RomaFF14: Cleo di Eva Cools vince il Premio Alice My Movies

Cleo di Eva Cools vince il Premio Alice My Movies per la Miglior Opera Prima. La regista belga trionfa con il racconto dell’elaborazione del lutto di una giovane ragazza di diciassette anni, interpretata da una brava Anna Franziska Jaeger.

Un passaggio di testimone importante tra due grandi Maestri, J.P e L. Dardenne la regista belga Eva Cools che vince il Premio My Movies opera prima per Cleo, esordio che ha convinto la giuria composta da Laura Luchetti, Paola Turci, Jim Loach, Gianluca Guzzo, Ciro D’Emilio e Damiano Michieletto. I Dardenne infatti, che presentano ad Alice nella città il loro ultimo film L’età giovane (miglior regia a Cannes) si sono congratulati con la giovane collega.

Sarà infatti proprio Cleo il film sorpresa che vedremo domani alle ore 16.00 in Sala Sinopoli, Alice sceglie la sala riservata alle proiezioni del concorso per supportare la regista esordiente e dare la possibilità al pubblico e agli accreditati di recuperare un’opera prima da non perdere.

A consegnare il premio è stata la regista Laura Lucchetti con questa motivazione: «Un film onesto e appassionato, essenziale ed autentico, che, grazie a una regia abile nel gestire con fermezza la messa in scena e il racconto, e soprattutto all’eccezionale performance di una giovane attrice, costruisce un dramma teso ed emozionante, capace di aprirsi infine alla speranza che superare il peggio sia possibile, con la forza del sentimento e dell’arte, prendendo in mano le redini della propria vita, anche quando si è costretti a farlo prima del tempo

Cleo - una scena del film
Cleo – Anna Franziska Jaeger in una scena del film

Protagonista del film la diciassettenne Cleo, che sopravvive a un tragico incidente nel quale entrambi i genitori perdono la vita. La nonna offre alla ragazza e a suo fratello una casa, ma finisce per dover gestire l’adolescente ribelle, la quale cerca conforto nel misterioso Leos, un uomo di dodici anni più grande. Il racconto dell’elaborazione di un lutto da parte di una giovane ragazza di diciassette anni è scandito dall’accompagnamento musicale delle opere di Segej Rachmaninov e dalla cornice di una Bruxelles cosmopolita simbolo dell’art deco.

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui