Game Night, recensione: un film originale, in bilico tra thriller e commedia

Game night è un prodotto corale che sfrutta thriller e commedia per dar vita ad una storia divertente e originale, con un cast equilibrato che il pubblico non potrà non amare.

Tempo di giochi

Game Night si presenta nelle sale come uno scenario polimorfo che sfrutta gli elementi di genere per edificare una storia frenetica e solida. Max (Jason Bateman) e Annie (Rachel Mc Adams) sono appassionati di giochi di ogni tipo e invitano settimanalmente i loro amici a partecipare alla “serata giochi” dove si formano le coppie e ci si sfida a colpi di indovinelli, quiz, Pictionary. Stavolta la situazione è un po diversa poiché Brooks (Kyle Chandler), il carismatico e affascinante fratello di Max propone ai presenti qualcosa di nuovo: qualcuno dei presenti verrà rapito e le coppie dovranno rintracciarlo e salvarlo, scovando gli indizi per trovarlo grazie ad agenti federali improvvisati e spietati criminali. Tutto sembra molto allettante ma degli uomini sfondano la porta di casa di Brooks e lo portano via davanti a tutti… anche questo farà parte del gioco ?

I giocatori

Il punto forte del film sta nel variegato cast di star presenti, ognuna delle quali riesce a donare il suo tocco personale ad una vicenda in cui c’è spazio per tutti. Max è il mago della serata giochi e Annie con il suo carattere e spirito d’iniziativa porta la forza per la vittoria, entrambi sono una coppia perfetta, dinamica, vivace e profondamente motivata a vincere, che unisce sempre le forze per annientare gli altri giocatori. Il prossimo sfidante è Ryan (Billy Magnussen), un amico di vecchia data di Max che ad ogni serata porta una ragazza diversa ma non questa sera, poiché il premio in palio è una Corvette Stingray d’epoca di colore rosso si avvale del supporto della sua nuova partner, sorprendentemente atipica rispetto alle altre, Sarah (Sharon Horgan). Lei è intelligente, piacevole, astuta e dirigente dell’azienda dove lavora il suo partner, i due nonostante le prima difficoltà, capiranno di essere una ventata d’aria fresca l’uno per l’altra, unendo i muscoli e il cervello per riuscire a vincere. Dulcis in fondo abbiamo Kevin (Lamorne Morris) e Michelle (Kylie Bunbury), la classica coppia ideale che non ha mai smesso di amarsi, stanno insieme dalle medie e condividono praticamente tutto ma la serata è appena iniziata e con qualche bicchierino in più emergeranno verità che metteranno a dura prova la loro smielata coesione, da sempre punto di forza per riuscire a vincere gli avversari. Le nostre coppie si troveranno faccia a faccia con le realtà urbane della vita notturna, pericoli, gag esilaranti e scene cult che trasformeranno la città in un enorme tabellone, dove non ci resta solo che “giocare”.

Jason Bateman e Rachel Mc Adams in una scena tratta dal film
Jason Bateman e Rachel Mc Adams in una scena tratta dal film

Gary, il vicino

Nonostante non faccia parte dei giocatori un personaggio che merita sicuramente attenzione è Gary (Jesse Plemons), il vicino di casa di Max. Un poliziotto che ama sfoggiare la sua uniforme anche dentro casa con una voce piatta e una cantilena molto formale che evoca le confessioni di un serial killer. Gary non viene più invitato da Max alle serate giochi da quando è stato lasciato dalla moglie, il colpo si è fatto sentire e Gary si è chiuso in se stesso, costruendosi un altarino molto inquietante per ricordare la sua ex moglie come fosse morta. Gary è un personaggio dalle mille sfaccettature, che inquieta ma fa anche divertire e per cui si prova pietà dall’inizio del film. Jesse Plemonsen nonostante il suo poco peso nella storia, con la sua recitazione, che gli ha permesso di prendersi una svolta comica nella sua carriera, è stato capace di renderlo uno dei protagonisti indiscussi e maggiormente riusciti del film.

Ritmo da noir e umorismo da comedy

Tagliente, veloce, imprevedibile, così Game Night si presenta allo spettatore, trasportandolo nelle vicende come se ne stesse facendo parte. Girato come un thriller d’azione fino all’ultima ripresa e le atmosfere del noir più incalzante è anche una commedia in piena regola, che mira non solo a far divertire il pubblico ma crea suspence, chiudendosi nella classica narrazione a spirale dove il “boss” di turno lascerà piacevolmente sorpresi i divoratori seriali più appassionati. Con una sceneggiatura originale e ben strutturata i personaggi si spostano come pedine da una parte all’altra della città per tutto il film, mantenendo veloce il ritmo e alto l’interesse. Game Night è una commedia divertente, come non ne uscivano da tempo, strutturalmente originale nello stile e nella ripresa con un cast di personaggi diversissimi e ben caratterizzati in cui chiunque può immedesimarsi e tifare, noi siamo con la coppia Max-Annie, e voi ?

Game Night uscirà domani 1 maggio nelle sale, diretto da John Francis Daley e Jonathan Goldstein con Jason Bateman, Rachel Mc Adams, Billy Magnussen, Sharon Horgan, Lamorne Morris, Kylie Bunbury, Jesse Plemons, Kyle Chandler e ospite d’eccezione Micheal C.Hall. Distribuito da Warner Bros Pictures.

Voto

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here