Sanremo 2021, il protocollo proposto dall’industria musicale

Sanremo - Teatro Ariston
Il Teatro Ariston, location del Festival di Sanremo

Il protocollo sanitario per il Festival di Sanremo 2021 è stato proposto dall’industria musicale e prevede le attività di promozione da svolgere in remoto, tamponi rapidi quotidiani e orari scaglionati per le prove

Il codice di comportamento per il Festival di Sanremo 2021, in otto punti, prevede che le attività di promozione (interviste radio, interviste TV, conferenze stampa, etc.) si svolgano esclusivamente da remoto. Esclusi, dunque, red carpet, esibizioni, servizi fotografici o collegamenti esterni, se non quando strettamente necessarie e regolamentate all’interno del teatro Ariston, con orari scaglionati anche per le prove per evitare ogni sorta di assembramento. Alla Rai, che dovrà occuparsi della logistica, dovrà essere fornito l’elenco dei collaboratori presenti a Sanremo con il luogo dove risiederanno per l’intera manifestazione.

Per i giornalisti si chiede la creazione di una room online anche per le votazioni, al posto della presenza fisica in sala stampa. Obbligo di tampone molecolare 72 ore prima della partenza per il festival, tamponi rapidi quotidiani organizzati dalla Rai durante la permanenza a Sanremo, sanificazione camerini e auto per gli spostamenti da e per il Teatro Ariston (ad ogni artista sempre lo stesso driver). Dopo le polemiche di ieri, si portano avanti quindi i lavori organizzativi della kermesse.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome