School Experience, la seconda edizione parte l’8 marzo: questi i film in concorso

School Experience II, al via l’8 marzo l’edizione digital del Festival: ecco i 55 film in concorso e le dichiarazioni di Jacopo Gubitosi, managing director di Giffoni

Il mondo che cambia, la voglia di libertà, l’isolamento, il bisogno del contatto umano, il rapporto genitori figli, il bullismo, l’ambiente, la realtà virtuale: le opere in concorso alla seconda edizione di School Experience seguono percorsi diversi, a volte delicati ed emozionanti, altre capaci di far vibrare le sensibilità più forti. Per il 2021 il festival, organizzato dall’Ente Autonomo Giffoni Experience e realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da Ministero dell’Istruzione e Ministero dei Beni e le Attività Culturali, torna in versione digital con una rosa di 55 film in concorso, scelti tra 2000 produzioni in preselezione provenienti dall’Italia e dall’estero.

Dall’8 al 12 marzo migliaia di ragazzi, dai 6 ai 18 anni, in collegamento da Campania (Eboli e Giffoni Valle Piana), Basilicata (Terranova di Pollino, Senise, Sant’Arcangelo), Sicilia (Palermo) e dai 32 hub italiani di Giffoni saranno i protagonisti di proiezioni, dibattiti, lab e incontri. A fare da filo conduttore, come sempre, sarà il cinema, con un concorso dedicato a lungometraggi (Feature Experience), cortometraggi (Short Experience) realizzati da registi italiani e internazionali, oltre a una competizione riservata alle opere proposte da scuole e associazioni culturali (Your Experience).

Anche questa volta Giffoni non si è arreso, abbiamo unito le forze per far sì che la seconda edizione di School Experience potesse significare serenità e riscoperta dell’incanto che si respira in sala – commenta Jacopo Gubitosi, managing director di Giffoni – proprio in un anno così difficile, in cui in primis i giovani hanno rispettato con rigore le regole imposte dall’emergenza sanitaria, non ci siamo fermati ma abbiamo pensato a un nuovo modo di stare insieme. Decine di sale digitali permetteranno a migliaia di studenti, dai 6 ai 18 anni, di riscoprire il valore e la bellezza del cinema: ben 55 le opere scelte con estrema attenzione dai nostri selezionatori, a cui si aggiungono, al termine delle proiezioni, i dibattiti per riscoprire l’importanza del confronto che tanto ci sta mancando in questi mesi. E ancora due lab per approfondire i segreti dell’audiovisivo e migliorare le competenze digitali di docenti e dirigenti scolastici. Un grazie in particolare al Mibact e al Miur che, sin dal primo giorno, hanno affiancato e sostenuto questo progetto. La speranza è che presto School Experience possa tornare ad essere un festival itinerante, con la gioia, il divertimento e l’emozione che l’hanno sempre contraddistinto”.

Spazio alla formazione con due innovativi lab che, fino al 12 marzo, daranno la possibilità a ragazzi e docenti di scoprire un nuovo modo di imparare. Il primo, DIGITAL PROF, si pone nell’ambito delle attività che School Experience propone per la formazione di dirigenti, professori e maestri. Anche in classe la tecnologia può fare la differenza, ma bisogna trovare la strada giusta per integrare nella didattica asset come la personalizzazione dei contenuti, la fotografia, il video making e i social. Il workshop vuole valorizzare l’educazione digitale, proprio in un anno in cui ne abbiamo capito l’enorme potenziale, affinché possa stimolare pensieri, riflessioni e approfondimenti al passo con le esigenze degli studenti. Un modo per eliminare le distanze tra generazioni diverse e permettere all’innovazione di diventare patrimonio comune e fonte di crescita trasversale. Mentre, MOVIE LAB, è una lezione di cinema interattiva per la formazione di una nuova generazione di spettatori consapevoli e appassionati. Un laboratorio attivo che mira a sfruttare le potenzialità dei linguaggi audiovisivi, come uno strumento di conoscenza e lettura della realtà, volto a stimolare uno sguardo più attento, ad affinare il gusto estetico, a sviluppare il senso critico, a favorire le possibilità di dialogo e confronto.

Ecco i film in concorso per questa seconda edizione:

FEATURE EXPERIENCE

Ha trionfato durante la Winter Edition, ora è pronto a conquistare anche il pubblico più giovane di School Experience: tra i lungometraggi in concorso nella sezione Feature Experience – Scuola Primaria c’è ELFKINS – MISSIONE BEST BAKERY di Ute von Münchow-Pohl (Germania). Una storia di amicizia, riscatto e coraggio che spingerà Helvi, una giovane e vivace Elfkin, ad avventurarsi nel mondo degli umani. Si continua con JACKIE AND OOPJEN di Annemarie van de Mond (Paesi Bassi): al Rijksmuseum una bambina si troverà a fare i conti con dipinti che prendono vita e sarà l’inizio di una sorprendente amicizia. Chiude TRASH – LA LEGGENDA DELLA PIRAMIDE MAGICA di Luca Della Grotta e Francesco Dafan (Italia). Un’avventura alla scoperta di quanto quelli che riteniamo rifiuti possano avere infinite possibilità di rinascita.

Sempre tre i titoli in gara nella sezione rivolta agli studenti degli istituti secondari di primo grado. Si comincia con THE CLUB OF UGLY CHILDREN di Jonathan Elbers (Paesi Bassi), in cui i protagonisti danno vita a una piccola rivoluzione per dimostrare che l’apparenza non è tutto. Il tema dell’unicità viene raccontato anche in GLASSBOY (qui la nostra recensione) di Samuele Rossi (Italia/Svizzera/Austria): protagonista è Pino, un undicenne che, a causa di una malattia ereditaria, è costretto a guardare il mondo dalla sua finestra. La conoscenza di un nuovo gruppo di amici gli darà il coraggio per affrontare ogni ostacolo. Gelosia e fiducia, invece, si intrecciano in TRIPLE TROUBLE di Marta Karwowska (Polonia). Qui i giovani protagonisti, Julka e Olek, dovranno far chiarezza su un misterioso crimine.

Glassboy
Glassboy

Feature Experience si chiude con i film proposti agli allievi delle secondarie di secondo grado, questa volta tocca a LA GUERRA DI CAM di Laura Muscardin (Italia). Un viaggio alla ricerca della libertà, tra guerre e catastrofi naturali, per non dimenticare mai che la speranza e il coraggio possono capovolgere qualsiasi situazione. Conosciamo, invece, Tom in MAN UP! di Benjamin Parent (Francia). Un adolescente timido al suo primo giorno di scuola, tra insicurezza, influenze tossiche e voglia di farsi conoscere per quello che si è davvero. Ultima opera in concorso è YOUNG JULIETTE di Anne Émond (Canada): una quattordicenne con grandi sogni e aspirazioni che dovrà affrontare non poche difficoltà per raggiungere i suoi obiettivi.

SHORT EXPERIENCE

Ben otto, invece, le produzioni internazionali realizzate da registi emergenti in concorso nella sezione Short Experience – Scuola Primaria: SAM’S CASTLE di Giona Dapporto (Italia); COLOURS di Ermanno Dantini (Italia);BROKEN ROOTS di Asim Tareq (Giordania); CRACKS IN THE PAVEMENT di Nicolas Conte (Argentina); MALAYZ di Leila Ahang, Sara Hanif, Maryam Alavi e Marziyeh Kordloo (Iran); THE PECULIAR CRIME OF MR. ODDBALLdi Bruno Caetano (Portogallo); PITI & CATAMIN di Cecilia Klyver (Argentina) e SETTLING OF SCORES di François Heiser (Francia).

Ricca anche la proposta per gli allievi delle secondarie di primo grado, con sette titoli in gara: ENZO, DE GASPERI E LA BOLEX PAILLARD di Delio Colangelo (Italia); LIGHT di Martina Bonfiglio (Italia); MONSTER SITTER di Elena Beatrice e Daniele Lince (Italia); MOTHER FIGURE di Chang Chia-Tse (Taiwan); NO OFFENSE di Dimitris Andjus (Grecia); SATURNO di Gaspar Aguirre (Argentina); THROUGH MY EYES di Lona Quenea, Celeste Devisme, Aude Portales, Emerantiane Bouillon e Naomie Gastel (Francia).

Short Experience termina con gli short movie rivolti alle secondarie di secondo grado, questa volta si tratta di: AI ITALY per la regia di Argentino Mazzarulli (Italia); THE BASEMENT di Francesco De Martini (Italia); ALLA FINE DELLA NUVOLA di Federica Biondi (Italia); LA RICREAZIONE di Nour Gharbi (Italia); SUFFICIENTE di Maddalena Stornaiuolo e Antonio Ruocco (Italia) già premiato ai Nastri d’Argento 2020; ZAGARA di Martina Bonfiglio (Italia); CARRIED AWAY di Etienne Fagnère, Manon Carrier, Johan Cayrol, Alo Trusz e Jean-Baptiste Escary (Francia) e MOHSEN AZIZI di Shayan Rahmati (Iran).

YOUR EXPERIENCE

Tutti italiani, invece, i corti in concorso a Your Experience, proposti da istituti scolastici e associazioni culturali. Per le primarie troviamo in gara: BASKER – IL CAGNOLINO IN CERCA DI AMORE di Pippo Crotti; L’INTERRUTTORE di Gaetano Ghiura; JURASSIC SCHOOL di Maria Giulia Morlacchi insieme all’Istituto Comprensivo Nerviano di Milano; I MIEI DRAGHI di Matteo Marchi con la scuola Immacolata di Livorno e I NUOVI EROI di Lorenzo Busi.

Per le secondarie di primo grado tocca a: L’ACCHIAPPAVENTO di Carlos Solito con l’Istituto Comprensivo Statale “R. Montano” Stigliano (Italia); LE COSE CHE AMIAMO di Flavio Ricci insieme all’Istituto Comprensivo D’Aosta di Ottaviano (Italia); CUI PRODEST di Gianelli Under Suspicion, Nicolò Mazza de’ Piccioli e l’Istituto Paritario Antonio Maria Gianelli (Italia); DAILY ROUTINE -MASCHI VS FEMMINE di Sabrina Dragone Charis e Dario Famà con l’Istituto Comprensivo Enrico Fermi di Matera (Italia); L’IPERMOSTRO di Riccardo Di Gerlando realizzato dalla Scuola Primaria Ferraironi di Triora (Italia); LA MIA QUARANTENA di Nicola Iacovuzzi con l’Istituto Comprensivo Enrico Fermi di Matera (Italia); IL NASCONDIGLIO di M. Macaluso e S. Settembrino con la collaborazione della Scuola Media A. Balletti di Quattro Castella (Italia) e UOMO CONTRO ALBERO di Matteo Scifoni e l’Istituto Comprensivo Via Volsinio di Roma (Italia).

Il concorso termina con i corti rivolti alle secondarie di secondo grado, ben dieci: #NONFARIDERE di Mario Massaro – Progetto ARCA Mendicino (Italia); LE ASSENZE di Davide Zemiti con AccademiaZeroNove (Italia); LUCIA MANGIA DA SOLA di Alessio Ciancianaini con la Scuola di Cinema per Ragazzi Zuccherarte Convitto nazionale C. Colombo di Genova (Italia); MATURITÀ 2020 di Marco Gemmiti con l’Istituto Tulliano di Arpino (Italia); IL NARR-ATTORE di Lorena Costanzo insieme all’Istituto Niccolò Machiavelli di Pioltello (Italia); NIC di Ludovica Dri e Roberto Celestri (Italia); IL RUMORE NEL SILENZIO di C. Corpora, C. Mangiapane, A. Galioto, S. La Rosa con l’Istituto Giovanni Meli (Italia); SOLO UN FILM di Emanuele Tabarrini con il Liceo Majorana di Orvieto (Italia); LO SPACCIATORE DI EMOZIONI di Christian D’Ambrosio con il liceo Scientifico Salvatore Di Giacomo di Volla (Italia) e TABLEAUX VIVANTS E LA REALTÀ MULTIMEDIALE di Antonio Avossa con il Liceo Classico e Musicale Cirillo di Aversa (Italia).

La seconda edizione di School Experience si chiuderà, venerdì 12 marzo, con una serata in cui verranno annunciate le opere vincitrici di questa edizione.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui