I Måneskin a Sanremo 2021: «A Londra abbiamo trovato il nostro sound»

I Måneskin sono in gara al Festival di Sanremo 2021 con Zitti e buoni e nell’incontro hanno raccontato come è nato il brano, il rapporto con Manuel Agnelli, l’onore per i complimenti di Vasco Rossi e una sintesi sul nuovo disco Teatro d’ira

I Måneskin sono in gara al Festival di Sanremo 2021 con Zitti e buoni e nell’incontro hanno raccontato come è nato il brano: «In questo pezzo noi non ci rivolgiamo a qualcuno nello specifico. vogliamo solo che sia chiara la dichiarazione di intenti. Siamo una band che ha studiato per avere questo suono e noi vogliamo dire che questa è la nostra strada. Zitti e buoni è nato prima della nostra esperienza a X Factor e ha subito diverse modifiche: sviluppando il nostro sound nel corso degli anni lo abbiamo rivisto e riadattato fino ad arrivare a questa versione definitiva, merito del precedente tour e del nostro trasferimento a Londra».

Sul rapporto con Manuel Agnelli che li scelse nel talent X Factor portandoli in finale e con cui hanno duettato nella serata delle cover in Amandoti dei CCCP, raccontano: «Con Manuel anche dopo X-Factor c’è sempre stato un bellissimo rapporto, lui ci ha sempre spronato a non farci imporre dei limiti da nessuno, ci siamo anche trovati molto liberi nell’arrangiamento, abbiamo dato la nostra impronta senza snaturarlo eccessivamente. Portare questo pezzo storico dell’alternative italiano è stato davvero fico e un modo per dare luce a una certa musica lontana dalla kermesse».

Sanremo 2021 - Maneskin e Manuel Agnelli
Sanremo 2021 – Maneskin e Manuel Agnelli

Il 16 marzo i Måneskin pubblicheranno il loro nuovo progetto discografico, Teatro d’Ira vol.1: «A Londra abbiamo trovato una scena musicale molto attiva che ci ha dato l’imput per scrivere nuovi brani. Abbiamo registrato un album crudo e sincero e abbiamo messo noi stessi in tutto il disco. Abbiamo voluto posizionare l’ira in un luogo raffinato come il teatro per dare l’idea che non sia una rabbia distruttiva, ma costruttiva, catartica da cui nasce qualcosa di positivo, che spinge alla rivoluzione».

Vasco Rossi ha dichiarato di fare il tifo per loro e il gruppo si dice onorato e racconta lo stupore nel ricevere un feedback così positivo: «Siamo onorati, contentissimi. Si tratta un riconoscimento importantissimo per noi. Se Vasco tifa per noi siamo consacrati come band rock. Siamo venuti qui con poche aspettative, il feedback dall’esterno ci stupisce. Con un pezzo del genere non era scontato né pronosticatile. E’ un brano sbagliato per Sanremo ma proprio per questo abbiamo scelto di portarlo. Non bisogna per forza adattarsi ai canoni oppure porsi dei limiti. Vogliamo dimostrare che anche questo genere esiste e noi giovani non vogliamo essere per forza seguire il suono che va di moda, vogliamo fare quello che ci piace».

Maneskin - Teatro d'ira cover
Maneskin – Teatro d’ira cover

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome