Veleno: allo Slow Film Fest il film su Michele Liguori, eroe della Terra dei Fuochi

Veleno - Slow Film Fest

Sbarca allo Slow Film Fest 2019 Veleno – “Non potevo fare finta di niente”: la vittoria di Michele Liguori. I veleni della Terra dei Fuochi e i suoi eroi nel reportage voluto da CGIL Campania e firmato dall’esordiente Rosaria Della Ragione.

Dopo la presentazione a Napoli (il 28 settembre a Piazza del Plebiscito, in occasione della Giornate Nazionali dei Servizi pubblici organizzate da FP CGIL), l’opera prima della campana Rosaria Della Ragione sbarcherà allo Slow Film Fest. Veleno – “Non potevo fare finta di niente”: la vittoria di Michele Liguori verrà proiettato a Roma nello Spazio Apollo 11 il 7 ottobre alle 21, alla presenza della giovane regista che è approdata dietro la macchina da presa con un corto documentario prodotto dalla CGIL Campania, dedicato a Michele Liguori, tenente dei Vigili Urbani di Acerra e Eroe della Terra dei Fuochi.

Utilizzando gli strumenti propri del reportage, Veleno rende omaggio a Michele Liguori, tenete dei Vigili Urbani di Acerra morto nel 2014 a causa di due tumori, all’età di 59 anni, e riconosciuto vittima del dovere. Veleno ricostruisce la sua storia di coraggio attraverso immagini e testimonianze. Assegnato al pool ambientale, nonostante le minacce, nonostante i pochi mezzi a disposizione, cominciò ad indagare, denunciare e a richiamare l’attenzione delle istituzioni, anche quando – pochi anni dopo – venne sollevato dall’incarico. «Non potevo far finta di non vedere, a me i vigliacchi non piacciono» – ha detto ad un giornalista poco prima di morire. Un omaggio, ma anche un film di denuncia, a cui la giovane regista di Bacoli (in provincia di Napoli) aggiunge il cuore, perché la storia che sta raccontando e la terra che sta filmando sono parte anche della sua vita.

Slow Film Fest è interamente a partecipazione gratuita, grazie al contributo della Regione Lazio, al sostegno della Fondazione Cinema per Roma, City Fest, Cna Roma, i Patrocini di Legacoop Lazio, del Comune di Acquapendente, del Comune di Antrodoco, e alle tante preziose collaborazioni a partire da quelle con l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma e con il Cisterna Film Fest.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui