Teresa zum zum, al Teatro Le Maschere Abategiovanni parla delle donne

Teresa zum zum, al Teatro Le Maschere Abategiovanni parla delle donne

Per il ciclo Parole Appassionate, il Teatro Le Maschere presenta Teresa zum zum: in scena dal 27 febbraio al 1º marzo, Franca Abategiovanni è la protagonista della pièce diretta da Nadia Baldi.

La stagione serale del Teatro Le Maschere presenta quest’anno Parole Appassionate,
rassegna serale di teatro al femminile. Dal 27 febbraio al 1º marzo sarà in scena Teresa zum zum, di Cesare Belsito, regia di Nadia Baldi, con Franca Abategiovanni. Il tema portante è la Follia, racconta di una donna, appunto Teresa che decide di andare in cura da uno psicanalista per risolvere un suo problema capitale: la paura di fare sesso con gli uomini. Ha talmente paura di affrontare questa tematica che non riesce neanche a verbalizzare e di conseguenza quando ne parla usa un suono onomatopeico per l’appunto ZUM ZUM da qui il titolo.

Nei tre quadri che si avvicendano nello sviluppo dello spettacolo scopriremo che
TERESA parla di un uomo che ha incontrato su internet e che di conseguenza non ha
mai visto. Quest’uomo decide di volerla incontrare da qui il problema. Il suo incontro
con lo psicanalista si muove però su un piano totalmente sedativo da parte sua senza
preservare neanche gli uomini che incontra per strada di cui è convinta in maniera
persecutoria che vogliano fare con lei …zum zum.  Il personaggio di Teresa è pari a un clown che con la sua tenerezza e il suo disorientamento riesce anche a far ridere a crepapelle lo spettatore. Una donna sola di fronte al mondo spietato che non accoglie ma emargina. Il finale è a sorpresa in sostanza, di fronte alle sue confessioni non c’è nessuno.

“Donne che raccontano e che interpretano altre donne è questo il senso di Parole
appassionate – raccontano Massimo Vulcano (Direttore Organizzativo Teatro le
maschere) e Carla Marchini (Direttrice Artistica Teatro Le Maschere) la rassegna di
teatro al femminile che fa delle donne – del loro sguardo ironico e acuto – le vere
protagoniste. Parole Appassionate è un appuntamento teatrale dedicato alla leggerezza,
ma con intelligenza, incentrato sull’interpretazione di attrici diverse tra loro, unite dalla
voglia di raccontarsi a volte attraverso copioni nati per il teatro, altre volte con recital,
altre volte con spettacoli che mescolando parole, poesia e musica. Una ulteriore
occasione per “emozionarsi con il cuore e la mente”, nel segno della qualità, della
comicità, dell’intelligenza dei sentimenti e delle passioni, che inaugura la stagione
serale 2019_2020 del Teatro Le Maschere”.

I prossimi appuntamenti saranno: dal 19 al 22 marzo, Crescenza Guarnieri
che sarà la protagonista di Tutti i miei cari di Francesca Zanni, regia di
Francesco Zecca, mentre dal 02 al 05 aprile sarà la volta di #inutilmentesfiga,
una stand-up comedy scritta e interpretata da Elda Alvigini.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui