Sherwood Festival 2019: oggi al via tra musica, cultura e ambiente

Sherwood Festival(2)

Parte oggi la ventesima edizione dello Sherwood Festival, uno dei festival più longevi, in cui si fondono musica, di ogni genere, cultura, sport e ambiente. Tanti i protagonisti per un mese di live.

Uno dei festival più lunghi nel panorama italiano, ogni estate per 30 giorni, che trasforma un parcheggio in uno spazio vivo, pulsante, libero, una città dentro la città. Uno dei festival indipendenti dove la proposta musicale e culturale è ricca ed eterogenea, dove la musica, la cultura, lo sport, la socialità, i dibattiti si mescolano e si intrecciano per costruire, insieme ai tantissimi collaboratori volontari, tante narrazioni che si intrecciano in un’unica grande storia: quella di Sherwood Festival.

Lo Sherwood innanzitutto è quello che si vede: 30 giorni, decine artisti, dai grandi artisti nazionali e internazionali a tantissime band underground e emergenti, che si sono esibiti nel Main e nel Second Stage, più di 100.000 presenze annuali, un team di oltre 500 volontari, incontri, dibattiti, sport, giornate a tema. Ma anche un indotto potente, che contribuisce a creare sostegno al territorio, dai produttori locali al mondo dell’ospitalità. Ogni giornata è stata una storia diversa, una trasformazione continua: dalla festa dedicata ai più piccoli all’evento di musica elettronica, dalla trap all’hardcore, dallo sport all’indie rock. Un parcheggio fuori dalla città che per un mese all’anno prende vita, respira, dà ossigeno, proprio come una foresta.

Subsonica
Subsonica

Sherwood Festival è anche, anzi, soprattutto, un luogo in cui le differenze non sono un ostacolo ma una ricchezza, un luogo in cui le distanze si accorciano, in cui il confronto, il dibattito fornisce strumenti per capire, in cui le relazioni, l’incontro, lo scambio, la cooperazione, la socialità, lo stare bene insieme, si danno in maniera spontanea, naturale. Una foresta magica, dove la passione sincera, ma anche la professionalità delle persone che la costruiscono, ricalcano le dinamiche che queste portano ogni giorno nelle città in cui operano, per capire e cambiare il mondo mondo. Questo è quello che Sherwood Festival vuole rappresentare: l’utopia della normalità, per ritrovare una dimensione di umanità che serve a far crescere piccole e grandi foreste, aprire spazi, prendere parola, non rinchiudersi nella paura, rivendicare e battersi per i diritti di tutti, perché la libertà non è una condizione fissa, la libertà va conquistata.

Carl Brave
Carl Brave

Protagonisti del Festival

7 Giugno: Apertura: MURUBUTU
8 Giugno: DUTCH NAZARI + ERA SERANASE
12 Giugno: RKOMI
14 Giugno: COLLE DER FOMENTO + ASSALTI FRONTALI
15 Giugno: HOLI A SHERWOOD
18 Giugno: COMA_COSE
19 Giugno: DROPKICK MURPHYS + THE INTERRUPTERS
21 Giugno: CARL BRAVE + CIMINI
22 Giugno: ALTAVOZ DE DIA con TIMO MAAS, STEFANO NOFERINI e altri
25 Giugno: LACUNA COIL
26 Giugno: CAPO PLAZA
28 Giugno: MOTTA + I HATE MY VILLAGE
29 Giugno: SKA-P + ZEBRAHEAD
2 Luglio: MADMAN + NAYT
3 Luglio: KOFFEE
5 Luglio: SUBSONICA
6 Luglio: Chiusura: TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI

Motta
Motta

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui