Sanremo 2021, Amadeus resta ma ora c’è il rischio di un rinvio della kermesse

Amadeus ha annunciato di attenersi alle disposizioni della Rai e di non abbandonare il timone del Festival di Sanremo 2021 ma si fa avanti l’ipotesi di uno slittamento

Sono giorni molto convulsi quelli che riguardano l’organizzazione del Festival di Sanremo 2021, che dovrebbe svolgersi dal 2 al 6 marzo, ma che adesso rischia un ulteriore slittamento. Il Comitato Tecnico Scientifico sembra, infatti, titubante a dare il consenso per lo svolgimento della kermesse, dopo aver iniziato a esaminare il protocollo proposto dalle industrie discografiche e che vieta pubblico e sala stampa ma non elimina il problema di potenziali assembramenti nella cittadina ligure, dato comunque l’afflusso degli artisti e degli addetti ai lavori dell’entourage delle varie etichette.

Una notizia positiva però c’è: Amadeus ha annunciato di attenersi alle disposizioni della Rai e di non abbandonare la conduzione e la direzione artistica del Festival, dopo il tweet di Dario Franceschini che si opponeva all’utilizzo di figuranti in platea. Un possibile rinvio renderebbe complicata anche la programmazione delle uscite discografiche, con un probabile accavallamento di pubblicazioni di album e con i tormentoni estivi che sarebbe alle porte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome