Sotto il sole di Riccione, recensione: film balneare, il Sapore di mare dei post-Millennials

Sotto il sole di Riccione: la storia di un gruppo di ragazzi alle prese con amicizie e amori estivi
Sotto il sole di Riccione

La recensione di Sotto il sole di Riccione, film che racconta le vicende amorose, familiari e amicali di un gruppo di ventenni seguendoli nel corso di un’intera estate sulla spiaggia: una pellicola leggera, che scorre via piacevolmente senza però restare memorabile.

Amore ed amicizia sotto l’ombrellone

D’estate Riccione si popola di ragazzi provenienti da tutta Italia. Ciro (Cristiano Caccamo) arriva dal sud sognando di diventare un cantante ma finisce col diventare bagnino. Il suo fascino non passa inosservato, tant’è che il giovane attira velocemente su di sé le attenzioni di tutte le ragazze della spiaggia. Marco (Saul Nanni) è da sempre innamorato di Guenda (Fotinì Peluso), ma non ha mai trovato il coraggio di dichiararsi. In suo aiuto arriverà Gualtiero (Andrea Roncato), bagnino a riposo, deciso a condividere con lui i suoi segreti da playboy. C’è poi Vincenzo (Lorenzo Zurzolo), un ragazzo non vedente che viaggia con sua madre (Isabella Ferrari). Lei, apprensiva e molto protettiva, fatica a lasciarlo andare per la sua strada. Vincenzo però ha deciso di lasciare la donna sotto l’ombrellone e di farsi degli amici: l’incontro con Furio (Davide Calgaro) e il suo gruppo, ognuno diverso dall’altro ma uniti da una grande amicizia, cambierà le sorti della stagione estiva.

Sapore d’estate

Sotto il sole di Riccione (qui il video della conferenza stampa con il cast) è esattamente ciò che era nelle intenzioni del suo autore Enrico Vanzina: una versione moderna di cult movie quali Sapore di mare o Yesterday – Vacanze al mare, e per questo la dinamica regia è affidata agli YouNuts!, già autori di innumerevoli videoclip. Il gruppo di protagonisti è fresco e ben assortito, e condito di baby star già amatissime dal pubblico teen come Saul Nanni (Alex & co.), Lorenzo Zurzolo (Baby) e Ludovica Martino (Skam Italia), proponendosi così di rappresentare il vasto universo dei ventenni di oggi. Gli intrecci tra i personaggi cercano di accontentare il pubblico e strizzano l’occhio all’happy ending che si aspetta ogni spettatore che decide di guardare questo tipo di prodotto. Ecco perché la visione risulta scorrevole e leggera, sebbene poco memorabile.

Sotto il sole di Riccione: Isabella Ferrari in una scena del film Netflix
Isabella Ferrari in una scena

Famiglia e desideri per il futuro

Dinamiche familiari e sogni per il futuro fanno capolino tra le vicende sentimentali dei ragazzi. In questo senso, il maggior contributo viene dalla storia di Isabella Ferrari (che si imbatte nell’affascinante Luca Ward), una mamma delusa dall’amore che ha proiettato tutti i propri desideri sul figlio non vedente. Ovviamente essere iperprotettiva la porta a trascurare la propria felicità ma anche ad entrare in contrasto col giovane Vincenzo, creando uno scontro generazionale che comunque non appesantisce la trama. Interessante anche il discorso sul futuro: cosa vogliono diventare da grandi questi ragazzi? Sono in molti a chiederselo, ciascuno cercando di darsi le proprie risposte: abbandonare le certezze di una vita, trasferirsi all’estero, proseguire l’università. Tipici discorsi, quindi, da ventenni che si preparano ad entrare nel mondo degli adulti.

La colonna sonora dei Thegiornalisti

A completare l’atmosfera fresca della pellicola ci sono le musiche di Tommaso Paradiso e dei Thegiornalisti. Dal tormentone Sotto il sole di Riccione, che appunto dà il titolo al film, passando per altri successi della band e del suo frontman, la colonna sonora appare in linea con i toni della storia e adatti al suo target di riferimento (quello dei giovanissimi, appunto). Non manca nemmeno uno slang un po’ spinto (in stile “Ehi Bro”) e l’uso smodato dei social (con le storie di Instagram a farla da padrone), per una pellicola che fa il suo senza eccellere ma anche senza peccare di presunzione, offrendo nulla più di ciò che probabilmente era stato pensato in fase di scrittura.

Sotto il sole di Riccione è un film originale Netflix in associazione con Mediaset, prodotto da Lucky Red e realizzato da New International. Disponibile in streaming a partire dal 1º luglio.

VOTO:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui