Ridley Scott: amo Netflix e Mindhunter è la serie migliore del 2017!

Ridley Scott

In un’intervista per Vulture, Ridley Scott ragiona sulla qualità dei contenuti nell’era dello streaming, ma poi ammette di amare Netflix e di guardare un film a notte. Il regista, inoltre, elegge Mindhunter la miglior serie tv dell’anno, dichiarandosi un grande fan dello show di David Fincher.

Anche Ridley Scott stregato da Netflix

Netflix continua a far strage di cuori, convincendo anche i più sospettosi ed esigenti. Qualche giorno fa, in un’intervista rilasciata per Vulture, il prolifico regista Ridley Scott ha ammesso di essere un grande fan del colosso dello streaming e di consumare il suo account con un film a notte. Tuttavia Scott ha espresso qualche dubbio sulla qualità dei contenuti, con affermazioni che suonano più come avvertimenti per il futuro che critiche al presente: «Il bello di Netflix è che al momento è come una grande catapulta, perché quel che si vuole sono contenuti di successo e in gran numero. Ma ci si preoccupa anche della qualità? Si dovrebbe sempre tener d’occhio quest’aspetto». Poi ha aggiunto: «Ma hanno un budget di 8 miliardi da spendere per il prossimo anno, solo per i contenuti. E personalmente guardo un film a notte, perciò è perfetto!».

Tutti i soldi del mondo - Ridley Scott
Christopher Plummer in una scena di Tutti i soldi del mondo, il nuovo film di Ridley Scott

Il regista fan di Mindhunter

Ma cosa sta guardando al momento Scott? Mindhunter, chiaro. Lo show che porta la firma di David Fincher e che da subito si è imposto come una delle punte di diamante della piattaforma di streaming, che ha già rinnovato la serie a poco più di un mese di uscita dalla prima stagione. Il regista ha dichiarato il suo amore per Mindhunter eleggendolo come il miglior show televisivo dell’anno e aggiungendo che vorrebbe prima o poi impegnarsi anche lui nella realizzazione di una miniserie per il piccolo schermo. Parlando di Fincher ha aggiunto: «David è molto simile a me, ha uno stile quasi compulsivo…ma è bravo nel suo lavoro, e questo prova che il pubblico vuole contenuti di qualità. Non vogliono cavolate, vogliono i contenuti migliori!». Insomma, anche noi semplici mortali abbiamo alla fine qualcosa in comune con un regista da velocità record, capace di realizzare i reshoot di un film come Tutti i soldi del mondo in appena nove giorni. «Ogni volta sono lì, all’una di notte e…click. È una storia della buonanotte per me!». Quanto ti capiamo, Scott. Quanto.

Ridley Scott è da poco tornato sul grande schermo con Tutti i soldi del mondo, film che ha ricevuto ben tre nomination ai Golden Globe Awards di quest’anno nelle categorie miglior attrice protagonista (Michelle Williams), miglior attore non protagonista (Christopher Plummer, sostituto di Kevin Spacey dopo lo scandalo che ha travolto l’ex Frank Underwood) e miglior regia. L’uscita in Italia è prevista per il 4 gennaio 2018.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui