The Witcher, la serie: Lauren Schmidt Hissrich lavorerà al riadattamento

The Witcher Netflix

Netflix ha annunciato che sarà Lauren Schmidt Hissrich ad occuparsi del riadattamento di The Witcher, celebre saga fantasy dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski.

Lauren Schmidt Hissrich al lavoro

The Witcher potrebbe diventare il nuovo grande successo fantasy del momento. La fortunata saga dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski sarà infatti trasformata in una serie tv ed in un prodotto sicuramente molto competitivo all’interno del mercato di punta del momento, che pare essere proprio quello fantasy. Nelle ultime ore è stato annunciato che sarà Lauren Schmidt Hissrich ad occuparsi del riadattamento, lavorando come sceneggiatrice e produttrice esecutiva. La Hissrich ha già lavorato per la piattaforma di streaming, e tra i suoi crediti per sceneggiatura e produzione figurano le serie firmate Marvel The Defenders e Daredevil.

The Witcher: un successo transmediale

La prima storia della saga The Witcher è comparsa negli anni ’80 sulla rivista polacca Fantastyka. Il primo degli otto libri di Sapkowski è stato pubblicato nel 1993, mentre il più recente nel 2013. Ma The Witcher è molto di più e qualunque nerd che si rispetti conoscerà il videogame che è stato tratto dai romanzi, un vero e proprio successo mondiale che ha visto ben tre capitoli (The Witcher, The Witcher 2 – Assassins of Kings, The Witcher 3 – Wild Hunt), l’ultimo dei quali ha vinto centinaia di premi, tra cui il Game of the Year ai The Game Awards del 2015. In seguito la saga è stata riadattata in fumetti, giochi da tavolo, un film ed una serie tv in lingua polacca, usciti rispettivamente nel 2001 e nel 2002.

The Witcher film
Michał Żebrowski ha interpretato Geralt di Rivia nella serie tv e nel film in lingua polacca

Le avventure di Geralt di Rivia, il cacciatore di bestie

Ma di cosa parla The Witcher? Ambientata in un mondo in cui umani e creature fantastiche (le cosiddette Razze Antiche) convivono, la saga racconta le avventure di Geralt di Rivia, uno degli ultimi appartenenti all’ordine degli strighi, guerrieri e stregoni che hanno sviluppato nel tempo mutazioni e abilità tali da permetter loro di combattere mostri e demoni che popolano il continente. Geralt è un cacciatore di bestie mitologiche, animali demoniaci le cui caratteristiche sono spesso tratte dai breviari medievali.

The Witcher su Netflix: cosa sappiamo per ora

Sappiamo per certo che l’autore della saga scritta collaborerà alla realizzazione della serie e ne sarà il consulente creativo. Sapkowski ha dichiarato di esser entusiasta di far parte del progetto e che l’obiettivo è quello di creare un prodotto che resti il più fedele possibile alla storia originale. Nel team ci saranno anche Jarek Sawko e Tomek Baginski, i quali hanno lavorato agli intro dei tre videogiochi e figureranno come produttori esecutivi. I due, in una dichiarazione ufficiale, hanno ribadito l’importanza del progetto, affermando che si tratta di una storia attuale che riguarda le sfide della contemporaneità, anche se nascosta dall’ambientazione fantasy. «È una storia che parla di noi, che parla del mostro e dell’eroe che abitano dentro i cuori di ognuno di noi». Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown (The Expanse) e Sean Daniel (La Mummia).

Questo è tutto. Manca ancora una data ufficiale di debutto, anche se sul sito di Netflix è già comparso il titolo con relativa didascalia. Ma la domanda più importante resta: chi interpreterà Geralt? Vedremo.

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui