Sanremo 2023, conferenza Coma_Cose: «Abbiamo deciso di sposarci!»

Coma_Cose per Sanremo 2023 (foto Attilio Cusani)
Coma_Cose per Sanremo 2023 (foto Attilio Cusani)

Ecco cosa hanno raccontato in conferenza stampa i Coma_Cose, tra gli artisti in gara al Festival di Sanremo 2023 con il brano L’addio

I Coma_Cose sono tra gli artisti in gara al Festival di Sanremo 2023 con il brano L’addio e nella conferenza stampa hanno raccontato in apertura: «Siamo felici sia arrivata anche la performance estetica, che raccontasse con il corpo e con l’intesa la storia descritta nel testo, sono tante emozioni nuove dato che è tornata la capienza piena rispetto al 2021, non ci aspettavamo questo risultato perché è un brano che necessita di più ascolti, non immediato, che ha un messaggio che arriva alla fine anche melodicamente parlando dato che cantiamo insieme solo a quel punto»

Nella serata delle cover duetto con i Baustelle in Sarà perché ti amo dei Ricchi e poveri: «Francesco aveva un provino abbozzato nel cellulare ed era tra le nostre cinque proposte, ci siamo messi ad arrangiarla insieme, ci divertiva l’idea di omaggiare un pezzo così importante della musica italiana, è un quartetto rifatto».

Coma Cose e Baustelle
Coma Cose e Baustelle

Ma la vera notizia che ci comunicano è che Fausto e California si sposeranno: «Ne abbiamo parlato di recente, sentivamo che con questo brano sarebbe stato il momento perfetto per farci questa promessa, dopo il Festival penseremo a questo». Un progetto che parla a tutte le generazioni: «Avevamo già un bagaglio di vita vissuta, per questo riusciamo a parlare anche a generazioni più adulte, abbiamo sperimentato sulla nostra pelle cambiamenti e sacrifici, il nostro progetto è nato in un’età già matura».

Momento consigli per coppie in crisi: «Ci siamo presi tempo per noi stessi, non viviamo in simbiosi, l’individualità e la solitudine sono necessari, la riflessione personale ci deve essere in una coppia, questo consente anche di fortificare il rapporto con un’altra persona. Abbiamo parlato con una coppia di amici che si è appena lasciata, da questo dialogo è scaturito il fatto che a volte non si comunica bene il sentimento, è messo in secondo piano dalle emozioni più sanguigne, noi ci siamo riavvicinati perché ci mancavamo, la lontananza serve a fare capire questo, è fondamentale riuscire a trovare il proprio io e poi qualcuno con cui condividerlo»

Il videoclip è stato girato nella magnifica Scala dei Turchi di Agrigento: «La scena finale è stata tenuto con il piano sequenza che racconta l’essenza della canzone, la location è suggestiva e onirica, tra montagne, magma e mare». In conclusione della conferenza la consegna del Premio Lunezia al brano L’addio per il valore musical letterario.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome