RomaFF13, Noi siamo Afterhours, recensione: il live-movie della loro storia

Noi siamo Afterhours trae spunto dal concerto sold out dell’Aprile scorso per filmare con un live le origini, l’evoluzione e la storia del loro rock e della band, fino alla loro formazione attuale.

Un unico grande show

Noi siamo Aftehours è un live-movie che riassume la storia della band in un processo creativo che aspira a catturare il lato intimo di un gruppo storico sul panorama italiano e l’evoluzione del loro stile, dagli esordi alle tournée internazionali. Un unico grande show è l’obiettivo di Manuel Agnelli e del suo gruppo per cui la musica non è solo essenziale ma il live di se per se vuole divenire un rituale a cui artista e pubblico partecipano attivamente per discendere l’uno dall’altro.

Un viaggio intimo e riflessivo

Il film non aspira solo a mostrare un lato del tutto nuovo ed originale della band ma rappresenta il processo creativo e produttivo del loro più importante show. Riprese di backstage, prove, intervalli e momenti di riflessione si alternano continuamente ma il ritmo visivo che doveva crearsi, assume un approccio monotematico verso lo spettatore che in molti tratti annoia, solo la voce di Manuel Agnelli fa da traghettatore in questo viaggio rock di una notte.

Noi siamo Afterhours - Manuel Agnelli
Noi siamo Afterhours – Manuel Agnelli.

Una vita dentro una canzone

Siamo al Forum di Assago, il complesso è gremito di persone. Gli Afterhours stanno per fare il loro ingresso sotto gli applausi e le urla del pubblico. Come sentiamo nel film dalla voce narrante di Manuel, per tre mesi la band ha fatto prove su prove per essere oggi pronta a dare il massimo, i sogni e le vite delle persone sono rinchiuse nelle canzoni che stanno per suonare, bisogna liberarli. Un aspetto analizzato dal film è proprio l’importanza che una canzone in live può avere per una persona: che sia giovane o adulta, ragazzo e ragazza, tutti in quel momento vivono un’esperienza collettiva superiore a tutto. Così i problemi che ci attanagliano, le persone che eravamo si trasformano per diventare qualcos’altro, che sprizzante libera energia, proprio come quegli artisti che dopo mesi di duro lavoro fisico e psicologico si donano completamente al pubblico nei loro live, proprio come gli Afterhours.

Più live che movie

Noi siamo Afterhours vuole essere un prodotto audiovisivo diverso dai soliti live-movie che riempiono le sale cinematografiche; autobiografico, intimo ma coinvolgente e deciso a mostrare il cambiamento. Purtroppo, complice la monotonia ritmica e visiva, questo film riesce solo in parte a soddisfare il pubblico, più interessato a vederli suonare e cantare che ha scovare il significato intimo di questo audace progetto.

Noi siamo Afterhours è presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma, diretto da Giorgio Testi con la band capitanata da Manuel Agnelli come protagonista. Un film prodotto da Island Records.

[yasr_overall_rating]

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui