Resilient, iniziate le riprese del biopic di Roberto Faenza su Mario Capecchi

Roberto Faenza
Roberto Faenza

Iniziate le riprese di Resilient, il nuovo film di Roberto Faenza sulla storia di Mario Capecchi, da ragazzo selvaggio a Premio Nobel: nel cast Francesco Montanari

Iniziate in Alto Adige le riprese del film di Roberto Faenza Resilient, basato sulla vita e l’infanzia di Mario Capecchi, premio Nobel per la medicina, nato in Italia da madre americana, poetessa e attivista politica, arrestata dai fascisti nel 1941 e successivamente internata in un campo di concentramento tedesco.

Con quell’arresto inizia per Mario, all’età di cinque anni, una vita che diventa ben presto selvaggia, violenta e avventurosa. Quando la madre lo ritroverà miracolosamente nel 1947, inizierà per entrambi un percorso di rinascita che porterà Mario, per usare le sue stesse parole, “dagli stracci alla ricerca”.

Resilient è una coproduzione Jean Vigo Italia con Rai Cinema e Rex Glensy per la società americana Rhino Films, Inc., ed è prodotto da Elda Ferri e Milena Canonero con il sostegno IDM Film Fund. Nel cast dei bambini, elemento essenziale del film, figurano Sofia D’Elia, Lorenzo Ciamei e Riccardo Antonaci. Tra gli interpreti adulti, Francesco Montanari, Tonino Tosto, Laura Haddock, Edward Holcroft ed Elisa Lasowski. I costumi portano la firma di Milena Canonero e Bojana Nikitovic; la scenografia è di Francesco Frigeri; il direttore della fotografia è Giuseppe Pignone; le musiche sono di Andrea Guerra; il montaggio è di Walter Fasano.

Mario Capecchi riceve il Nobel nel 2007
Mario Capecchi riceve il Nobel nel 2007

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui