The Gray Man, recensione del rocambolesco thriller dei fratelli Russo con Ryan Gosling e Chris Evans

The Gray Man - Ryan Gosling
The Gray Man - Ryan Gosling

La recensione di The Gray Man, rumorosissimo e ironico thriller dei fratelli Russo con un super cast formato da Ryan Gosling, Chris Evans, Ana de Armas, Regé-Jean Page e Billy Bob Thornton

The Gray Man

Sierra Six (Ryan Gosling) è in un penitenziario federale per scontare una condanna per omicidio quando viene reclutato dall’agente della CIA Donald Fitzroy (Billy Bob Thornton). Per anni lavora come mercenario altamente qualificato, autorizzato dall’Agenzia e utilizzato nei casi in cui è impossibile seguire le “vie ufficiali”. The Gray Man, questo il suo ruolo. Quando però Sierra Four (Callan Mulvey) gli rivela delle informazioni compromettenti sui vertici della CIA, la situazione cambia radicalmente: Six diventa l’obiettivo, braccato in tutto il mondo da Lloyd Hansen (Chris Evans), un ex agente che non si fermerà davanti a nulla pur di eliminarlo.

Duelli rocambolesche e folli esplosioni

Necessario partire da un presupposto: astenersi dalla visione se si è in cerca di qualcosa di diverso dal classico film americano pieno di inseguimenti improbabili, duelli rocambolesche e folli esplosioni. The Gray Man è soprattutto questo, con l’aggiunta di una notevole e apprezzabile vena ironica. Il personaggio interpretato da Ryan Gosling ha poco di verosimile ma ha tutte le carte in regola per conquistarsi il favore del pubblico. Merito del viso d’angelo dell’attore e di un fisico invidiabile che lo rendono adatto a ruoli di questo genere, ma non solo. Six è un eroe anticonvenzionale ma pur sempre positivo grazie alla sua capacità di prendersi poco sul serio, ironizzando su tutto anche nei momenti più delicati.

The Gray Man - Chris Evans
The Gray Man – Chris Evans

Buoni e cattivi

Stessa ironia anche per il villain designato dai fratelli Russo. Chris Evans, smessi i panni di Captain America, si è divertito più di una volta ad impersonare il cattivo di turno. Stavolta il suo personaggio si contraddistingue per l’insana follia che rende la sua condotta completamente fuori controllo. L’agente Brewer e il suo ambiguo capo Denny Carmichael, interpretati rispettivamente da Jessica Henwick e Regé-Jean Page, dovrebbero tenerlo a freno… con scarsi risultati, vista la scena – surreale ai limiti del fantascientifico – dell’assedio a Praga (solo per citarne uno). A completare il cast gli integerrimi ex agenti in pensione che hanno il volto di Alfre Woodard e Billy Bob Thornton, quasi dei genitori per Six, la coraggiosa agente Dani Miranda interpretata da Ana de Armas e la giovane Claire (Julia Butters). Perché quando c’è di mezzo una ragazzina da salvare è fin troppo facile capire la differenza tra buoni e cattivi.

The Gray Man - Ana de Armas e Regé Jean Page
The Gray Man – Ana de Armas e Regé Jean Page

Six, un protagonista che ha un cuore

Aldilà dei facili scetticismi che possono essere sollevati da thriller d’azione di questo tipo, The Gray Man offre degli effetti speciali di prim’ordine. La maggior parte delle scene, per quanto eccessive, risultano curate nei minimi dettagli e hanno un’innegabile impatto visivo. Il trucco c’è, ma la qualità della resa è tale da meritare un plauso. Buona anche la caratterizzazione di Six (al contrario di Lloyd Hansen, descritto solo come un sociopatico laureato ad Harvard), approfondito in maniera cavillare grazie a flashback necessari a spiegare gli anni passati in carcere, le cicatrici e l’attaccamento ai Fitzroy. Il suo è un personaggio ricco di luci e ombre ma che ha un cuore, come riconosciuto dall’ex direttrice della CIA interpretato dalla Woodard: “Hai dimostrato che avevamo ragione”, gli dirà ad un certo punto sottolineando affettuosamente il suo valore. La cura dei dettagli è ciò che rende The Grey Man un film indubbiamente godibile, di certo poco affine alla realtà ma non per questo da disdegnare per partito preso.

The Gray Man, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Mark Greaney, è distribuito da Lucky Red Netflix e arriva nelle sale italiane il 13 luglio prima di approdare sulla piattaforma streaming a partire dal 22 luglio. Diretto da Anthony e Joe Russo, il cast è formato da Ryan Gosling, Chris Evans, Ana de Armas, Regé-Jean Page, Billy Bob Thornton, Alfre Woodard, Jessica Henwick, Dhanush e Julia Butters.

VOTO:
3 stelle e mezza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome