Tappo – Cucciolo in un mare di guai, recensione: arriva un nuovo amico a 4 zampe

Tappo - Cucciolo in un mare di guai, recensione: arriva un nuovo amico a 4 zampe

Tappo – Cucciolo in un mare di guai è adorabile che non faticherà a conquistare il cuore dei più piccoli: dolce, simpatico e pronto a tuffarsi nell’avventura, il cagnolino è un ottimo protagonista per una storia forse già vista ma comunque piena d’azione e tenerezza.

Dal lusso alla strada

Tappo è un cagnolino fortunato: ha una padrona ricca che lo ama tanto, così il cucciolo si è abituato a vivere nel lusso più sfrenato. Tutto cambia all’improvviso quando l’anziana donna viene a mancare. Tappo viene inaspettatamente cacciato di casa e per la prima volta si trova da solo nel mondo reale – quello dei randagi – in cui per sopravvivere bisogna per forza imparare a cavarsela da soli. Un giorno si presenta per lui una seconda possibilità di nome Zoe: la ragazza diventa la sua nuova padrona ma può donargli solo il suo amore visto che è povera e che vive in un umile seminterrato. Sarà proprio Zoe, tuttavia, ad aiutare Tappo a sfuggire a Charles e Victoria, gli avidi e senza scrupoli figli della ricca defunta. Il cane infatti ha ereditato una grossa somma dopo la morte dell’anziana signora e loro sono più che mai decisi a mettere le mani su quel gruzzolo.

Un nuovo cucciolo da amare

Tappo – Cucciolo in un mare di guai appare accattivante tanto nelle movenze quanto nella cromia: dagli occhioni teneri al pelo incredibilmente lucido, passando per i colori accesi e un’animazione attenta, le immagini risultano accattivanti e curate. D’altronde è pur vero che tra cinema classico e film d’animazione, la schiera di amici a quattro zampe è davvero folta. Basti pensare ai recenti protagonisti di Pets 2 oppure a Birba – Micio combinaguai. Scavando più indietro nel tempo, il cuore dei bambini – o ex tali – non può dimenticare Balto, Lilli e il vagabondo, La carica dei 101, Braccobaldo e la lista potrebbe diventare davvero molto lunga. Questo parzialissimo elenco vuole solo evidenziare la fitta presenza “animalesca” che da sempre caratterizza il genere, segno di un amore reciproco che si rinnova anche al cinema decennio dopo decennio.

Tappo è un cagnolino fortunato: ha una padrona ricca che lo ama tanto, così il cucciolo si è abituato a vivere nel lusso più sfrenato
Tappo è un cagnolino fortunato: ha una padrona ricca che lo ama tanto, così il cucciolo si è abituato a vivere nel lusso più sfrenato…

Cosa piacerà di Tappo

In effetti Tappo – Cucciolo in un mare di guai continua la tradizione ed ha tutte le buone caratteristiche dei suoi predecessori. Ad esse, tra l’altro, si aggiunge una certa modernità. Da cucciolo ricco a randagio, il salto non è così facile per lui e la cosiddetta “ironia della sorte” viene evidenziata in modo decisamente spassoso (come non pensare agli spassosi meme su Baby George, erede del Principe William, che guarda tutti dall’alto in basso reputandoli dei ‘poracci’). Le avventure di Tappo non sono perfette né geniali, alcune idee danno una sensazione di già visto e appaiono prevedibili, eppure sono pronte ad appassionare i più piccoli. Ma non solo: esse rappresentano un bel passatempo per tutta la famiglia come nelle migliori pellicole di genere. Ovviamente il simpatico cucciolo non deve fare tutto da solo: Tappo infatti incontrerà molti amici sulla sua strada, tutti pronti a lasciare un segno nel cuore del baby-pubblico.

Buoni sentimenti sì, stucchevolezza no

Se Tappo potrà crescere ed imparare tanto dalle sue disavventure, lo spirito pedagogico del film d’animazione arriverà ovviamente anche in sala. I buoni sentimenti professati dagli 85 minuti di pellicola riescono a non diventare mai stucchevoli, visto che la regia di Kevin Johnson tende a valorizzare l’animata vita della strada e l’ilarità dei personaggi puntando sull’empatia ma senza calcare troppo la mano. Alla fine della proiezione ci si ritroverà con ogni probabilità di buon umore, con un sorriso sul volto e con qualche nuovo eroe a quattro zampe cui voler bene.

Tappo – Cucciolo in un mare di guai arriva nelle sale italiane il 23 gennaio 2020 distribuito da Eagle Pictures. Tra i doppiatori originali figurano Big Sean, Snoop Dogg e Jason Mraz.

VOTO:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui