Sex Education: arriva la nuova serie Netflix sugli adolescenti e il sesso

Netflix logo - Sex Education

Netflix sta lavorando con la casa di produzione britannica Eleven Film a Sex Education, un nuovo teen-drama che entrerà nel mondo adolescenziale raccontando la bizzarra formazione sessuale di un gruppo di amici.

Parola d’ordine: abbattere i tabù

Arriva su Netflix una nuova serie che affronta il tema della sessualità secondo la prospettiva adolescenziale, troppo spesso ancora un tabù che il colosso dello streaming online ha già abbattuto abbondantemente più volte. Sex Education seguirà le avventure del giovane Otis Thompson, un impacciato ragazzo con una madre sessuologa. Otis è ancora vergine e senza alcuna esperienza sessuale diretta, ma il continuo contatto con il lavoro della madre lo rende paradossalmente un inaspettato esperto. Il ragazzo fonderà infatti una strampalata clinica per adolescenti, dove s’improvviserà a sua volta sessuologo, nel tentativo di aiutare altri coetanei a muovere i primi passi nel difficile mondo del sesso.

Netflix e Eleven Films insieme per Sex Education

I lavori inizieranno la prossima primavera e la serie sarà disponibile su Netflix in tutto il mondo nel 2019. Sex Education nasce da un’idea di Laurie Nunn, regista e sceneggiatrice emergente, e sarà diretta da Ben Taylor (Catastrophe). Jamie Campbell e Joel Wilson della Eleven Film ne saranno produttori esecutivi. Non ci sono invece ancora notizie riguardo al cast e ai possibili interpreti. «Non potremmo essere più entusiasti di collaborare con la Eleven Film per portare al nostro pubblico in tutto il mondo Sex Education, un viaggio diverso e spiritoso nella spesso goffa ed impacciata esperienza adolescenziale», afferma Cindy Holland, Vice Presidentessa dei contenuti originali Netflix.

Sex Education: sesso, amore e identità dei giovanissimi

«Sex Education vuole essere uno show sul sesso, ma è in realtà una romantica e divertente commedia sull’amore», afferma Campbell intervistato da Variety, aggiungendo che la serie rappresenta un’antitesi di tutti quegli show che presentano l’esperienza sessuale degli adolescenti in un’ottica stereotipata, troppo sicura e sperimentale, mentre i personaggi della serie avranno dubbi e problematiche a non finire che dovranno essere risolte, a partire dal protagonista, esperto sul piano teorico ma allo stesso tempo terribilmente inesperto su quello pratico. «Non sarà uno show gratuito. Vogliamo stimolare il dibattito sugli atteggiamenti nei confronti di sesso e identità».

 

.

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui