RomaFF14, intervista ad Alessandra Mortelliti per Famosa: dal teatro al cinema

Intervista ad Alessandra Mortelliti, regista di Famosa. Il film, presentato alla 14ª Festa del cinema di Roma nella sezione Alice nella città, rappresenta la sua opera prima e porta sullo schermo una pièce teatrale scritta da lei stessa.

Alessandra Mortelliti, dopo aver scritto la pièce teatrale, ha trasformato in un film la storia di Rocco Fiorella. Si tratta di Famosa, presentato alla 14ª Festa del cinema di Roma nella sezione Alice nella città. Per la Mortelliti rappresenta inoltre un’opera prima. Molti i temi chiamati in causa dalla pellicola: omosessualità, amicizia, famiglia, ambizioni… Il tutto visto attraverso gli occhi di un ragazzo timido e impacciato, dotato di ambizioni artistiche ma anche di un cuore grande.

Sinossi:

In un piccolo paese della provincia di Frosinone si svolge la vita di Rocco (Jacopo Piroli), un ragazzo prossimo ai 18 anni incompreso e solitario con il sogno segreto di trasferirsi nella Capitale dove pensa di poter esprimere il suo lato artistico. Osteggiato da un padre brutale e da una madre bigotta, considerato il matto del paese, Rocco trova conforto nell’amore provato verso il suo compagno di classe Luigi (Matteo Paolillo), in una zia piuttosto stramba e in una ragazzina illuminata con la quale stringe un’amicizia speciale (Ginevra Francesconi). Testardo e disperato riuscirà ad intraprendere il tanto agognato viaggio ma la realtà che lo attende non sarà quella sperata.

Famosa è una produzione Palomar con Rai Cinema, in co-produzione con La Canica Films. Nel cast anche Adamo Dioniso, Gioia Spaziani, Beatrice Bartoni, Tania Lettieri, Andrea Giannini, Massimiliano Rodi e Manuela Mandracchia.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui