Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità: trailer con Willem Dafoe, premiato a Venezia 75

Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità è il film di Julian Schnabel con Willem Dafoe premiato alla Mostra del Cinema di Venezia con la Coppa Volpi per il Miglior attore e candidato ai Golden Globe 2019.

Può un film raccontare, seppure con il linguaggio che gli è proprio e alterando la dimensione temporale, l’intenso turbinio di sentimenti e di carica vitale che sono all’origine dell’atto del dipingere? È stata proprio questa apparente impossibilità ad attrarre Julian Schnabel e a fargli decidere di realizzare Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, il film con il quale ha cercato di cogliere aspetti spesso trascurati in altri film sugli artisti, offrendo una visione personale degli ultimi giorni di vita di Van Gogh, un artista diverso da tutti gli altri. Nei panni dell’artista Willem Dafoepremiato alla Mostra del Cinema di Venezia con la Coppa Volpi per il Miglior attore e candidato ai Golden Globe 2019 come Miglior attore in un film drammatico. Al cinema dal 3 gennaio 2019 distribuito da Lucky Red in associazione con 3 Marys Entertainment.

Una storia che intende mostrare dall’interno come ci si senta nel momento della creazione di un’opera (quel momento magico, viscerale e violento che sfugge ad ogni definizione e cancella il tempo), la fatica fisica e la dedizione assoluta che caratterizzano la vita di un artista, in particolare quella di un pittore. Il risultato è un’esperienza cinematografica caleidoscopica e sorprendente, che tratta tanto del ruolo dell’artista nel mondo, della sua vita e della sua impronta eterna, quanto della bellezza e della meraviglia che Van Gogh – inconsapevole del suo impatto sulle generazioni future – ci ha lasciato. Dice Schnabel: “Il ritratto di Van Gogh che emerge dal film deriva direttamente dalle mie reazioni
ai suoi quadri, non da quello che è stato scritto su di lui”. Van Gogh è diventato per Schnabel, per Jean-Claude Carrière e Louise Kugelberg (suoi cosceneggiatori e co-montatrice), e fondamentalmente per tutto il cast e la troupe del film, un prisma attraverso il quale riscoprire l’instancabile anelito dell’uomo ad esprimersi e a comunicare. Il film attinge a lettere, biografie, leggende delle quali tutti hanno sentito parlare, anche se in fondo si tratta di un lavoro di pura immaginazione, un’ode allo spirito artistico e a coloro che hanno convinzioni così assolute da dedicarvi tutta la loro vita.

Trama

Il film racconta gli ultimi anni dell’artista Vincent Van Gogh, dal burrascoso rapporto con Paul Gauguin a quello viscerale con il fratello Théo, fino al misterioso colpo di pistola che gli ha tolto la vita a soli 37 anni. Tra conflitti esterni e solitudine, un periodo frenetico e molto produttivo che ha portato alla creazione di capolavori che hanno fatto la storia dell’arte e che continuano ad incantare il mondo intero. Un film sulla creatività e sui sacrifici del genio olandese, sull’intensità febbrile della sua arte, sulla sua visione del mondo e della realtà.

Willem Dafoe in Van Gogh - Sulla soglia dell’eternità
Willem Dafoe in Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here