RomaFF14: ad Alice nella città Riders, la serie realizzata dagli studenti IED

Continua la collaborazione tra IED Roma e Alice nella città. In occasione del Festa del Cinema di Roma, sarà presentata Riders, la serie realizzata dagli studenti IED.

IED Roma Alice nella città confermano la loro collaborazione. Dopo il successo riscontrato negli anni precedenti, gli studenti dei corsi dei corsi Triennali in Video Design and Filmmaking e in Sound Design continueranno a dare vita allo studio televisivo di Alice grazie alla web TV IED Roma Channel. Realizzando interviste, format, video e reportage da pubblicare in un palinsesto dedicato alla manifestazione cinematografica rivolta alle nuove generazioni e all’intera Festa del Cinema di Roma.

Studenti IED costruiranno le clip delle masterclass con ospiti italiani e internazionali durante tutto il corso di Alice nella città. Elaboreranno inoltre i video introduttivi alle proiezioni riguardanti una serie di ritratti d’infanzia e di adolescenza, firmati da giovani autrici e autori, che comporranno un omaggio ai 30 anni di Fandango. Tra questi il diplomato IED Phaim Bhuiyan che ha scritto, diretto e interpretato Bangla, l’esordio cinematografico di maggior successo della stagione appena trascorsa, coprodotto da Fandango e TIMVISION.

In un evento speciale della sezione “Panorama Italia” sarà infine presentato Riders, action drama in tre puntate, progetto di tesi dei neodiplomati delle Scuole di Arti Visive e di Comunicazione IED Roma. Un racconto divertente e visionario, una storia di riscatto che vede protagonisti un gruppo di ragazzi che tentano una truffa all’app di food delivery per la quale pedalano incessantemente tutto il giorno, tutti i giorni. Riders – la serie nasce come progetto di diploma di sei studenti del corso di Video Design, Sound Design e Media Design dell’Istituto Europeo di Design di Roma, dal loro sogno comune di lavorare nell’audiovisivo, dal desiderio di sperimentare il linguaggio della serialità e dalla necessità di farlo in termini generazionali. Il prodotto finale è la prima serie italiana sui riders.

Riders - serie IED
Un’immagine da Riders
Ph. Raffaele Ausiello

Matilde ha 21 anni e ha appena iniziato il suo lavoro di rider per una nuova app di food delivery. Introversa, silenziosa, con un segreto amore per i fiori, non sembra avere le risorse per affrontare un mestiere tanto duro. Si rivela invece abile e determinata. Attira così l’attenzione di Alberto, un carismatico collega più esperto. Colpito dai suoi risultati, Alberto decide di farle una proposta molto particolare: entrare a far parte di una ingegnosa truffa lavorativa da lui organizzata. Inizialmente Matilde rifiuta ma alla fine, un po’ per bisogno di denaro e un po’ per curiosità, accetta. Nelle due puntate successive gli eventi mettono alla prova le sue capacità di sopravvivenza e di inventiva.

«Essere presenti con una serie prodotta completamente da noi, con l’opera prima di uno dei nostri ex studenti, che si sta affermando come uno dei registi più giovani e completi della sua generazione, e con una redazione TV operativa ogni giorno è un successo importante per lo IED. Sono certo che i nostri ragazzi daranno come sempre il meglio e siamo contentissimi della nostra collaborazione con Alice nella città, una delle finestre più attente e curate dell’industria cinematografica italiana», dichiara Max GiovagnoliCoordinatore della Scuola di Arti Visive IED Roma.

Riders - serie IED
Riders
Ph. Raffaele Ausiello

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui