Teatro de’ Servi, stagione 2019/20: tutte le novità dei direttori Bezzi e Beato

Teatro de' Servi, stagione 2019/2020

Teatro de’ Servi, presentata la stagione 2019/2020 dedicata alla drammaturgia contemporanea: la direzione artistica è stata affidata a due nuovi direttori artistici, Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato dello Spazio 18b.

Lo Spazio 18b, l’intima e vivace realtà teatrale, punto di riferimento culturale della Garbatella, guidato dalla Compagnia dei Masnadieri, cresce e si appresta ad iniziare una nuova importante avventura. I direttori artistici ed organizzativi, Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato, cureranno, infatti, anche la nuova stagione Fuoriclasse del Teatro de’ Servi, con variegate e interessanti proposte dedicate alla drammaturgia contemporanea.

Immaginazione in movimento è lo slogan della stagione 2019/20 del Teatro de’ Servi, lo storico palcoscenico romano che da anni offre al pubblico della Capitale divertimento e qualità” – sottolineano i direttori artistici Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato – “da quest’anno la scelta di condividere il timone della stagione Fuoriclasse con la nostra Compagnia dei Masnadieri e con tutto lo staff dello Spazio 18B, ci riempie di orgoglio e ci gratifica del tanto lavoro e impegno profusi nell’offrire una proposta di giovane drammaturgia andando a pescare in un vasto ‘mare’ di compagnie ed interpreti, validi, innovativi e soprattutto preparati. Una carrellata di spettacoli che metterà d’accordo un pubblico ampio e di tutte le età”.

Teatro de' Servi: Sul divano di e con Marco Valerio Montesano, Michele Enrico Montesano e Francesco Pietrella
Sul divano di e con Marco Valerio Montesano, Michele Enrico Montesano e Francesco Pietrella

Dieci spettacoli che affronteranno tematiche sentite e attuali sempre in bilico tra dramma e ironia, con brillanti interpreti. Una ricca selezione di nuova drammaturgia spiegherà le vele con comicità e svago, riflessione e dubbi, sogni e ambizioni, maternità, nevrosi declinate al femminile, grandi occasioni più o meno perdute, l’eterno scontro tra immaginazione e realtà; ed ancora, frammenti di vita con l’amore nelle sue più diverse declinazioni, il dramma della solitudine e la consolazione della speranza.

Si parte il 14 ottobre con Sul divano di e con Marco Valerio Montesano, Michele Enrico Montesano e Francesco Pietrella, spettacolo selezionato direttamente dalla VI edizione del Festival under 25 Dominio pubblico. Dal 4 al 6 novembre spazio invece al debutto romano di Mein Kampf Kabarett di George Tabori, diretto da Nicola Alberto Orofino: un folto cast per raccontare la storia di un giovanissimo Hitler pittore che divide la stanza con due ebrei, tra ironia, satira e riflessione sociale. La maternità, dimensione piccolo borghese e follia sono le tematiche affrontate da Mummy diretto da Renato Civello, dal 16 al 18 dicembre, mentre dal 6 all’8 gennaio Fabiana Fazio presenta il suo Nevrotika Vol. 1-2-3, un catalogo delle nevrosi contemporanee, un piccolo e ironico tuffo nelle nostre ansie, manie e ossessioni.

Dal 27 al 29 gennaio la letteratura arriva a teatro con Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati per la regia di Elisa Rocca, e al binomio vita/morte con My Life di Mirko Corradini, dal 17 al 19 febbraio. Il mondo clownesco e le atmosfere circensi dominano la scena dal 9 all’11 marzo con Clow-destini, per la regia di Francesco Ragosta: i clown- destini esplorano tutte le problematiche della vita reale, dalla discriminazione raziale al bigottismo. La vita reale e le sue dinamiche e problematiche sono protagoniste anche di Petrolio di Beatrice Gattai, dal 30 marzo al 1 aprile, e di Naufragio di Irene Gandolfi, diretto da Alessandro Businaro, dal 20 al 22 aprile. Chiude la stagione del Teatro de’ Servi il vincitore della stagione Fuoriclasse 2018- 2019 Francesco Petruzzelli, il quale porta in scena dall’11 al 13 maggio il suo Sarò greve, una Stand-up Comedy, tra lettura e teatro canzone.

Teatro de' Servi: Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati per la regia di Elisa Rocca
Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati per la regia di Elisa Rocca

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui