Teatro de’ Servi, Cartellone 2018/19 e partnership con il Teatro dell’Orologio

Teatro de' Servi 2018-19

Presentata al Teatro de’ Servi la Stagione Teatrale 2018/19 con Assaggi di stagione, una serata con i trailer dal vivo di tutti gli spettacoli. Novità: la coproduzione con il Teatro dell’Orologio.

La stagione teatrale, come il campionato di calcio, si è appena conclusa, ma le compagnie che daranno vita alla prossima stagione – quella che ha per simbolo il calciatore che regala emozioni, divertimento e qualche lacrima – sono scese in campo per una “prova generale” tutta particolare: si tratta degli Assaggi di Stagione del Teatro de’ Servi, che già negli scorsi anni hanno riscosso il favore del pubblico e che sono tornati il 19 e il 20 giugno.

In un’unica serata – replicata il giorno successivo – sono stati presentati tutti i trailer show del cartellone 2018/2019. Un susseguirsi di scenette esilaranti, dialoghi stralunati, battute inaspettate e a dare il giusto ritmo, nella veste di funambolici presentatori, Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi. La serata è stata centrata sul cartellone del Teatro de’ Servi, ma non va dimenticato che, per la prima volta, ci sarà anche una stagione parallela, chiamata Fuoriclasse in coproduzione con il Teatro dell’Orologio: dieci appuntamenti da ottobre a maggio dedicati alla nuova drammaturgia. A questa stagione è stata dedicata la serata degli Assaggi di Stagione del 21 giugno. “Teniamo alla tradizione, ma sappiamo anche che non ci si può fermare, che anche dopo una partita vinta si deve pensare a migliorare, perché il pubblico, ne siamo consapevoli e accettiamo la sfida, vuole sempre di più ed ha ragione a pretenderlo”, ha commentato Stefano Marafante, il direttore artistico del teatro di Via del Mortaro.

La stagione del Teatro de’ Servi partirà poi il 28 settembre con i ragazzi un po’ problematici di Operazione Balena per continuare con le difficoltà di coppia ed integrazione di Segreti e Cipolle in un condominio a piazza Vittorio. A Novembre si sdrammatizza sulla morte insieme alla Compagnia Amo con Morta zia, la casa è mia, a cui seguirà l’ultimo spettacolo di Michela Andreozzi con la regia di Massimiliano Vado: Prestazioni straordinarie. Dal 21 dicembre si entra nelle mure domestiche di una famiglia un po’ strampalata con La famiglia nel pallone, dall’11 gennaio si aprono strane società di affari con Il metodo cinese ; dal 1 febbraio, dopo il successo dello scorso anno, a tornare sul palcoscenico è il giovane cast di Ho adottato mio fratello con Genitori in Affitto. Ma non finisce qui. Il 22 febbraio sarà il tempo di Call Center 3.0 con Franco Oppini e Milena Miconi; dal 15 marzo si scoprono gli scheletri nell’armadio con Segreti di famiglia e dal 5 aprile si è ospiti in pacchiane ville simil-hollywoodiane con Benvenuti a casa Imbrogliovic. A chiudere nel modo migliore la nuova stagione ci penseranno le paure e le incertezze di Un matrimonio all’Improvviso e le eroine per necessità in una San Lorenzo del ’43 di Pane, latte e lacrime.

Prestazioni straordinarie
Prestazioni straordinarie

La coproduzione con il Teatro dell’Orologio

La stagione 2018/19 sarà caratterizzata dalla coproduzione tra il Teatro de’ Servi e il Teatro dell’Orologio per dare piena possibilità di esprimersi alla drammaturgia contemporanea dopo la perdita degli “storici” spazi di via dei Filippini. Da ottobre il teatro di via del Mortaro ospiterà il prestigioso teatro off romano attraverso una stagione parallela, chiamata “fuoriclasse”. “Per la prima volta il Teatro de’ Servi non sarà solo. Scendiamo in campo insieme al Teatro dell’Orologio, ognuno con la sua fisionomia, con la sua tradizione, insomma ognuno con il proprio ruolo, numero e nome sulla maglia”, ha spiegato Stefano Marafante, direttore artistico del Teatro de’ Servi. “Non è stata una scelta tattica e tanto meno un matrimonio di interesse, bensì un esperimento teso a innovare l’offerta teatrale di Roma, creando sinergie e unendo diversità”. Grazie a questa collaborazione da settembre prenderà avvio a Roma un originale, interessante esperimento: un dialogo tra due modi diversi ma complementari di intendere lo spettacolo teatrale, di divertire e di coinvolgere.

Il Teatro de’ Servi sfoggerà una maglia coi colori dei nuovi spettacoli in cartellone; e in parallelo, con cadenza mensile il Teatro dell’Orologio riprende dopo la brusca chiusura nel febbraio 2017 il percorso dedicato ai linguaggi contemporanei ed allo scouting di giovani compagnie. “Dopo una stagione in panchina, siamo pronti per scendere in campo e giocare quest’amichevole con il Teatro de’ Servi, che negli anni s’è dimostrato attento alla commedia italiana e alla drammaturgia contemporanea. – Ha spiegato Fabio Morgan, direttore artistico dell’ex Teatro dell’Orologio – Ringraziamo il Teatro de’ Servi per l’assist e ci prepariamo, con una giocata da fantasisti per questa stagione di Fuoriclasse, convinti più che mai che nessun teatro si salva da solo.” La stagione comincerà con lo spettacolo Operazione Balena di Gianfranco Vergoni al Teatro de’ Servi il 28 settembre, affiancato da Hitchcock, a love story dal 15 al 17 ottobre prodotto in coproduzione con l’Orologio.

Operazione balena
Operazione balena

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here