Speravo de morì prima, 500.000 spettatori per il debutto della serie Sky su Totti

Speravo de morì prima - Pietro Castellitto (2)
Speravo de morì prima - Pietro Castellitto

500.000 spettatori medi su Sky per il debutto di Speravo de morì prima, la serie sull’ex Capitano della Roma Francesco Totti, con la miglior permanenza dal 2020 e in trending topic tu Twitter per i protagonisti Totti e Spalletti

C’è l’epica del campione, ma prima ancora quella leggerezza e quell’autoironia tutta romana che hanno alimentato la leggenda di Francesco Totti, e lo sconfinato amore di una intera città, di un popolo che del “Pupone” ha fatto la sua bandiera. Fra sfrenate citazioni pop e irresistibili momenti onirici, Speravo de morì prima, la serie Sky Original sull’ex capitano della Roma, ha finalmente fatto il suo debutto su Sky, dove il primo episodio è stato visto da 500.000 spettatori medi (comprensivo di Primissime), dato che va ad eguagliare l’ottima performance di un’altra attesissima serie Sky Original, The New Pope del Premio Oscar Paolo Sorrentino. La media dei primi due episodi è stata di più di 472mila spettatori (col secondo che è stato visto da più di 444mila spettatori medi), con una permanenza al 62%, nettamente superiore a tutte le serie Original dal 2020 a oggi. Sui social, ieri sera sia #Totti che #Spalletti sono entrati per tutta la serata nella classifica dei trending topic di Twitter.

Guarda anche le nostre video intervisteMonica Guerritore e Giorgio Colangeli, ovvero Fiorella ed Enzo Totti e a Marco Rossetti e Gabriel Montesi, ovvero Daniele De Rossi e Antonio Cassano. Queste invece le clip precedentemente rilasciate: la prima, la seconda, la terza, la quarta, la quinta/sesta, la settima e quella con Antonello Venditti.

Speravo de morì prima - Gian Marco Tognazzi e Pietro Castellitto
Speravo de morì prima – Gian Marco Tognazzi e Pietro Castellitto

La storia

L’ultimo anno e mezzo di carriera di Francesco Totti. Tra presente e passato, pubblico e privato, Speravo de morì prima ripercorre serissimamente, ma col tono della commedia, i diciotto mesi che vanno dal ritorno di Luciano Spalletti sulla panchina della Roma al più struggente addio al pallone della storia del calcio.

Un anno e mezzo di guerra contro due avversari che non fanno sconti neppure a Francesco Totti: il tempo e l’allenatore. Una guerra che divide una città e la comunità calcistica. Una guerra combattuta con passione e tormento da un calciatore che non vuole e soprattutto non riesce a mettere la parola fine a una carriera da sogno, tutta vissuta indossando sempre e solo una maglia.

Il cast

Speravo de morì prima – La serie su Francesco Totti, tratta da Un Capitano di Francesco Totti e Paolo Condò, edito da Rizzoli Libri S.p.A, è diretta da Luca Ribuoli e prodotta da Mario Gianani per Wildside, del gruppo Fremantle, con Capri Entertainment di Virginia Valsecchi, The New Life Company e Fremantle. Il cast: Pietro Castellitto è Francesco Totti, Greta Scarano è Ilary Blasi, Gian Marco Tognazzi è Luciano Spalletti, Monica Guerritore è la madre di Totti, Fiorella; Giorgio Colangeli è Enzo, il padre di Totti, Primo Reggiani è Giancarlo Pantano, amico storico del Capitano, Alessandro Bardani è Angelo Marrozzini, suo cugino. Gabriel Montesi e Marco Rossetti interpretano rispettivamente Antonio Cassano e Daniele De Rossi, Massimo De Santis è Vito Scala, Eugenia Costantini e Federico Tocci i genitori di Totti da giovani.

Speravo de morì prima - Pietro Castellitto e Marco Rossetti (foto Iacovelli Zayed)
Speravo de morì prima – Pietro Castellitto e Marco Rossetti (foto Iacovelli Zayed)

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui