The Walking Dead 8×14 – Non si uccide la speranza: Recensione

negan-the-walking-dead

The Walking Dead 8×14La stagione della guerra continua rovesciando le parti: d’un tratto viene fuori l’umanità di Negan, un uomo che sembra rinato dopo aver sfiorato la morte, mentre Rick, arrivato al punto di rottura dopo la morte del figlio, stermina un intero commando di salvatori attraverso l’inganno.

Ognuno ha i propri demoni 

In The Walking Dead, i veri nemici non sono gli erranti ma bensì i demoni non tangibili che albergano in ognuno dei personaggi. La serie si è sempre concentrata sull’emotività di ognuno. L’azione, le dinamiche di guerra e gli scontri fisici sono le giunture. Sebbene la sopravvivenza sia l’obiettivo principale di ognuno di loro, i fantasmi del passato e i conti in sospeso mandano fuori strada gli eroi di questa storia continuamente, complicando così un lavoro di gruppo. Il conto arriva per tutti in Non si uccide la speranza: Negan, Rick, Morgan, Carol, Maggie, Henry, Daryl, Rosita, Tara, Michonne hanno tutti perso qualcuno, e quella perdita si è trasformata nelle persone che sono ora violente e prive del coraggio per guardare in faccia alla speranza. Ognuno di loro prima o poi finirà per fare i conti con se stesso.

rick-morgan-the-walking-dead
Rick E Morgan in The Walking Dead

Il messaggio di Carl

In questa seconda parte dell’ottava stagione si vuole condurre tutti a riflettere sul messaggio di Carl, persino Negan di riflesso sta cambiando e sta mostrando se stesso dopo diverso tempo le sue sfumature, che lo rendono tra l’altro molto più interessante rispetto al solito. Michonne è già su quest’onda di pensiero e così come un tempo Andrea riuscì a salvarla, ora la donna con la katana sta cercando di aiutare l’uomo che ama. Tara dopo diverse dimostrazioni è riuscita a perdonare Dwight, mostrando un lato di lei più clemente. Rick e Morgan stanno sfogando il loro dolore e si vendicano uccidendo i prigionieri fuggiti da Hilltop, senza neanche pensare un secondo alle parole di Alden, il quale aveva consigliato a Rick di portare indietro con sé gli evasi dando loro un’altra chance. Carol sta tornando a guardare al passato e alla donna che era prima, e solo attraverso questo grande gesto coraggioso è riuscita a ritrovare Henry, nonostante la parte più cinica e ferita di lei fosse convinta della sua morte. Jadis è un personaggio che il pubblico sta imparando a conoscere e questi ultimi episodi sono stati fondamentali per capire meglio la sua identità. C’è molta fragilità in lei e la sua corazza si è lentamente sgretolata. Le dinamiche tra lei e Negan sono state piuttosto commoventi, sebbene qualche scena sia stata girata in maniera un po’ approssimativa, ma ciò che entrambi fanno è parlare finalmente di se stessi. I due si raccontano e il gesto di lasciarsi andare e non ferirsi ulteriormente ha significato qualcosa di importante. Se all’inizio Jadis si era mostrata antipatica e inutile, ora sarebbe assurdo non sperare in un suo ingresso nella storia sotto un’altra luce.

Jadis in The Walking Dead
Jadis in The Walking Dead

Il dolore della perdita

Dopo aver commesso quelle azioni spietate insieme a Morgan, Rick torna da Michonne dispiaciuto di non averle dato retta e forse pronto per leggere le parole di suo figlio. Ma come tutti gli uomini, anche il protagonista di The Walking Dead per superare un lutto e fare pace con il proprio dolore deve muoversi in continuazione così da non soffermarsi a pensare. Nel frattempo le allucinazioni di Morgan continuano senza sosta ma questa volta uno dei suoi fantasmi torna in vita, infatti con il ritorno di Henry in carne e ossa, il dolore e la rabbia di un padre che non ha saputo salvare suo figlio può finalmente mutare. Nonostante siano stati fatti passi avanti più sul versante emotivo dei personaggi, anche la storia con questo episodio ha regalato qualche sorpresa. Innanzitutto abbiamo capito che una nuova storyline si prepara a prendere il volo, in senso letterale visto l’arrivo di quell’elicottero che Jadis tanto sperava di attirare a sé. Negan è pronto per riprendere la sua posizione al rifugio e adesso è interessante capire chi sia salito in macchina con lui. Nel mentre Rosita e Daryl sono pronti per attaccare la fabbrica dove si stanno producendo i proiettili.

carol-henry-the-walking-dead
Carol ed Henry The Walking Dead

Qui potete leggere le recensioni di tutti gli episodi dell’ottava stagione di The Walking Dead.

[yasr_overall_rating]

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui