Sugar apre il live di Myss Keta e Ditonellapiaga e ci presenta il suo progetto

Vi presentiamo la nostra intervista a Sugar, cantautrice che aprirà il live di Myss Keta e Ditonellapiaga per Radio Onda D’Urto a Brescia

Ciao Sugar, benvenuta allora intanto come nasce il tuo nome d’arte? 
“Sugar” l’ho scelto fin da piccolissima. Serviva qualcosa che mi descrivesse appieno e una sera chiesi alla mia vecchia crew di definirmi. Saltò fuori che erano tutti d’accordo sul fatto che fossi molto sweet. Sul palco sembro “cattiva” ma non lo sono affatto e poi non posso fare a meno dei dolci, letteralmente.
Il 26 Agosto sarai a Radio Onda d’urto, per l’opening Act di Myss keta e Ditonellapiaga, come ci si sente davanti ad una occasione simile?
È difficile trovare le parole giuste per descrivere quanto sia felice di calcare questo palco.
Ho bei ricordi di Festa di radio onda d’urto, per anni ne sono stata spettatrice insieme a mio fratello al quale sono molto legata. Sono orgogliosa di aprire gli show di due donne, prima che grandi artiste come Ditonellapiaga e Myss Keta. La cosa che più mi piace di loro è che dicono quello che pensano, sempre. Sanno stare sul palco e sanno divertirsi.
Poi hanno stile e che gli si può dire…
Hikikomori è uno dei tuoi brani di successo, ma quali saranno i tuoi prossimi step?
Sto lavorando a diversi singoli, sto cambiando un po’ il mio stile. La nuova Sugar ha voglia di sperimentare e nella musica lo sta facendo molto. Starete a vedere…
Parlaci un po’ di come nasce un tuo pezzo e dei tuoi collaboratori.
Io non ho un approccio fisso, a volte scelgo un tipo di brano, un mood diciamo, vado in studio e si lavora il beat dall’inizio alla fine. Poi proseguo con rec, mix, master. Talvolta, invece, sento che devo dire qualcosa, non posso non farlo. Così prendo la penna e lascio che vada.. e indovina quando succede di solito? di notte…
Dopo questo live cosa hai in programma? 

Dunque, ho da poco ricevuto la notizia che parteciperò alle finali per il premio Botteghe d’autore, il prossimo 10 Settembre a Salerno. Ad ottobre collaborerò con l’organizzazione di Musica Contro le mafie per la prossima edizione del concorso (a cui io partecipai l’anno scorso). Loro sono una seconda famiglia per me.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome