Salotto per pochi intimi: uno spettacolo di immagazione

Salotto per pochi intimi

Salotto per pochi intimi è un format reading-poetico musicale dove le parole d’ordine sono ascolto, sensazione, condivisione, diversità e predisposizione alla meraviglia ai suoi brividi di paura e bellezza.

L’associazione culturale Teatro Trastevere presenta “Salotto per pochi intimi”. Cosa accade quando quattro poeti, un idealista, un cinico, uno strutturalista e uno sciamano si incontrano, si conoscono e si vivono in viaggi che li trasportano fuori di sé, lontano, su parole e strade sconosciute e dimenticate, in auto, in treno, in quel divano che ne prende le fattezze e che, con un pizzico d’immaginazione, può divenire addirittura una astronave? Nasce “Salotto per pochi intimi”: un reading-poetico musicale dove le parole d’ordine sono ascolto, sensazione, condivisione, diversità e predisposizione alla meraviglia. Un progetto dai mille volti, in continua evoluzione, nato con l’idea di portare la poesia nell’intimità delle case, dei loro salotti, della loro convivialità, di rubare di nascosto al tempo che scorre, un momento, un istante, un pezzetto, per fermarsi, oltre i significati, nel senso che a volte ci nascondiamo. Ideata da Matteo Mingoli, Valerio Carbone, Roberto Scippa e Alfonso Canale nel 2016, quest’esperienza letteraria e musicale, che ben si adatta anche alla dimensione teatrale, trasporta i presenti in sensazioni, immagini, differenti punti di vista, attraverso queste quattro voci che s’intersecano, si distinguono e si contraddicono.

« strade scorrono strade di bianco tracciate e occhiali da sole e baci abbracci carezze cazzate metti un disco il cielo si apre ascolta l’asfalto il blues il traffico autogrill di vento sbadigli e stirarsi di gatti riparti chi guida io sto davanti gesti gentili genitali stretti per portabagagli mai grandi abbastanza e bagni occupati vociare risa zaini chitarre bottiglie parole francesi divani di pelle tappeti e specchi notti di whisky note di rum e strade salite discese labirinti di scale i locali più belli sono le case stanze di luci spendiamo la notte s’affaccia mattina è troppo vicina poi scappa di nuovo su strade bagnate magliette e caffè occhiali da sole ed è nuvoloso e la noia che mai non ci prenda scappiamo filiamo guidi chiunque ma andiamo per strade nuove facce capelli arruffati dita unte polvere lidi vulcani di stelle che siano lontani eruzioni erba acre e gomme da masticare chilometri benzina stanchezza nonsense ancora andate ancora ritorni profili migliori e piccole poche parole al buio in sussurro che restano addosso e canticchiano amico ti dico per noi ancora cento per noi ancora cento per noi ancora cento di questi giorni torniamo partiamo ci siamo »

Salotto per pochi intimi sarà in scena al teatro Trastevere, martedì 14 novembre ore 21:00. Tutte le informazioni sul sito https://www.teatrotrastevere.it/

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui