Toni Servillo e Donato Carrisi, intervista L’uomo del labirinto

Ecco la nostra video intervista a Donato Carrisi e Toni Servillo, regista e protagonista de L’uomo del labirinto, che tornano insieme dopo La ragazza nella nebbia, tra specchi, conigli, morte imminente e quant’altro

Vi presentiamo la nostra video intervista esclusiva per L’uomo del labirinto all’autore e regista Donato Carrisi e al protagonista Toni Servillo. Dopo aver lavorato insieme ne La ragazza nella nebbia, i due ci hanno parlato del nuovo film, degli specchi e del coniglio, dell’atmosfera di morte che aleggia sul protagonista e molto altro. L’uomo del labirinto, che vanta come co-protagonisti Dustin Hoffman e Valentina Bellè, è nei cinema dal 30 ottobre, distribuito da Medusa Film.

Disponibili anche la nostra video intervista esclusiva a Valentina Bellè e il video integrale della conferenza stampa del film.

Sinossi

Samantha Andretti è stata rapita una mattina d’inverno mentre andava a scuola. Quindici anni dopo, si risveglia in una stanza d’ospedale senza ricordare dove è stata né cosa le è accaduto in tutto quel tempo. Accanto a lei c’è un «profiler», il dottor Green: sostiene che l’aiuterà a recuperare la memoria e che insieme cattureranno il mostro. Ma l’avverte che la caccia non avverrà là fuori, nel mondo reale. Bensì nella sua mente. «Questo è un gioco, vero?» ripete, dubbiosa, la ragazza. Bruno Genko è un investigatore privato. Quindici anni prima è stato ingaggiato dai genitori di Samantha per ritrovare la figlia. Adesso che la ragazza è riapparsa, sente di avere un debito con lei e proverà a catturare l’uomo senza volto che l’ha rapita. Ma quella di Genko è anche una lotta contro il tempo. Perché un medico gli ha detto che gli restano due mesi di vita. E, per uno scherzo del destino, quei due mesi sono scaduti proprio nel giorno in cui Samantha è tornata indietro dal buio. Chi giungerà prima alla verità: l’investigatore o il profiler?… Ma siamo sicuri che, alla fine di tutto, ci sia un’unica verità? Perché questa non è un’indagine come le altre… Qualcuno ha un segreto, qualcuno sta mentendo. E da qualche parte, là fuori, c’è un labirinto pieno di porte. E dietro ognuna si nasconde un enigma, un inganno. In questo gioco nella mente dello spettatore, il labirinto di cui sei prigioniero è già dentro di te.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui