprised Everyone) di Natasha Merkulova Aleksey Chupov (Russia, Estonia, Francia, 105’, v.o. russo sott.li italiano/inglese) dal 5 settembre; Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio (Italia, 89’, v.o. italiano sott.li inglese) dal 5 settembre; Soni di Ivan Ayr (India, 97’, v.o. hindi sott.li italiano/inglese) dal 6 settembre; Hamchenan Ke Mimordam (As I Lay Dying) di Mostafa Sayari (Iran, 73’, v.o. farsi sott.li italiano/inglese) dal 6 settembre; Kraben Rahu (Manta Ray) di Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia, Francia, Cina, 105’, v.o. thailandese sott.li italiano/inglese) dal 7 settembre; Kucumbu Tubuh Indahku (Memories of My Body) di Garin Nugroho (Indonesia, 106’, v.o. indonesiano e giavanese sott.li italiano/inglese) dal 7 settembre.

Deslembro
Una scena del film Deslembro di Flavia Castro

Biennale College: Yuva di Emre Yeksan (Turchia, 127’, v.o. turco sott.li inglese/italiano) dal 30 agosto; Deva di Petra Szöcs (Ungheria, 80’, v.o. ungherese e rumeno sott.li inglese/italiano) dal 31 agosto.

Sconfini: Il ragazzo più felice del mondo di Gipi (Italia, 90’, v.o. italiano sott.li inglese) dall’1 settembre: Camorra di Francesco Patierno (Italia, 70’, v.o. italiano e dialetto napoletano sott.li inglese/italiano) dal 2 settembre; Arrivederci Saigon di Wilma Labate (Italia, 80’, v.o. italiano, inglese e francese sott.li inglese/italiano) dal 5 settembre.

Fuori Concorso: 1938, Diversi di Giorgio Treves (Italia, 62’, v.o. italiano sott.li inglese) dal 4 settembre; Introduzione all’oscuro di Gastón Solnicki (Argentina, Austria, 71’, v.o. inglese sott.li italiano/inglese) dal 5 settembre

Il ragazzo più felice del mondo
Una scena del film Il ragazzo più felice del mondo

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here