Sanremo 2019, Cristicchi accusato di plagio: confronto brani e risposta di Baglioni

Simone Cristicchi - plagio Sanremo Claudio Baglioni

A Sanremo 2019 Simone Cristicchi è stato “accusato” di aver plagiato, nella parte orchestrale della sua Abbi cura di me, un brano di Randy Newman dal film Risvegli. Ecco il confronto tra i due pezzi e la risposta di Claudio Baglioni.

Scoppia un caso di presunto plagio a Sanremo a proposito del brano Abbi cura di me di Simone Cristicchi, scritta dal cantautore romano con Nicola Brunialti e Gabriele Ortenzi (Areamag), con la produzione artistica, arrangiamenti e missaggi di Francesco Musacco. Ciro Caravano dei Neri per Caso ha segnalato polemicamente, con un video pubblicato sul suo profilo Facebook, somiglianze tra Abbi cura di me, in gara al Festival di Sanremo 2019, e un brano della colonna sonora del film del 1990 Risvegli (Awakenings) di Penny Marshall, scritta dal celebre compositore e cantautore statunitense Randy Newman, vincitore di 2 Oscar ed autore del brano You Can Leave Your Hat On (celebre la versione di Joe Cocker nella colonna sonora di Nove settimane e 1/2).

Nel polemico testo di Caravano che accompagna il video, si legge: «Qualcosa mi suonava familiare… solo la parte strumentale della canzone. Tecnicamente non è un plagio, perché per il diritto in materia di musica (solo da queste parti) l’orchestrazione e l’arrangiamento non dà diritti, né doveri: non esiste! La canzone è la mia preferita di questa edizione.  Mi piace anche la colonna sonora del film Risvegli (Awakenings) scritta da Randy Newman».

Qualcosa mi suonava familiare …solo la parte strumentale della canzone. Tecnicamente non è un plagio, perchè per il…

Pubblicato da Ciro Caravano su Mercoledì 6 febbraio 2019

Interpellato in merito durante la conferenza stampa di oggi, Claudio Baglioni ha risposto: «Tra le mie competenze ce ne sono tante, tra cui badare all’intero Festival, però non c’è quella di afferma se un brano sia un plagio o meno. Per affermare tutto questo ci vuole innanzitutto una rivendicazione da parte degli autori che si ritengono plagiati. E poi ci vuole un tribunale o comunque una giuria che sia autorizzata ad esprimere un parere. Perché qualsiasi cosa noi dicessimo potremmo anche ricevere da Cristicchi, in questo caso, persino una denuncia per diffamazione, perché stiamo affermando una cosa che “sembrerebbe, forse, chissà”. Quindi io non ho nessuna titolarità per ammettere o escludere un brano che possa assomigliare a un altro. Se qualcuno degli autori della colonna sonora alla quale lei si riferisce, si ritiene in qualche maniera usurpato o danneggiato, si rivolga all’autorità giudiziaria. Ci sono i tribunali per questo, ci sono i giudici per dirlo. Noi scegliamo solamente tra tante proposte quelle che ci sembrano più adeguate o meno adeguate. Non abbiamo nessun potere per dire che una cosa sia un plagio o meno, anche perché rischieremmo veramente di essere dei diffamatori».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here